VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Italia Anno Zero: chi come ct per il dopo Ventura?
  Luigi Di Biagio
  Antonio Conte
  Carlo Ancelotti
  Roberto Mancini
  Fabio Grosso
  Luciano Spalletti
  Massimiliano Allegri
  Fabio Cannavaro

TMW Mob
Editoriale

Juve, occhi su Candreva (con possibilità di scambi). Napoli e il vice Higuain, la Roma e i rinnovi e la Lazio pensa a Muriel. Le tracce di lavoro cominciano a scoprirsi...

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
10.04.2014 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 27039 volte
© foto di Federico De Luca

Comincia a muoversi sotto traccia la Juventus. E se Conte, sul campo, è alla ricerca insieme ai suoi ragazzi della doppietta, anche i dirigenti cercano di raddoppiare gli sforzi per consegnargli anche nella prossima stagione una squadra competitiva. Anzi, più competitiva. Da una parte bisogna resistere alle avance (che man mano che passano i giorni potrebbero diventare più insistenti) per i gioielli bianconeri: Pogba e Vidal. Lo stesso Marotta ha detto esplicitamente che la Juve nel suo dna ha l'acquisto e non la vendita (anche se di cessioni eccellenti e molto remunerative è piena la storia, anche quella della Juve). Dall'altro la necessità di acquistare giocatori duttili tatticamente e bravi tecnicamente. La possibilità dunque di essere ancora più imprevedibili. Candreva è l'ultimo nome su cui si sono (ri)accese le attenzioni di Marotta e Paratici. Sarebbe un ritorno su un giocatore che ora è proprio nel pieno della sua maturità calcistica. I contatti con il suo entourage sono stati già avviati, non ancora con la Lazio. Altro nome biancoceleste che ha da sempre stuzzicato la Juve è quello di Senad Lulic. E attenzione perché alla Juve ci sono un paio di giocatori che potrebbero essere inseriti nella trattativa: Quagliarella e Giovinco, entrambi molto apprezzati. Naturalmente Candreva non è l'unico. C'è sempre Nani, c'è sempre Cuadrado, anche lo stesso Pereyra. Ma le sensazioni sono positive. La Lazio, che non sa come andrà a finire la vicenda del rinnovo di contratto di Klose, dal canto suo sta cercando di capire com'è la situazione Muriel Udinese. Primi contatti anche in questo caso. L'Udinese al momento non vorrebbe privarsi del suo talentino (che quest'anno non ha reso come si sarebbero aspettati in Friuli) ma sta cominciando a guardarsi intorno. E non è escluso che anche Roma e Fiorentina possano fiutare l'affare. E in più la Fiorentina con l'Udinese deve risolvere anche il discorso di Cuadrado, per cui sul tavolo sono cominciati a girare i nomi (come possibili contropartite) di alcuni giovani interessanti come Babacar e soprattutto Bernardeschi che a Crotone sta facendo benissimo.
A proposito di Crotone o ex Crotone, ancora meglioo sta facendo Florenzi con la Roma. Ormai è ritenuto incedibile dalla società giallorossa che infatti sta già pensando al rinnovo del ragazzo. Si sta ragionando sulla base di un quadriennale con un sostanziale aumento dell'ingaggio, viste le ottime prestazioni. Prestazioni che almeno hanno portato la Roma a valutare anche la posizione di Taddei. Nonostante i 34 anni (e la Roma non vorrebbe proprio per questo rinnovargli il contratto) la prossima settimana ci sarà un nuovo appuntamento dopo quello del pomeriggio.
Il Napoli potrebbe essere alle prese con un problema di appeal. Il terzo posto consente sì l'accesso alla Champions ma dai preliminari, questo frena sia gli investimenti certi di De Laurentiis che l'ok incondizionato dei grandi giocatori. Si cercherà di lavorare su questo e sulle uscite. Ma nel frattempo si guarda anche al vice Higuain. Zapata convince ma verrà mandato molto probabilmente a fare esperienza. E allora il nome su cui in questo momento stanno ragionando Benitez e Bigon è Elkeson, attaccante brasiliano che ora gioca nel Guanzghou di Lippi. Piace, ma ancora non è amore.
L'Inter invece, dopo il viaggio di Thohir a Londra (più per PR che per mercato operativo) oltre a seguire un grande attaccante per sostituire Milito (Torres, Dzeko e Morata i soliti tre nomi) prenderà anche un centrocampista. Javi Garcia, del City, già seguito dal Napoli a gennaio, è una pista, così come Obi Mikel del Chelsea e Nilton del Cruzeiro. Tracce, piste, opportunità. Mai farsi trovare impreparati...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve: attenti a quelli della “crisi” (e ai nemici in casa). Inter: Icardi e gli strani pensieri. Milan: il dubbio Montella e “la bella reazione”. Riflessione semiseria sul calcio italiano 21.11 - “Gli aspetti formali, tendenti alla verifica dello status quo, ci portano a considerare i rappresentanti delle Leghe, per quanto la situazione sia decisamente inaccettabile. E sì: bisogna riformare il calcio guardando al tutto!”. (Quelli che comandano, che hanno il culo sulla poltrona,...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Tavecchio a casa, forse. Ventura fuori Paese ma attenzione ai successori. Gravina? C... Piace! Allegri, sveglia questa Juve. Palermo? Ve lo avevamo scritto un anno fa... 20.11 - E' successo l'impensabile e, allora, è giusto che si volti pagina perché il calcio è un'azienda e bisogna rispettare la meritocrazia. Prandelli e Abete salvarono la faccia e la dignità, qui non c'è stata né la faccia né la dignità. Un Mondiale si può sbagliare ma addirittura non salire...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il disastro economico-sportivo di Tavecchio e Ventura: gli effetti sulle tasche degli italiani e pure sul mercato. Ancelotti, gli specchietti per le allodole e il nome che serve. Allenatori e giocatori: la ricetta per cambiare davvero 19.11 - Carlo Tavecchio che scarica il barile, le colpe e versa pure lacrime rabbiose e di frustrazione no. Carlo Tavecchio ancora in sella, neppure. Invece son due fotografie che questi giorni regalano, istantanee e video che arrivano e che resteranno a lungo in un calcio italiano destinato...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, crocevia Usa. La Nazionale riparte dal Milan. Perisic e i giocatori che vanno attesi 18.11 - Se il New York Times arriva ad occuparsi del Milan, vuol dire che il Milan fa gola. Stupiscono, ma forse fino ad un certo punto, i tempi scelti per lanciare la bomba mediatica, da un autorevole quotidiano che comunque negli ultimi due anni non era mai entrato nelle vicende del closing...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Collina l’uomo nuovo per la Federcalcio. Ancelotti, no alla Nazionale. Non farà la foglia di fico di Tavecchio che deve solo andar via. La colpa è sua: non ha capito la guerra fra Ventura e i giocatori. Tutti i retroscena. L’ex Ct via dall’It 17.11 - C’è solo un uomo in grado di cambiare il calcio in Italia e di rilanciarlo verso il futuro con interventi radicali e riforme illuminate e quell’uomo si chiama Pierluigi Collina. L’attuale capo degli arbitri della Fifa è l’unica personalità di livello mondiale spendibile dal paese...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Non è una questione di nomi, ma di programmi. E stavolta sul serio... 16.11 - Lunedì. Lunedì sarà il giorno in cui ci saranno le risposte. Le proposte che Tavecchio (che non si è dimesso) presenterà il nuovo programma da cui ripartire. Uomini e idee. E' lì che si giocherà la vera partita, è lì che misureremo la voglia di cambiamento del movimento calcio italiano. Delle...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

La Nazionale interessa davvero? Allora nuova “regola”: cinque italiani in campo (minimo) in ogni club!!! 15.11 - La delusione è ancora forte, quasi insostenibile. Come era prevedibile, tutti si sono inorriditi per quanto successo. L’Italia fuori dal Mondiale, una catastrofe, un’apocalisse, la morte del calcio italiano. Tanti presidenti di club si sono espositi in prima persona… Tutti avviliti...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Qui muore il calcio italiano 14.11 - Qui muore il calcio italiano, condannato dall'improvvisazione, le cattive abitudini, il malcostume di chi pensa che ce la farà per qualche bislacco diritto divino. Qui muore il calcio italiano. E ci fa male, malissimo, ma guardiamoci in faccia: è dannatamente giusto così. Qui...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Tifiamo Italia ma cambiamola da subito: 4 proposte per riformare serie A, B, C e D. Marotta, il problema non è la chiusura tardiva del mercato... 13.11 - Questa sera l'Italia del pallone, e non solo, si ferma. Come fosse una finale del Mondiale, il fiato sospeso per l'importanza della gara. Tutti su Rai 1 a tifare gli azzurri sbiaditi. Non è la finale di un Mondiale e neanche una semifinale. Un play off per farlo il Mondiale. Giochi...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Italia, i colpevoli dopo martedì. Esonerare Ventura ora è inutile, magari due partite fa... L'ombra di Conte e gli errori di Tavecchio 12.11 - Il giorno dei processi non è ancora arrivato. Sarà in ogni caso quello di martedì, perché la partita della Friends Arena, pur difficile come dimostrato già dalla sconfitta dei nostri cugini francesi, ha scavato l’ennesimo solco incolmabile fra la Nazionale di Ventura e la realtà....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.