HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Calciomercato di Serie A in chiusura: qual è il vostro flop tra le big?
  Juventus
  Napoli
  Roma
  Inter
  Lazio
  Milan

La Giovane Italia
Editoriale

Juve-Milan e “l’intrigone”: Higuain sarà un Diavolo, ok lo scambio Caldara-Bonucci. Inter: Vrsaljko c’è, Vidal quasi! Napoli: "stravolgere" non è la soluzione, ma un colpo arriverà…

31.07.2018 07:27 di Fabrizio Biasin  Twitter:    articolo letto 77925 volte
© foto di Alessio Alaimo

Ciao. Sentite, fa un caldo bestia e sono a Milano. È il 31 luglio. Io sono certo che voi capirete se oggi mi sbrigo, anche perché me lo dite sempre (“la pianti di essere così lungo?”). Ci tenevo solo a dirvi che mi piacerebbe conoscere quelli che dicono che stare in città in estate è una figata, “altro che Formentera”. Io quelli li odio: di solito lo dicono da Formentera, tra l’altro. La città in estate non è una figata, è solo “un po’ meno brutta che d’inverno” perché trovi parcheggio e le bici elettriche del comune sono cariche, ma non c’è altro da aggiungere. E poi ci sono gli zombie.

D’estate a Milano ci sono gli zombie, sono quelli che escono di notte e fanno la coda dal gelataio in braghe e con lo sguardo spento. Vorrei tanto raccontarvi della Milano degli zombie ma mi rimangerei la promessa (“oggi mi sbrigo”) e poi devo andare a prendere il gelato.

Mi sbrigo. Perché c’ho il nervoso. Ma tra una settimana vado anch’io al mare e allora sì che potrò dire “quanto è bella la città d’estate”. Dai basta. Che devo andare a prendere il gelato. E son le 22. E in tv c’è solo la finalissima di Temptation Island. Pensa te come sono messo.

Allora, l’Inter ha preso Vrsaljko, che solo per imparare a scriverlo ci ho messo un mese. Ora per fortuna la tiritera è terminata. Vrsaljko ha la faccia da attore hollywoodiano anni ’70, arriva in prestito per 6.5 milioncini, il riscatto da riconoscere all’Atletico porterà il totale a 24. Spalletti e Ausilio avevano detto: “Servono altre due pedine”. Qualcuno l’ha incredibilmente tradotto con “Crisi Inter!”. Un grande classico. Ma la risposta è arrivata con l’ingaggio del vice-campione del mondo.

Ma ci stiamo vergognosamente dilungando.

L’Inter si sta avvicinando assai anche a Vidal, signori. Sembrava impossibile fino a qualche giorno fa, ma evidentemente Ausilio ha argomenti parecchio convincenti. Qui usiamo i doverosi condizionali: il cileno dovrebbe rinnovare con il Bayern e anche in questo caso arrivare in prestito oneroso (riscatto a 20/25 milioni). Non è fatta, ma è più che possibile e, converrete, trattasi di grande passo avanti. Con l’uscita di Joao Mario (al momento non ci sono club “veramente” interessati), il mercato nerazzurro – salvo offerte clamorose e improbabili per questo e quell’altro – dovrebbe terminare qui, ovvero con 7 nuovi acquisti e una rosa “a misura di Spalletti”. Ovviamente ci sarà qualcuno che lo riterrà un “mercatino”, ma sono gli stessi che dicono “che bella la città d’estate”. Diffidate da costoro.

Poi c’è l’intrigone. L’intrigone è quella roba che tu non hai voglia di metterci la testa per capire cosa hanno intenzione di fare Milan, Juve e Chelsea per sistemare le “pedine” Bonucci, Higuain, Caldara e Rugani, ma ti tocca farlo perché altrimenti molti ti chiedono: “E l’intrigone?” e ti tocca fingere di sapere.

Dunque, allo stato attuale delle cose, ovvero a 30 minuti dall’acquisto di mezzo chilo di gelato gusto “fiordilatte-liquirizia” (mi piace quello), “l’intrigone” è a questo punto: il fratello di Higuain ha parlato con la Juve, poi con Leonardo, Leonardo voleva Higuain già ai tempi del Psg, ergo è probabile che alla fine si trovi un accordo che porterà l’argentino in rossonero. La formula dovrebbe essere quella del prestito “onerosissimo” (18 milioni) con diritto di riscatto a 55 complessivi (l’Uefa parifica l’obbligo all’acquisto e i rossoneri devono “tenere a bada” l’Uefa). Il nodo è quello dell’ingaggio ma – spalma di qua, spalma di là – il bomberone non dovrebbe fare storie.

Quindi Bonucci-Caldara: i club viaggiano veloci verso l’accordo, anzi, l’accordo c’è già da prima che inventassero il gelato. La formula? Non ne ho la minima idea, chiedete a quelli al mare che sono assai rilassati e ne sanno certamente di più.

Ora il grande domandone: “Chi ci guadagna tra Juve e Milan?”. Boh, ce lo diranno gli esperti. E il campo.

Altro domandone: “E il Chelsea?”. O spara altissimo per Rugani, o si arrangia.

Ho già finito, anzi no. C’è da dire una cosa sul Napoli. Tutti dicono: “Il Napoli non fa il mercato, il Napoli verrà raggiunto dalle altre squadre, il Napoli di qua e di là”. Ancelotti in realtà è tranquillo, perché sa bene che acquistare e, soprattutto, smantellare, non sempre fa rima con “migliorare”, soprattutto se disponi della rosa che ha dato fastidio alla super-Juve per tutta la stagione ed è stata rimpinguata con Verdi e Ruiz (ma un’altra pedina arriverà…). Solo qualche appunto al quale daremo una risposta con la formula del “vero o falso” che tanto piace a De Laurentiis. Il patron del Napoli ha un filo rotto le balle con i suoi quotidiani peana? Vero. Il cardinale Sepe assomiglia al compianto Leone di Lernia? Vero. Ancelotti può vincere X-Factor a mani basse? Falso.

Vi ringrazio per la pazienza.

Chiudo il pezzo dalla gelateria appena raggiunta perché ho un ultimo domandone per tutti voi: è normale che il gelato abbia la valutazione dell’oro? 25 euro al chilo, ma cos’è diventata Milano, una giungla? (Twitter: @FBiasin).


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Promosse e bocciate del calciomercato a 72 ore dalla fine: Juventus e Inter regine assolute. Segue il Milan. Solo sufficienti Napoli, Roma e Lazio. E in coda, in bocca al lupo all'Udinese, ne ha bisogno... 15.08 - A 72 ore dalla fine del calciomercato, andiamo con il pagellone sospeso della Serie A, con le squadre divise tra promosse, rimandate e bocciate. Ma con una premessa fondamentale: qua non si giudica il conto economico, e nemmeno soltanto gli acquisti. E nemmeno della squadra costruita...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: mercato con (doppia) sorpresa, ma occhio a Nedved... Inter: dopo il settimo (Keita) c'è una certezza. Milan: 2 colpi in 4 giorni, l'impresa di Leonardo. Napoli: il "complesso" di De Laurentiis 14.08 - Ciao. C'è il fuso. Son dall'altra parte del mondo. Al mare. È un posto strano. Qui, per dire, è nuvoloso da 4 giorni. Sapete quando sono arrivato? Quattro giorni fa. Il fuso è devastante. Soprattutto se vuoi stare al passo con le robe del mercato. Per questo metto tanti punti. Almeno...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

De Laurentiis, 5 giorni per dare un senso a questo mercato. Milan, sessione intelligente. L’Inter dietro la Juve. Volevate il Commissario? Era meglio Montalbano… 13.08 - Cinque giorni e poi sarà tutto finito. L’assurdità di chiudere il calciomercato il 17 agosto, alle ore 20.00, lascerà tanti cadaveri sulla riva del fiume. Lo scriviamo da mesi, adesso, molti club di serie A iniziano a capire la fesseria di seguire Marotta nell’unica sciocchezza fatta,...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il mondo dorato di CR7 e quello sommerso dei Tribunali, dove vige il tutti contro tutti. Tra udienze, sentenze e ricorsi B e C sono in pieno caos. E anche la Serie A non può dirsi tranquilla 12.08 - E' un'estate strana, particolare. Senza dubbio unica quella che tra meno di una settimana - per gli operatori di calciomercato - chiuderà i battenti. Non sono mancate le notizie, né i colpi di scena. Sono stati mesi che hanno riportato una manciata di club italiani a sedere di nuovo...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Ore decisive per il futuro di Modric. Inter, fatta per Keita. Il Milan pronto a chiudere per Bakayoko. Ochoa in pole per il Napoli, occhio anche a Tatarusanu. 11.08 - Luka Modric, l’Inter e il Real Madrid. Sono ore decisive per il futuro del centrocampista croato vice campione del mondo, che vorrebbe andare all’Inter, anche se non è intenzionato ad arrivare ai ferri corti con Florentino Perez. Il numero uno del Real non cede. Anzi in Spagna sono...

EditorialeDI: Luca Serafini

I colpi di Leo, il ruolo di Paolo, il lavoro di Rino: notte prima degli esami 10.08 - Tra una settimana è campionato. Possiamo davvero dire che l’estate è volata, sotto questa cappa di afa con ventate di grande ottimismo. Di meritato sollievo. Mi fanno ridere i censori del ruolo di Paolo Maldini, come se avere una figura di riferimento così autorevole non fosse già...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Modric ancora attesa, Keita si tratta ad oltranza. Bakayoko convinto ora si fa sul serio. Portieri Napoli e quello del Chievo. Ultima settimana... 09.08 - Doveva essere il Modric-day, nel bene o nel male, ma si è trasformato in un altro giorno di attesa. Tutto rinviato a data da destinarsi, forse venerdì, visto che le prossime ore saranno quelle di Cortouis e che Florentino non vorrà togliere la scena al suo portiere con la grana Modric....

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Modric-Inter: è il D-Day. Ecco perché tutti i fattori esterni sono contro l’Inter (diversamente da come erano stati tutti a favore della Juve con Cristiano). Pogba-Barcellona: dipende da Lotito… 08.08 - E’ arrivato il giorno in cui l’Inter saprà se può tornare a sognare l’impossibile, come non le accadeva dai tempi del Triplete. Nonché in cui la Serie A può scoprire se davvero le cose hanno già cominciato a cambiare a livello sistemico, o se il locomotore Juventus tira ancora il...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter: in attesa del "miracolo Modric" si punta a Keita! Juve: altro tassello in arrivo al centro. Milan: attenzione, Leonardo ha un segreto... Napoli: 10 giorni per risolvere un equivoco 07.08 - Ciao. Mancano 10 giorni alla chiusura del mercato poi, purtroppo, inizierà il campionato. Il campionato non interessa a nessuno. A tutti interessa il mercato. “Chi arriva?”. “Ne prendiamo due?”. “La pista è calda?”. Queste cose qui. Pochissimi si chiedono “dove giocherà?” o “ha senso...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Higuain e Caldara boom ma a Leo non basta. De Laurentiis si scrive le regole da solo. Belotti ad un bivio: ora o mai più. Un'estate italiana: la solita pagliacciata 06.08 - E' stata la settimana del diavolo. Tifosi che tornano a sognare e sperare dopo il bluff Lì. L'arrivo di Elliott è servito almeno a fare chiarezza sulla strategia futura della società. Avere un proprietario come fondo non è il massimo ma, almeno, conosciamo la mission. Rivalutare squadra...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy