VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi è stato il calciatore rivelazione della stagione di Serie A?
  Andrea Conti
  Mattia Caldara
  Federico Chiesa
  Piotr Zielinski
  Gianluigi Donnarumma
  Franck Kessie
  Sergej Milinkovic-Savic
  Roberto Gagliardini
  Emerson Palmieri
  Roberto Inglese
  Diego Falcinelli
  Giovanni Simeone
  Gerard Deulofeu
  Patrik Schick
  Lucas Torreira
  Lorenzo Pellegrini
  Jakub Jankto
  Amadou Diawara

TMW Mob
Editoriale

Juve, era Anderson dello United l'alternativa segreta a Nainggolan. Roma, obiettivo Paredes: Sabatini lo vuole bloccare adesso per il 2014. Vrsaljko, osservato speciale dell'Inter nel derby

Nato a Castellammare di Stabia (NA) il 28 marzo 1974, inizia a collaborare per Telenuovo Padova. Giornalista Professionista dal 2001, è il massimo esperto di calciomercato per Sky Sport
18.09.2013 00.00 di Gianluca Di Marzio  Twitter:    articolo letto 31781 volte
© foto di Balti Touati/PhotoViews

E' bastato un infortunio, quello di Gomez, per riaccendere la macchina del mercato: voci e pensieri, indiscrezioni e telefonate. Pradè ha passato la notte di domenica in bianco, spulciando i nomi degli svincolati, soffermandosi su Marica e Rocchi. L'attaccante rumeno sarebbe stato un profilo interessante: ha ancora 28 anni, esperienza da Champions, ma il suo carattere non convince fino in fondo. I suoi corteggiatori, al momento, sono soprattutto inglesi. L'Arsenal lo voleva ma poi ha lasciato perdere, adesso c'è il West Ham (offre 1,5 e lui chiede 2 a stagione) e potrebbe spuntare il Tottenham se divorzierà da Adebayor, Villas Boas è molto tentato. Tornando a Pradè, la scelta di prendere uno svincolato è stata poi sospesa. Gli ultimi esami effettuati da Gomez sono stati infatti incoraggianti e Rocchi, la soluzione più gradita, avrebbe bisogno di un mese per entrare in forma. Fosse stato pronto subito, per giocare, la Fiorentina avrebbe forse valutato diversamente la sua candidatura. Per sostituire il tedesco, quindi, Montella si affiderà a Rebic in campionato e Ilicic in Europa League, con le alternative rappresentate da Mati Fernandez, Yakovenko e Joaquin per un modulo con una sola punta (pregando che Rossi non abbia mai il raffreddore) e tanti centrocampisti che s'inseriscono. Il mercato insomma inizia a svegliarsi dal breve letargo, domenica ero a Marassi per vedere il derby e ho visto Mariolino Corso, osservatore dell'Inter. La sua presenza è stata abbinata a Obiang, ma -da quanto mi risulta- i nerazzurri sono sulle tracce di Vrsaljko, un amore mai svanito. A gennaio, durante l'operazione Kovacic, Branca e Ausilio si informarono con la Dinamo Zagabria anche sul prezzo del giovane esterno destro, la risposta fu gelida: 8 cash, niente da fare. L'avvocato Bozzo (ottimo feeling con il presidente Mamic) ha comunque memorizzato e ritentato col Genoa durante l'estate, la cifra diventata nel frattempo più accettabile. 4 milioni e operazione chiusa, per la gioia di Delli Carri che ci ha sempre creduto. Ad Appiano, nel frattempo, Vrsaljko è tornato nei radar dell'Inter che ha deciso di seguirlo quasi tutte le settimane con un inviato speciale. E i primi esami italiani sono stati superati a pieni voti. Genoa che si gode anche un Gilardino versione mondiale e Calaiò partner ideale per il nuovo attacco a due punte. Liverani ha insistito molto per prenderlo dal Napoli, una trattativa concretizzata nel finale dopo gli assalti (vani) ad Abel Hernandez e Bergessio. Sì, perché Gonzalo Bergessio è stato davvero a un passo dal Genoa, contatti mantenuti segreti con il Catania e una differenza di circa 1 milione mai colmata. A proposito di retroscena e di nomi emersi solo adesso, ecco l'alternativa bianconera a Nainggolan, storia degli ultimi frenetici giorni di calciomercato: era Anderson del Manchester United, poco impiegato da Moyes e valutato attentamente da Marotta e Paratici. La Juve ha sperato fino all'ultimo di convincere il Cagliari a cedere il belga, decidendo così di non spingere troppo per il brasiliano. Chissà che l'idea non possa però concretizzarsi alla riapertura. Quando la Roma non potrà tesserare Paredes del Boca perché extracomunitario. Ma l'intenzione di Sabatini è quella di bloccare già adesso il suo nuovo pupillo per portarlo poi l'estate prossima. Leandro Paredes, classe 94, è uno dei nuovi talenti d'Argentina: adesso è infortunato e davanti ha sempre Riquelme, ma il suo repertorio ha fatto da tempo innamorare il ds della Roma. Che ne sta parlando con il suo agente Pablo Sabbag. Lo stesso di Lamela...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Capolavoro Juve: Agnelli vince tutto ma la famiglia lo ostacola. Inter, Sabatini ha "scelto" Spalletti. Roma, blitz decisivo per Di Francesco. Sassuolo e Bari, in due per Bucchi 22.05 - Fanno più effetto le immagini del "trionfo" del Milan che quelle dei festeggiamenti della Juventus. La fotografia di San Siro che lancia in aria Montella e del giro di campo della squadra che festeggia un preliminare di Europa League è il riassunto di quanto abbia lavorato male in...
Telegram

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Sabatini non basta a Suning: c'è un altro super consulente. Spalletti, le avances all'Inter ti stanno screditando: perché non restare a Roma? Bravo Napoli, strappo alla regola necessario per il grande obiettivo 21.05 - E' stata la settimana dei verdetti: Chelsea campione d'Inghilterra, Monaco campione di Francia, Feyenoord campione d'Olanda. E così via, col Real che può aggiungersi alla lista già questa sera: basterà un pareggio sul campo del Malaga. In Italia la Juventus ha alzato la Coppa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Giù le mani da Kessie! Milan-Atene e Juve-Cardiff. Inter: la guerra di Piero 20.05 - Ma Kessie inventeranno, se davvero il centrocampista dell'Atalanta verrà ufficializzato come nuovo giocatore del Milan? Fino a metà stagione, era il simbolo della freschezza e dell'energia dell'Atalanta, era il vero crack del centrocampo bergamasco anche più di Gagliardini, era il...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Milan, ecco i piani di Fassone e dei cinesi. Subito grandi, non solo Musacchio, Kessie e Rodriguez. Kalinic si può. Inter, Sabatini-Ausilio decidono su Spalletti 19.05 - Chissà dove saranno adesso quelli che vagavano per la Cina suonando ai campanelli con scritto mister Li per poi annunciare in Italia: non risponde nessuno, non esiste. Pensando che la Cina sia come Abbiategrasso. Chissà dove saranno le vedove di Galliani, delle cravatte gialle...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il primo passo della Juve parte 10 anni fa. Le ricostruzioni milanesi: fra Kessié e Pochettino. E i 7 gioielli del mercato italiano... 18.05 - Un passo, il primo. Quello che ti consente ancora di sperare nel triplete. Perché se la vittoria del campionato è stata rimandata dalla sconfitta di Roma (ma le prossime partite della Juventus destano meno preoccupazioni), aver alzato la coppa Italia consente alla Juventus di poter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Sarri vuole più soldi? Inter in ascolto… Donnarumma-Milan, pericolo! Roma-Genoa, incubi per Spalletti 17.05 - Tra poche ore sapremo se la Juventus alzerà al cielo il primo trofeo della stagione (Coppa Italia) o se, come qualcuno ha ripetuto, all’infinito, in questi giorni, “la sconfitta con la Roma ha minato le certezze dei bianconeri”. Un occhio alla Juve, l’altro alla Lazio, una delle realtà...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter, riparte il casting: il nome per la panchina più dura della A. Il ko della Juve non riapre il campionato, ma rivela una verità.Milan: due appuntamenti, è l'ora dei fatti. W Sarri e la dura legge del talento 16.05 - Eccoci lettori di Tmw, a voi giustamente non fregherà nulla, ma l'altra sera c'è stato l'Euro-Festival, una roba di cantanti che curiosamente cantano e giurie che curiosamente giudicano. Il tutto per decretare la canzone più bella del Vecchio Continente. Bene, per l’Italia c’era in...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Piero, un consiglio da vecchi amici. Sabatini ha bruciato più calciatori che sigarette. Inter con i soldi, Milan con le idee dei dirigenti. S.P.A.L.: Serietà, Professionalità, Azzardo, Lealtà. Il patrimonio di De Laurentiis non va sprecato 15.05 - Lo abbiamo osannato quando c'era da osannarlo, lo abbiamo criticato quando c'era da criticarlo ma oggi vogliamo parlare a cuore aperto. Piero Ausilio, Direttore Sportivo dell'Inter non sappiamo ancora per quanto tempo, è un bravo ragazzo; uno che si è fatto da solo che dalla Pro Sesto...

EditorialeDI: Andrea Losapio

100 milioni per Belotti ma Dani Alves è costato 0. L'Inter vuole Conte, il Milan doveva rinnovare per Donnarumma tre mesi fa. La stampa si merita i lettori che ha... e viceversa 14.05 - È stata una settimana molto piena. Il Milan incomincia a tirare fuori le cartucce e incontra mezzo mondo, l'Inter esonera Pioli mentre la Juventus va a Cardiff, il Torino non vorrebbe cedere Belotti ma Cairo incomincia a contare i soldi, la Roma saluta Totti con l'omaggio di San Siro,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan-Inter: derby senza soste. Allegri il cannibale: è a Cardiff, ma pensa a Doha. Chelsea: Antonio Conte come Diego Costa. Inter: i casi Medel e Gagliardini 13.05 - Il Milan tira dritto in silenzio. Lavora di giorno sotto la luce dei riflettori di Casa Milan e di notte, senza luci e senza riflettori. E forse quando si tireranno le fila del mercato estivo rossonero, si scoprirà che si è trattato di notti produttive. Degna di nota, esattamente...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.