VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

Editoriale

Juve mani su Pjanic, e dalla Spagna... la Roma pensa alla difesa, l'Inter pure. Bielsa e la Lazio, Napoli ed Herrera... mercato grandi firme

09.06.2016 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 50840 volte
© foto di Federico De Luca

La Juventus ha in pugno Pjanic. Basterebbe questo forse per decretare già la regina del mercato, anche se siamo soltanto agli inizi di giugno e formalmente non è partita neanche la campagna acquisti. Ma c'è stata l'accelerazione decisiva: nelle scorse ore infatti Marotta e Paratici sono stati a Roma per chiudere nel dettaglio l'accordo con il giocatore, perché la chiave è proprio quella... Andiamo per ordine, la Juventus ha deciso di pagare la clausola, ma poiché al giocatore sarebbe andata una percentuale sulla futura rivendita del 20% la Juventus è come se avesse uno sconto sui 38 milioni indicati nel contratto. Pjanic rinuncia a quei soldi che verranno inseriti nel contratto come stipendio spalmati in 5 anni. Mentre la Roma incasserà 30,4 milioni di euro (facendo una plusvalenza di quasi 26 e mezzo). Ora la trattativa (che fra le società non c'è mai stata) non sarà mai sul prezzo ma sulle modalità di pagamenti. Infatti la clausola imporrebbe una liquidazione del prezzo in unica soluzione, magari potrebbe essere interesse di entrambe (contropartite, un piccolo aumento del prezzo) decidere una forma di pagamento diversa. Ma a questo punto pare difficile che l'affare non si possa fare. E di sicuro una parte importante in questa vicenda l'ha giocata proprio il giocatore. Che senza rinnovo di contratto (il suo con la Roma scade nel 2018) doveva essere venduto e con un prezzo già fissato.
La Juve peraltro potrebbe avere anche la disponibilità economica per chiudere l'operazione in un anno solo (come pagamenti) perché nel frattempo sta anche intavolando una trattativa oer la cessione di Pereyra oer 10 milioni di euro più 3 di bonus al Watford: la Juventus preferirebbe 13,5 subito per non fare minusvalenza e per avere più liquidità possibile per l'affare Pjanic. E Pogba? Trovano le conferme le indiscrezioni rilanciate ieri. Il Real sarebbe interessato eccome e starebbe pensando, come detto, a una superofferta. Anche qui dipenderà molto dal giocatore: la Juve non vuole cederlo, ma in Spagna sono sicuro che la Casa Blanca si sia cominciata a muovere con Raiola.
Mentre invece dopo le notizie della serata potrebbe perdere di forza la paura avuta dai tifosi della Roma su Nainggolan. Dal ritiro ha detto che Conte lo vuole al Chelsea e non sa se resterà alla Roma. L'offerta non è considerata alta dai giallorossi, che soprattutto ora che saranno costretti a veder partire Pjanic lo terranno stretto. E chissà che la vicenda Pjanic non abbia subito un'accelerata dopo l'infortunio di Rudiger che era la chiave per far restare in giallorosso i big a centrocampo. Ora la Roma non solo non può venderlo, ma deve comunque trovare il sostituto: individuato in Ogbonna. Chiesto il prestito al West Ham: la risposta degli inglesi è stata che se qualcuno lo vuole (il Chelsea di Conte, proprio dopo l'infortunio di Rudiger) deve tirare fuori 25 milioni. Le alternative concrete allora sono due: uno è un giovanissimo. Lindelof del Benfica, 21 anni, ma anche in questo caso la richiesta è stata molto alta. L'altro è un vecchio pallino di Sabatini: Juan Jesus dell'Inter. Già a gennaio le due società avevano parlato. La valutazione è intorno ai 15 milioni di euro, ma i rapporti fra le due società sono buoni e è possibile che in qualche modo si riesca a trovare una soluzione. E l'Inter? L'Inter virerebbe su Acerbi in caso di partenza di uno dei big in difesa (Murillo,Miranda, Juan), continua a seguire Candreva con grandissimo interesse, anche se il prezzo iniziale fatto da Lotito è altissimo e si affievoliscono le avances per Handanovic da parte del Psg. Quindi se il portiere rimane, Icardi è incedibile gli indiziati per la partenza sono Murillo e Brozovic.
