HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Calciomercato di Serie A in chiusura: qual è il vostro flop tra le big?
  Juventus
  Napoli
  Roma
  Inter
  Lazio
  Milan

La Giovane Italia
Editoriale

Juve, Allegri come Yoda… Roma in paradiso!!! Milan, disastro in vista. Contrattone Messi? Se lo merita…

06.12.2017 00:00 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 19943 volte

Ed ecco la solita, determinata, immensa, compatta Juventus… Quando la palla comincia a scottare, i bianconeri rispondono sempre alla grande. Dopo la fondamentale vittoria al San Paolo, il successo in terra greca (contro un coriaceo Olympiacos) e il conseguente pass per gli ottavi di Champions League, come da programma. Il Barcellona, come sempre, ha svolto il suo compito a dovere ma questa Juventus non ha avuto bisogno di “aiuti esterni”. Giusto sottolineare, ancora una volta, i meriti di Allegri, un allenatore moderno, capace di usare bastone e carota al meglio. Come il saggio Yoda, ha “gestito” il gruppo, non permettendo al Lato Oscuro di impossessarsi dell’anima bianconera. Nonostante qualche infortunio di troppo e diversi momenti no, è sempre stato fedele al suo credo, ossia che la sua Juventus è forte, fortissima. Pungolati nella maniera corretta, tutti hanno risposto come il grande Yoda Allegri si aspettava… Lui lo sapeva, lo sentiva, la Forza scorre forte nel piccolo/grande uomo livornese… Ora, con la qualificazione agli ottavi di Champions League in saccoccia, attenzione alla Vecchia Signora in campionato. Allegri sta facendo bene i suoi conti. Prima i tre punti del San Paolo, poi quelli con l’Olympiacos e ora, nel mirino, i tre punti contro l’Inter. In nove giorni, la Juventus potrebbe riaffermare la propria superiorità nei confronti di tutto e tutti… E pensare che, solo un mese fa, si parlava di una Juventus in grave difficoltà…
Splendida serata per la Juventus, da ricordare, a lungo, per la Roma. Il “girone di ferro” è stato vinto. La Roma non solo è tra le migliori 16 d’Europa ma arriva all’urna da “prima del girone”. Incredibile, pazzesco o, forse, normale alla luce dell’eccellente lavoro svolto, ad oggi, da Mister Di Francesco. Attenzione, i giallorossi non hanno brillato contro il Qarabag ma, alla fine, hanno portato a casa ciò che contava maggiormente, ovvero la vittoria. Anche in questo caso, il Chelsea non ha tradito ma la Roma non ha dovuto servirsi dell’assist di Conte, anzi, gli ha soffiato il primo posto… E ora? Beh, molto dipenderà dall’avversario che pescherà negli ottavi. L’impressione è che questa Roma farà divertire ancora tanto i propri tifosi… In attesa di capire se anche il Napoli avrà di che festeggiare, c’è da guardare anche in casa di chi sta male, malissimo… Il Milan, martoriato e sbeffeggiato in campionato, guarda all’Europa League con l’aria di chi cerca qualche motivo per sorridere… Diciamolo, gol da libro cuore di Brignoli a parte, Gattuso ha iniziato la sua nuova avventura da allenatore del Diavolo non con la marcia giusta… In tanti, all’entrata di Zapata (difensore) per Suso (unico campione in rosa), si sono allarmati, spaventati, inorriditi. Ringhio che teme il Benevento? Non un gran segnale… L’ho detto e lo ripeto: sostituire Montella non è stata l’idea del secolo, a prescindere dalla decisione di affidarsi a Gattuso. Montella andava difeso ad oltranza (fino a giugno), proprio perché i mali di questo Diavolo non sono legati alla figura dell’allenatore. Mirabelli e Fassone, accolti come eroi dal popolo rossonero, ora avvertono i dubbi, sul loro operato, che li circondano. Personalmente non ho apprezzato la scelta di addossare a Montella ogni responsabilità, sia nel bene che nel male. Ora, tuttavia, bisogna guardare al presente e, soprattutto, al futuro. Che ne sarà di questo Milan e di questa stagione? Con tutto il rispetto, credo che serva davvero un miracolo “alla Brignoli” per salvare l’annata rossonera. In campionato sarà già complicato conquistare un posto nella prossima Europa League… Ecco, l’Europa League. Fossi in Gattuso (e società) comincerei ad attrezzarmi mentalmente e fisicamente per provare ad arrivare fino in fondo in Europa. La storia del club insegna che, già in più occasioni, l’Europa ha regalato soddisfazioni enormi in stagioni in cui il campionato è stato un calvario. Certo, dai gironi di Champions League arriveranno avversarie importanti (l’Atletico Madrid, ad esempio, sarà una brutta bestia per tutti) ma, nelle partite ad eliminazione diretta, il Milan, questo Milan potrebbe dire la sua. Auguri Ringhio e basta con le sostituzioni “in stile anni ‘80”…
Chiudo con Messi. La Pulce si porterà a casa 35 milioni di euro, netti, a stagione!!! Incasserà circa tre milioni al mese fino al giugno del 2021!!! C’è chi ha gridato allo scandalo… No, ragazzi, Messi è il calcio e va remunerato per quello che regala, giorno dopo giorno, in campo. E’ il numero uno e va ricompensato per il fatto di essere il migliore… Sono troppi soldi per uno che calcia un pallone? No, è la valutazione attuale del più forte giocatore sulla faccia della Terra, probabilmente di uno dei migliori tre di sempre (gli altri due? Maradona e Ronaldo, quello brasiliano)… L’unico per cui vale davvero la pena sborsare una cifra simile. Non mi interessa se, ultimamente, l’altro alieno (CR7) ha vinto di più. Io, sempre e comunque, 35 milioni di euro all’anno (netti) li consegno nelle mani della Pulce… Ecco, poi bisognerebbe averli quei soldi, io al massimo potrei offrirgli una pizza ai quattro formaggi…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Ancora 48 ore e tutti si affannano: anche chi sembra aver chiuso tutto. 48 ore da vivere con il fiato sospeso... 16.08 - Siamo ormai alle battute finali e tutti si affannano per rifinire la squadra. Il Milan, è naturalmente, la big più attiva visto che per i problemi societari si è potuta muovere concretamente soltanto un paio di settimane fa. Sono arrivati a Milano Castillejo e Laxalt, entrambe operazioni...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Promosse e bocciate del calciomercato a 72 ore dalla fine: Juventus e Inter regine assolute. Segue il Milan. Solo sufficienti Napoli, Roma e Lazio. E in coda, in bocca al lupo all'Udinese, ne ha bisogno... 15.08 - A 72 ore dalla fine del calciomercato, andiamo con il pagellone sospeso della Serie A, con le squadre divise tra promosse, rimandate e bocciate. Ma con una premessa fondamentale: qua non si giudica il conto economico, e nemmeno soltanto gli acquisti. E nemmeno della squadra costruita...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: mercato con (doppia) sorpresa, ma occhio a Nedved... Inter: dopo il settimo (Keita) c'è una certezza. Milan: 2 colpi in 4 giorni, l'impresa di Leonardo. Napoli: il "complesso" di De Laurentiis 14.08 - Ciao. C'è il fuso. Son dall'altra parte del mondo. Al mare. È un posto strano. Qui, per dire, è nuvoloso da 4 giorni. Sapete quando sono arrivato? Quattro giorni fa. Il fuso è devastante. Soprattutto se vuoi stare al passo con le robe del mercato. Per questo metto tanti punti. Almeno...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

