VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi è stato il calciatore rivelazione della stagione di Serie A?
  Andrea Conti
  Mattia Caldara
  Federico Chiesa
  Piotr Zielinski
  Gianluigi Donnarumma
  Franck Kessie
  Sergej Milinkovic-Savic
  Roberto Gagliardini
  Emerson Palmieri
  Roberto Inglese
  Diego Falcinelli
  Giovanni Simeone
  Gerard Deulofeu
  Patrik Schick
  Lucas Torreira
  Lorenzo Pellegrini
  Jakub Jankto
  Amadou Diawara

TMW Mob
Editoriale

Juve: no di Falcao, ora tratta Hernandez e Guarin dopo il ko di Pirlo. Vidal fuori dal mercato. Cerci tra Atletico e Arsenal. Inter, tutto su Lavezzi...

29.08.2014 00.00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 59335 volte
© foto di Federico De Luca

E' durata poche ore l'illusione o il sogno (come dice Marotta) della Juventus di prendere in prestito dal Monaco l'attaccante

colombiano Falcao. Guadagna troppo (12 milioni), pretende troppo e su di lui c'è il Real Madrid: impresa impossibile per la Signora che in questo momento vive di idee dell'ultimo minuto.

E' tornato alla ribalta il Chicharito Hernandez che nel Manchester è sempre meno al centro del progetto.

In questo caso il giocatore sarebbe anche disposto ad accettare l'offerta della Juventus, ma gli inglesi si sono irrigiditi dopo il pressing della Signora su Vidal per mettere i bastoni tra le ruote a un eventuale trasferimento al Manchester gradito al centrocampista.

Insomma, voi non ci date Vidal e noi non vi diamo il Chicharito pur con le dovute proporzione. Gli inglesi nel passato avevano messo l'attaccante sempre come contropartita (l'ultima offerta 60 milioni più Hernandez), ma la Juve ha resistito.

Che fare allora? Un altro obiettivo è Shaqiri del Bayern, ma il giocatore ha offerte anche dalla Spagna e sta riflettendo. Comunque la Juve in attacco qualcosa vuole ancora fare e allora è possibile che alla fine il Manchester per lasciare partire Hernandez chieda una opzione su Vidal per l'anno prossimo.

Intanto anche il centrocampista cileno si è messo l'animo in pace e ieri sera ha finalmente detto di dover restare alla Juve. La speranza è che resti motivato perché la Juventus ha bisogno di attaccanti, ma anche di centrocampisti.

L'infortunio di Pirlo preoccupa e non poco. Un mese di stop è una previsione minima, il guaio muscolare è importante e comunque il centrocampista non è più giovanissimo come sappiamo. Trentacinque anni sono trentacinque. Che fare?

In giro un altro Pirlo si chiama Verratti, ma sta per andare al Real dopo che Alonso è andato al Bayern. Al Psg dovrebbe andare Benzema con Falcao al Real e Cavani forse al Chelsea che ha perso Costa o all-Arsenal che ha perso Giroud per qualche mese.

Allora la Juve sta ripensando a un giocatore che aveva gia' preso nello scorso gennaio dallInter scambiandolo con Vucinic e stiamo parlando di Guarin. Il ruolo è diverso, ma spostando Vidal o Marchisio davanti alla difesa, Guarin potrebbe essere l'interno ideale.

Tra l'altro l'Inter ha bisogno di liquidità per cercare di chiudere l'idea Lavezzi che andrebbe a completare un mercato senza grandissimi acuti, ma che ha trasformato la squadra nerazzurra che adesso ha una solidit' e una fisionomia molto più vicina alle idee tattiche dell"allenatore. L'argentino tornerebbe volentieri a lavorare con l'allenatore che l'ha lanciato a Napoli, ma lo scoglio è l'ingaggio. Oggi Thohir deciderà se aprire i cordoni della borsa dopo il lavoro fatto da Fassone e Ausilio sul Psg.

Restando a Milano, l'infortunio di Diego Costa rischia di far saltare anche i piani del Milan che era riuscito a convincere Torres a vestire la maglia rossonera di Balotelli.

Il Chelsea nelle ultime ore ha chiesto una pausa di riflessione, vuol capire anche con Mourinho e con i medici se puo; fare a meno di Torres oppure se l-infortunio di Costa consiglia di tenere lo spagnolo. La decisione verrà presa oggi con il Milan che teme di rimanere a piedi dopo una trattativa condotta benissimo da Galliani.

Tra l'altro proprio il Milan dovrà fare a meno anche di Cerci che era un grande sogno e una trattativa avviata da tempo da Galliani. Certe cifre sopra i quindici milioni (ma anche meno) non sono alla portata dei rossoneri che devono accontentarsi di prestiti o di giocatori a fine corsa come Torres.

Cairo ha congelato per due mesi Cerci proprio per aspettare il suo amico Galliani, ma adesso la trattativa con l'Arsenal ha ripreso quota e quella con l'Atletico Madrid si è riaccesa, tra oggi e domani sapremo dove giocherà l'esterno granata.

Un altro giocatore importante destinato a lasciare il nostro campionato sempre più povero e privo di giocatori di primissima grandezza.

A questo proposito c-[e da tenere d-occhio la situazione Higuain che dopo l-eliminazione dalla Champions a Napoli sta con il grugno. Difficile chiudere una operazione come questa in cinque giorni, ma se l-argentino potesse cambierebbe aria volentieri. Un problema in pi per Benitez alle prese con un mercato minore e scelte sbagliate.

L'unico talento destinato a restare in Italia e[ Cuadrado. Ha vinto Andrea Della Valle che chiedendo 40 milioni senza contropartite tecniche, ha di fatto scoraggiato tutti i possibili acquirenti. Con Cuadrado che resta, e Fernando, Stambouli e Diakite(in arrivo) di fatto pronta a diventare la rivelazione del campionato. Sicuramente ha fatto un mercato importante nonostante l'infortunio di Rossi.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
La rincorsa di Inter e Milan: panchina e campo. La Roma irrompe su Schick. Juve in sordina 25.05 - Vi avevamo avvertito: sarebbe bastato che il campionato desse i suoi verdetti (anche non tutti) e poi sarebbe partito il mercato. Quella che sembra occuparsene di meno (sembra) è la Juventus, concentrata sull'Europa della Champions. Ma non credeteci troppo: chiedete a Keita e Schick...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Totti Day, niente scherzi! Donnarumma, tanta paura… Inter? 11 con le valigie, con possibile scambio con la Juve… 24.05 - Domenica 28 maggio, ore 18.00, Stadio Olimpico in Roma. Ultima giornata di Serie A con i giallorossi vogliosi di blindare il secondo posto. Ci dispiace, non è questo il “titolo ad effetto” che ci interessa… Domenica 28 maggio andrà in scena il Totti Day, non c’è altro che abbia senso…...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Il futuro di Allegri e della Juve, al di là di Cardiff. Inter, Spalletti ma non solo (e su Gabigol…). Milan: i legittimi festeggiamenti e il "benefattore" dietro Li. Napoli: il piano di Sarri per fare ancora meglio 23.05 - Succedono un sacco di cose. Una è che settimana scorsa mentre scrivevo codesta articolessa sul cellulare ho preso una capocciata devastante contro un palo della luce. Ve lo giuro. Sono un cretino. Mi sono fatto talmente male che ho deciso di prendermi una settimana di pausa: per la...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Capolavoro Juve: Agnelli vince tutto ma la famiglia lo ostacola. Inter, Sabatini ha "scelto" Spalletti. Roma, blitz decisivo per Di Francesco. Sassuolo e Bari, in due per Bucchi 22.05 - Fanno più effetto le immagini del "trionfo" del Milan che quelle dei festeggiamenti della Juventus. La fotografia di San Siro che lancia in aria Montella e del giro di campo della squadra che festeggia un preliminare di Europa League è il riassunto di quanto abbia lavorato male in...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Sabatini non basta a Suning: c'è un altro super consulente. Spalletti, le avances all'Inter ti stanno screditando: perché non restare a Roma? Bravo Napoli, strappo alla regola necessario per il grande obiettivo 21.05 - E' stata la settimana dei verdetti: Chelsea campione d'Inghilterra, Monaco campione di Francia, Feyenoord campione d'Olanda. E così via, col Real che può aggiungersi alla lista già questa sera: basterà un pareggio sul campo del Malaga. In Italia la Juventus ha alzato la Coppa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Giù le mani da Kessie! Milan-Atene e Juve-Cardiff. Inter: la guerra di Piero 20.05 - Ma Kessie inventeranno, se davvero il centrocampista dell'Atalanta verrà ufficializzato come nuovo giocatore del Milan? Fino a metà stagione, era il simbolo della freschezza e dell'energia dell'Atalanta, era il vero crack del centrocampo bergamasco anche più di Gagliardini, era il...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Milan, ecco i piani di Fassone e dei cinesi. Subito grandi, non solo Musacchio, Kessie e Rodriguez. Kalinic si può. Inter, Sabatini-Ausilio decidono su Spalletti 19.05 - Chissà dove saranno adesso quelli che vagavano per la Cina suonando ai campanelli con scritto mister Li per poi annunciare in Italia: non risponde nessuno, non esiste. Pensando che la Cina sia come Abbiategrasso. Chissà dove saranno le vedove di Galliani, delle cravatte gialle...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il primo passo della Juve parte 10 anni fa. Le ricostruzioni milanesi: fra Kessié e Pochettino. E i 7 gioielli del mercato italiano... 18.05 - Un passo, il primo. Quello che ti consente ancora di sperare nel triplete. Perché se la vittoria del campionato è stata rimandata dalla sconfitta di Roma (ma le prossime partite della Juventus destano meno preoccupazioni), aver alzato la coppa Italia consente alla Juventus di poter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Sarri vuole più soldi? Inter in ascolto… Donnarumma-Milan, pericolo! Roma-Genoa, incubi per Spalletti 17.05 - Tra poche ore sapremo se la Juventus alzerà al cielo il primo trofeo della stagione (Coppa Italia) o se, come qualcuno ha ripetuto, all’infinito, in questi giorni, “la sconfitta con la Roma ha minato le certezze dei bianconeri”. Un occhio alla Juve, l’altro alla Lazio, una delle realtà...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter, riparte il casting: il nome per la panchina più dura della A. Il ko della Juve non riapre il campionato, ma rivela una verità.Milan: due appuntamenti, è l'ora dei fatti. W Sarri e la dura legge del talento 16.05 - Eccoci lettori di Tmw, a voi giustamente non fregherà nulla, ma l'altra sera c'è stato l'Euro-Festival, una roba di cantanti che curiosamente cantano e giurie che curiosamente giudicano. Il tutto per decretare la canzone più bella del Vecchio Continente. Bene, per l’Italia c’era in...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.