La Lazio ancora non ha scelto l'attaccante. E Lotito sta contattando molti allenatori. Ora il sogno è Bielsa che è stato incontrato almeno due volte. Chiede almeno 2 milioni e mezzo a stagione, troppo per i parametri della Lazio. Ma a questo punto, sinceramente, sarà difficile vedere Prandelli sulla panchina della Lazio. E soprattutto sarà difficile non considerarlo una seconda scelta dopo che Lotito ha provato a chiamare tutti, mentre aveva già il suo sì.
Il Napoli continua nella serratissima trattativa con il Porto per Herrera. Ora la concorrenza si chiama Liverpool, ma pensate che il procuratore del giocatore è con il ragazzo a Los Angeles, in ritiro, pronto a fargli firmare il contratto. Intanto arriva la prima offerta ufficiale per Fabinho: 11 milioni di euro più bonus al Monaco. E come investimento sui giovani piace moltissimo Keita dell'Entella. Il Napoli potrebbe prenderlo per poi girarlo o al Chievo o al Crotone.
La Fiorentina ha fatto un tentativo per Carrillo dello Sporting Lisbona, ma la valutazione è troppo alta (30 milioni di euro) e intanto Corvino ha deciso che porterà in ritiro il figlio di Hagi, che gioca ora nel Vitorul. Il Torino continua a trattare per Gabriel, il Milan lo darebbe ma soltanto a titolo definitivo. Ancora non è ufficiale a Bergamo l'arrivo di Gasperini solo perché ancora formalmente Gasp non è stato liberato dal Genoa. Legato soprattutto alla situazione di Crotone che prima di liberare formalmente Juric vuole mettere sotto contratto il suo allenatore (De Zerbi? Oddo?). Nel frattempo continua a trattare giocatori la società: difficilmente rimarrà Gabriel Silva (che torna ad Udine), preso Michele Emmausso (clSse 97 ) dalla Caivanese (40 gol nell'ultima stagione) e potrebbe essere girato all'Entella o alla Lucchese. Tentativo anche per Ricci della Roma, che però i giallorossi vorrebbero portare in ritiro. Il Cagliari vorrebbe Padoin dlala Juve e spera di chiudere nelle prossime ore e insiste anche per Rincon del Genoa, ma ancora non c'è l'accordo. La Samp sta trattando Chick, attaccante 20enne dello Sparta Praga. Atalanta ha un'ipotesi Bizzarri se dovesse andar via Sportiello, anche se bisogna far attenzione ad Agazzi: ha ricevuto una buonissima offerta dal Paok, ma ancora non ha deciso. Il Sassuolo ha chiesto Mandragora alla Juve (che non lo da)' l'Empoli domani vorrebbe chiudere Bellusci del Leeds. Il Crotone ancora non ha trovato l'accordo per Ricci e Diq, si rivedranno. Incontri anche con Inter e Fiorentina per Yao e Capezzi. All'Inter chiesto anche Gnoukouri e piace Iemmello del Foggia. Il Chievo ha contattato Verdi che il Carpi dovrebbe riscattare e ci prova anche per Caprari. In B incontro positivo fra Panucci e Latina. Alla Salernitana in B dovrebbe andare Simone Inzaghi. E a proposito di ex giocatori che fanno gli allenatori Zampagna, premiato quest'anno come miglior allenatore in Umbria dai suoi stessi "nuovi" colleghi, ha iniziato con una gavetta dura, dal bassissimo. Ma il lavoro paga: per lui pronta la panchina del Trestina, sempre in Umbria, ma stavolta nei dilettanti: pronto per il salto nei pro, anche da allenatore...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Inter, mercato di gennaio intelligente: ecco cosa manca. Milan, si accende la luce di Rino e si spegne quella di Fassone. Verona assurdo: Pecchia e Fusco non da A. FIGC, Tommasi faccia un passo indietro... 22.01 - Difficile chiedere qualcosa di più, sul mercato, all'Inter. Senza soldi ma con molte idee. Suning tiene chiusa la borsa cinese e, prima o poi, dovrà spiegare anche cosa vorrà fare di questa Inter; affida a Sabatini l'arduo compito di rinforzare una squadra che senza Champions vedrebbe...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Verdi-Napoli: in estate scopriremo la verità. Milan, fidarsi di Mendes è stato un errore. Cosa fai Monchi? La Roma sta rischiando grosso 21.01 - Ma cosa passa nella testa di alcune persone? Me lo sono chiesto in questi giorni vedendo le reazioni e alcuni messaggi rivolti a Simone Verdi - e persino alla sua compagna - per la scelta di restare al Bologna. Offese personali, addirittura qualche minaccia di morte. Ma perché? Badate...

EditorialeDI: Mauro Suma

Balotelli: il Milan c'entra Buffon: come Rivera l'ultimo anno Thohir: Inter usata in chiave anti Milan? 20.01 - Cosa c'entra il Milan con Mario Balotelli? Niente. Anzi, parliamone. La prima sensazione infatti è che l'apertura di credito a quanto sta facendo Balo in Ligue 1 significa che i cannoni mediatici restano belli accesi e belli carichi proprio sul Milan in relazione a eventuali sviluppi...

EditorialeDI: Luca Serafini

Napoli, Inter, Roma: mercato pro-Juve, ma fanno notizia le ombre del Milan 19.01 - Non cadete nelle trappole propagandistiche. La politica italiana ha così pochi argomenti propositivi che l’unico esercizio remunerativo appare la distruzione verbale dell’avversario. Insulti, minacce, dubbi e sospetti, così l’operazione Berlusconi-Milan cinese è diventato (dopo il...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter avanti per Rafinha, ma spuntano le alternative, le mosse (segrete) del Napoli e quelle (clamorose) delle spagnole: da CR7 a Griezmann... 18.01 - Il primo incontro con il Barcellona ora deve maturare. L'Inter, con il suo direttore sportivo, ha allacciato ufficialmente i rapporti (fra società importanti come Inter e Barca è molto meglio, anche diplomaticamente, parlarne di persona) e ha "lanciato" l'ultima offerta. 35 milioni...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Giù le mani da Nainggolan… Verdi, la risposta è ok! Inter, nomi all’altezza? Quanto vale oggi CR7? 17.01 - A Milano fa freddo… Di colpo, pare che l’inverno si sia ricordato di esistere. Anche il calciomercato pare “bloccato” in una morsa gelida. Non si muove quasi nulla. A chiacchiere stiamo a 1000, come sempre. C’è un nome che continua ad essere scritto a lettere cubitali: RADJA NAINGGOLAN....

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: oltre a Emre Can, un altro colpo per giugno. Inter: la cena con Pastore e la strategia per Rafinha. Milan: un anno di polemiche, la compravendita e altri “misteri”. Napoli: occhio alla risposta di Verdi. E in Figc… 16.01 - Ciao. Siamo in regime di sosta invernale. La sosta a suo tempo ci stava antipatica perché era "sosta della nazionale" ma siamo stati bravi e abbiamo deciso di eliminarla del tutto, infatti per non rischiare non scegliamo neppure un ct ("vuole un ct?". "Sia mai! Poi quello magari pretende...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Cessione Milan, una giustizia col Rolex. Napoli, blinda Sarri: ora o mai più! Sabatini, sei più bravo senza portafogli. Figc, che pasticcio! Serve l'intesa 15.01 - La giustizia con il Rolex ci ha sempre fatto paura. Ciò non significa che le indagini non vadano condotte, ma tempistiche e modalità sono al quanto dubbie. Premesso che non siamo fan di Berlusconi (chi legge questo editoriale con un po' di costanza lo sa bene), non capiamo come mai,...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il primo bilancio del mercato e quello che può accadere da qui a fine mese: le regine sono al contrario. Juve già in ottica futura. Spalletti ritrova il sorriso coi due rinforzi, il Milan resta in bilico. E occhio al valzer dei tecnici in estate 14.01 - A metà del guado. Mancao solo due settimane nel calciomercato italiano e finora cosa è concretamente successo? Le regine sono al contrario, ovvero le formazioni che lottano per non retrocedere. Sugli scudi un Benevento in crisi nera di risultati ma con un presidente, Vigorito, che...

EditorialeDI: Mauro Suma

3 stadi, 3 derby e 3 film diversi. Milan, il vulnus Montella. Nazionale, Conte entra in scena. Ramires, Capello lo vuole in Cina 13.01 - Settimana di pausa campionato ed ecco che i protagonisti non diventano i giocatori o i tifosi, ma la loro cornice, il loro punto di ritrovo naturale: lo stadio, gli stadi. Milano, Genova, Roma: è stata una settimana cruciale su tutti e tre i fronti. Il fil rouge è stato soprattutto...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.