De Laurentiis, 5 giorni per dare un senso a questo mercato. Milan, sessione intelligente. L’Inter dietro la Juve. Volevate il Commissario? Era meglio Montalbano… 13.08 - Cinque giorni e poi sarà tutto finito. L’assurdità di chiudere il calciomercato il 17 agosto, alle ore 20.00, lascerà tanti cadaveri sulla riva del fiume. Lo scriviamo da mesi, adesso, molti club di serie A iniziano a capire la fesseria di seguire Marotta nell’unica sciocchezza fatta,...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il mondo dorato di CR7 e quello sommerso dei Tribunali, dove vige il tutti contro tutti. Tra udienze, sentenze e ricorsi B e C sono in pieno caos. E anche la Serie A non può dirsi tranquilla 12.08 - E' un'estate strana, particolare. Senza dubbio unica quella che tra meno di una settimana - per gli operatori di calciomercato - chiuderà i battenti. Non sono mancate le notizie, né i colpi di scena. Sono stati mesi che hanno riportato una manciata di club italiani a sedere di nuovo...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Ore decisive per il futuro di Modric. Inter, fatta per Keita. Il Milan pronto a chiudere per Bakayoko. Ochoa in pole per il Napoli, occhio anche a Tatarusanu. 11.08 - Luka Modric, l’Inter e il Real Madrid. Sono ore decisive per il futuro del centrocampista croato vice campione del mondo, che vorrebbe andare all’Inter, anche se non è intenzionato ad arrivare ai ferri corti con Florentino Perez. Il numero uno del Real non cede. Anzi in Spagna sono...

EditorialeDI: Luca Serafini

I colpi di Leo, il ruolo di Paolo, il lavoro di Rino: notte prima degli esami 10.08 - Tra una settimana è campionato. Possiamo davvero dire che l’estate è volata, sotto questa cappa di afa con ventate di grande ottimismo. Di meritato sollievo. Mi fanno ridere i censori del ruolo di Paolo Maldini, come se avere una figura di riferimento così autorevole non fosse già...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Modric ancora attesa, Keita si tratta ad oltranza. Bakayoko convinto ora si fa sul serio. Portieri Napoli e quello del Chievo. Ultima settimana... 09.08 - Doveva essere il Modric-day, nel bene o nel male, ma si è trasformato in un altro giorno di attesa. Tutto rinviato a data da destinarsi, forse venerdì, visto che le prossime ore saranno quelle di Cortouis e che Florentino non vorrà togliere la scena al suo portiere con la grana Modric....

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Modric-Inter: è il D-Day. Ecco perché tutti i fattori esterni sono contro l’Inter (diversamente da come erano stati tutti a favore della Juve con Cristiano). Pogba-Barcellona: dipende da Lotito… 08.08 - E’ arrivato il giorno in cui l’Inter saprà se può tornare a sognare l’impossibile, come non le accadeva dai tempi del Triplete. Nonché in cui la Serie A può scoprire se davvero le cose hanno già cominciato a cambiare a livello sistemico, o se il locomotore Juventus tira ancora il...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter: in attesa del "miracolo Modric" si punta a Keita! Juve: altro tassello in arrivo al centro. Milan: attenzione, Leonardo ha un segreto... Napoli: 10 giorni per risolvere un equivoco 07.08 - Ciao. Mancano 10 giorni alla chiusura del mercato poi, purtroppo, inizierà il campionato. Il campionato non interessa a nessuno. A tutti interessa il mercato. “Chi arriva?”. “Ne prendiamo due?”. “La pista è calda?”. Queste cose qui. Pochissimi si chiedono “dove giocherà?” o “ha senso...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy