HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Rinnovo Icardi: cosa farà il capitano dell'Inter?
  Resterà all'Inter senza rinnovo
  Rinnoverà il contratto in scadenza nel 2021
  Non rinnoverà e lascerà l'Inter in estate

La Giovane Italia
Editoriale

Juve: attacchi, pareggi, parole (e anche alcuni fatti...). Inter: Spalletti, il derby e le idee chiare. Milan: il problema dell'"obiettivo" e i soliti chiacchieroni. Napoli: c'è chi si stupisce...

23.10.2018 07:36 di Fabrizio Biasin  Twitter:    articolo letto 30189 volte
© foto di Alessio Alaimo

Ho veramente poco tempo. Scusate.
Veniamo ai fatti. Sono dieci.

1) C’è stato il derby. 2) Ha vinto l’Inter. 3) Hanno eletto Gravina presidente federale col 97 % dei voti. 4) Hanno fatto vedere il servizio di Report. 5) La Juve ha perso due punti in campionato. 6) Oggi e domani c’è la Champions. 7) Di Francesco ha problemi. 8) Il Napoli funziona che è un piacere. 9) Brocchi è il nuovo tecnico del Monza. 10) Gattuso torna sotto ai riflettori.

Svolgimenti.

Il derby è stato stupendo. Non tanto per quello che si è visto in campo, ma per l’atmosfera. San Siro pieno, zero incidenti, tutti allo stadio insieme, sfottò, 5 milioni di incasso, super coreografie. L’Inter ha vinto in campo, Milano ha vinto in generale.
L’Inter porta a casa i tre punti. Ci riesce grazie al suo capitano, bravissimo eccetera eccetera. Tutti dicono “che belli gli attaccanti moderni che danno una mano”, poi non segnano per una settimana e gli rompono le balle (vedi Dzeko). Icardi ben fa "a fare quello che fa", Spalletti ben fa a tenerlo “lassù”. Pensate, c’è chi riesce a criticare il tecnico dei nerazzurri anche dopo 7 vittorie filate perché “non cambia mai modulo”. Chi lo attacca non si rende conto che, al contrario, la scelta del 4-2-3-1 ha tanto senso: è il modo certamente migliore per far rendere quel fenomeno là davanti (prima lo capiscono anche in Argentina, meglio è per loro).
Abbiamo un presidente Figc. Ci abbiamo messo un anno ma alla fine quantomeno ha vinto con percentuale bulgara. Il motivo è semplice: il sistema elettorale (fino a modifica dello statuto) fa prevalere non chi ha le idee, ma chi riesce a strappare il consenso per “fette di voti”. Chi fa meglio politica, insomma. Ma in questo caso le cose sembrano combaciare. Incrociamo le dita che, per fortuna o purtroppo, si può solo migliorare.
Ho mandato questo pezzo alle 22. Ergo, non so una mazza. La sensazione (ma ripeto: non ho visto nulla) è che si cerchi in ogni modo di trovare qualche nuovo argomento per completare la frase “la Juve ha vinto negli ultimi sette anni perché…”. E invece ha vinto solo perché è stata la più brava a gestire un calcio che è cambiato drasticamente negli ultimi dieci anni.
Succede. Eppure c’è chi ha già detto “questa Juve non è una macchina perfetta”. È vero, ci mancherebbe, ma non lo era neppure prima del gol di Bessa. In ogni caso non sarà semplice fermare la corsa di una squadra che nel secondo tempo ha messo in campo Dybala, Duglas Costa e Bernardeschi. La Juve ha una rosa superiore e l'ha messa insieme grazie a programmazione e intuizioni, altro che balle.
Dove le italiane devono confermare i progressi dell’ultimo giro. Ci eravamo lasciati con quattro vittorie sue quattro, un’abbuffata. Ora gli avversari sono più tosti: il Cska, ma anche lo United, il Psg, il Barcellona. In caso di nuovo filotto avremo una conferma in più in merito alla crescita delle nostre squadre. E chi sostiene che non ne meritiamo quattro in Champions forse aveva ragione un tempo, ma non l’avrebbe più ora.
Tattici e “psicologici”. Nel senso che la Roma sembra montata male, con qualche doppione di troppo e qualche falla rimasta scoperta. E poi pare avere leader pigri, come Dzeko: a volte è una furia, altre sembra il fratello triste del primo anno in Italia. La Roma avrebbe bisogno di continuità ma per ottenerla è necessario che siano continui i suoi giocatori. E di sicuro anche la sua proprietà.
Funziona perché Ancelotti l’ha cambiato ma non "tanto per". L’ha cambiato per migliorarlo: 4-4-2, meno fronzoli, più responsabilità ai giocatori. Parliamoci chiaro: più di Ancelotti stupisce "chi si stupisce".
Berlusconi ha esonerato il tecnico Zaffaroni al Monza. Al suo posto ha scelto Brocchi. Dovrà giocare con due punte, sembra evidente. Ed un trequartista. Pure. In ogni caso può essere una buona idea: Brocchi ha bisogno di rilanciarsi tanto quanto il Monza. Il tempo ci dirà se Silvio ci ha azzeccato.
Molti vogliono l’esonero di Gattuso perché ha tanti punti quanti ne aveva il Milan l’anno scorso dopo 8 giornate. Lo massacrano perché ha perso il derby. Perché ha detto che “l’Inter ai punti ha meritato”. Essere onesti e sinceri non significa essere "cattivi allenatori". La verità è che Gattuso raramente parla a sproposito: che il Milan non sia ancora al livello dell’Inter è evidente, anche solo per questioni del genere "da dove si è partiti". Il Milan deve arrivare al quarto posto, pretendere di più è semplicemente controproducente. Il discorso è sempre lo stesso: cambiare valutazione su squadre e soprattutto tecnici ogni santa settimana è sciocco. Lasciamoli lavorare.
Scusate, sono veramente fuori tempo massimo. La vita è complicata. "Voglio morire adesso, voglio morire qui. Senza pietà". (Cit.).


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juve-Milan con Higuain in mezzo: ma i rossoneri si meritano di più (e le voci su Piatek…). Inter: l’incontro con Icardi (non ancora fissato) e l’obiettivo del club. Stadi chiusi: ecco l’occasione per dimostrare del buonsenso 15.01 - Ciao. Uno ieri mi ha detto “Buon anno”. È stato molto gentile, ma dopo l’Epifania la vivo come una presa per il culo. Oggi è il 15 gennaio. Secondo il calendario originale la sessione di mercato sarebbe dovuta terminare tra tre giorni. Invece andrà avanti fino al 31. Che bello, così...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Inter-Icardi, Mauro indossa tu i pantaloni. Ridateci l'albo degli agenti e basta con mogli improvvisate. Gonzalo, resta dove sei. Capotondi, per favore risparmiaci le lezioni e torna a fare cinema 14.01 - La "telenovela" Icardi è un finto problema per l'Inter ma quando il campionato è fermo fa tutto brodo. Per Wanda, per i giornali e per le tv. Parliamo di Icardi perché fa notizia. La notizia, comunque, non c'è se non che Mauro vuole più soldi ma ancora non ha capito come fare le trattative...

Editoriale DI: Marco Conterio

La caccia al nuovo sogno mercato della Juventus passa dai conti. E dall'inevitabile partenza di un big. Icardi, decimo stipendio della A: con l'Inter è braccio di ferro economico 13.01 - Kylian Mbappè. Come sogno e come chimera. Come grande obiettivo, perché "adesso la Juventus deve puntare i nuovi Cristiano Ronaldo". E chi meglio del crack francese che col portoghese si scattava le foto da giovane e imberbe talento? Chi meglio di un giocatore che a Parigi non vive...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Higuain e Morata situazione in evoluzione, ma il Milan punta a tenere il Pipita. Icardi-Inter vertice in settimana per trattare il rinnovo.  Juventus, dopo Ramsey ora è il turno di Romero. Per Barella continua il pressing di Chelsea e Napoli 12.01 - Sono giorni importanti per capire il futuro di Higuain e Morata. Le posizioni sono molto chiare. Sarri considera il Pipita l’uomo giusto per aumentare tantissimo il potenziale offensivo del Chelsea. Sta spingendo perché questa possa diventare un’ipotesi concreta fin da subito. Higuain...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Allegri-Real Madrid: contatto. Icardi, fissato l’incontro per il rinnovo. I piani di Marotta per la firma. Pregiudizi su Wanda: fa solo il suo lavoro. Higuain vuole solo il Chelsea e mette in crisi Leonardo 11.01 - Non so se Max Allegri durante le recenti vacanze abbia davvero sposato Ambra come scrivono i giornali di gossip, so invece che ha ricevuto una telefonata da Florentino Perez. Auguri, certo, ma anche una nuova, decisa proposta per la panchina del Real Madrid. L’anno scorso la telefonata...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Icardi e il rinnovo, Higuain e il Chelsea. Le novità su Ramsey, il ritorno di Gabbiadini e le strategie del Napoli... 10.01 - L'ultimo colpo di giornata lo ha messo a segno la Sampdoria che riabbraccia Gabbiadini. Lo riporta in blucerchiato: operazione complessiva da 12 milioni di euro (3 di prestito e 9 per il riscatto obbligatorio più bonus legati alla qualificazione in Europa). La Samp non voleva lasciarsi...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Godinopoli: l’Inter sta per fregare la Juventus per la prima volta dopo tanti anni, soffiandole Godin. Il messaggio di Marotta alla Juventus è chiaro. Skriniar: il Manchester United c’è, il rinnovo no 09.01 - La tentazione è davvero tanta per non usare questa parola, e come diceva Oscar Wilde: “Posso resistere a tutto, tranne che alle tentazioni”. E’ Godinopoli: il colpo che l’Inter sta portando a termine, concludendo l’acquisto di Diego Godin, è un cambio epocale nella storia minima...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Quanti nomi attorno all'Inter, ma solo al prezzo giusto (con due parole su Robben). Juve, Ronaldo porta Ramsey. E Ramsey porta... W il mercato, anche se a gennaio vince sempre... il fairplay finanziario 08.01 - Buon Natale a te e famiglia. Così, a sorpresa. La depressione da rientro post-feste renderà questo editoriale più sconclusionato del solito. Io vi ho avvusato. Con la "u", avvusato. Il rientro dalle feste natalizie è uno schifo perché ti senti grasso e quando torni a casa c'è...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Milan, se ci sei batti un colpo. Muriel, tocco di classe del "Corvo". Inter, sveglia su Barella. Nella "Gabbia" dorata della Premier 07.01 - La situazione del Milan rischia di diventare, seriamente, pericolosa. Dopo i complimenti che abbiamo fatto a Leonardo per come ha difeso Gattuso, pubblicamente, prima della gara con la Spal oggi dovremmo fare alcune riflessioni di mercato. Perché, appunto, il mercato è una cosa seria....

Editoriale DI: Andrea Losapio

Il domino Juventus prevede Dybala via: speranza Mbappé, Pogba vorrebbe tornare. Rivoluzione in casa Inter, Godin è (forse) il primo tassello. Incognita Milan, ma lavorano tutti per giugno 06.01 - Lo scomodo effetto Cristiano Ronaldo ha portato un tangibile problema al calcio italiano. Nessuna delle big si muoverà per rinforzare la rosa in maniera poderosa a gennaio. Non lo farà il Napoli, nonostante il forte interessamento per Hirving Lozano - con richieste comunque altissime,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->