VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Mercato stellare per il Milan: i rossoneri sono da Scudetto?
  Sì, a patto che arrivi un grande attaccante
  No, la Juventus resta sempre più forte
  No, ha davanti comunque sempre Roma e Napoli
  Sì, già così è da Scudetto

TMW Mob
Editoriale

Juve-Roma, grazie! Rocchi a Torino e Rizzoli ad Empoli. Patetici. Milan, Inzaghi lavori sulla difesa. W le matricole ma il Palermo non convince. Benitez, adesso inizia a correre

Nato ad Avellino il 30-09-1983, vive e lavora a Milano dal 2005. Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb ha condotto ed organizzato i Gran Galà del Calcio AIC 2011 e 2012
06.10.2014 00:00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 51826 volte
© foto di Federico De Luca

Scusate la lontananza. Ringrazio Pedullá che in queste settimane su Tuttomercatoweb e Sportitalia non ha fatto sentire la mia mancanza, ci mancherebbe, anzi non cambia nulla. Dall'altra parte del Mondo, si pure lì, mi hanno chiesto di Pedullá. Fate voi! Sempre dall'altra parte del Mondo, in tv, non trasmettono quasi mai la serie A. Espn, ogni tanto, Milan-Juve e qualche differita di 12 ore. Poi fiumi di Liga, Premier e Bundesliga. Altri sport a go go ma il nostro campionato, fuori dall'Italia vale zero. Peccato, perché Juventus e Roma meritano un rispetto intercontinentale. Sono le uniche a dare dignità alla serie A. Hanno giocato, si sono insultati e picchiati. Grande agonismo, grande partita. Ha vinto la Juventus ma ha vinto anche la Roma. Chi lo avrebbe detto che in due anni avrebbe colmato il gap così velocemente? Bravo Garcia. Totti un idolo. La Juve è ancora un pizzico avanti ma non deve mai sottovalutare questa squadra. Dico la mia: quest'anno lo scudetto sarà ancora della Juventus ma il dominio nazionale sta finendo. Hanno vinto tutti e ha perso, come sempre, la classe arbitrale. Fatta eccezione di Nicola Rizzoli possono prendere il fischietto, la bomboletta e la giacchina nera e farne un falò unico. Oggi tutti parlano di Rocchi di Firenze. Ma di chi parliamo, di quell'arbitro che un paio di anni fa fece danni come la grandine in un Udinese-Napoli e poi chiese la maglia a Cavani nel tunnel? Non scherziamo. Bisognerebbe mandargli le telecamere, di nuovo, sotto casa. Da Braschi a Messina non è cambiato nulla. Vi sembra normale uno che manda Rizzoli ad Empoli e Rocchi a Torino? E Mariani in serie A? Follia totale.
Prima della sosta i tifosi del Milan avevano pronosticato 9 punti in 3 giornate, con Empoli, Cesena e Chievo Verona. Ne sono arrivati 5 e Inzaghi può considerarsi soddisfatto a metà. L'attacco produce, Honda è rigenerato mentre la difesa va assolutamente rivista. Perdere così tanti punti con le piccole ti toglie forze e fiato. Inzaghi non deve vincere lo scudetto ma sogna di riportare i rossoneri dove li trascinò da calciatore. Difficile, quasi impossibile, al primo colpo ma potrebbe in due anni far rivedere al Milan prima l'Europa poi la sua Europa. L'organico messo a disposizione di Pippo ha grossi limiti e Balotelli non è stato sostituito a dovere. Bonaventura è stata un'ottima intuizione ma c'è poco altro. Le matricole hanno fermato il Milan e continuano a ben figurare. L'Empoli ha dichiarato lo stato di crisi del Palermo. Sarri è l'emblema della meritocrazia, fa giocare bene il suo Empoli e nonostante non sia un gran comunicatore è arrivato dai campi in polvere alla serie A. Ha tanti giovani di qualità ma gli manca un pizzico di esperienza. La salvezza resta complicata ma quest'anno, in basso, ci saranno molte più sorprese degli ultimi anni. Troppe medio piccole che credono di essere diventate grandi. Il Cesena ha un grande spirito di gruppo, Brienza sbaglia ancora troppo, Marilungo è tornato quello dei tempi d'oro e i vari scambi con l'Atalanta hanno dato ragione alla strategia di Rino Foschi. Ieri il Cesena ha giocato bene ad Udine anche se il rigore concesso al 92' è l'ennesima follia di un sistema arbitrale che non sta in piedi. Mariani di Aprila non poteva arbitrare in B, figuriamoci in A. Messina lo avrebbe dovuto bocciare un anno fa e invece lo ha promosso in A. Parliamo di un arbitro che non sa neanche stare in campo (anche ieri si è beccato un pallone addosso durante il contropiede di Badu). Vediamo male il Palermo. Squadra costruita con troppi pochi soldi e il Presidente Zamparini accusa Iachini di essere presuntuoso. Il problema del Palermo è che aveva più qualità in B che in A. Lo scorso anno dominò, anche l'Empoli, quest'anno al Castellani ne è uscito con le ossa rotte. Prima o poi pagherà Iachini ma il problema è sempre la proprietà. Che non investe e si mostra schizofrenica. In estate era più difficile costruire il Palermo che ricostruire le Twin Towers. Ingaggi folli da smaltire e calciatori strapagati senza mezza richiesta. Il Napoli deve iniziare a correre. Ha perso la Champions e ha perso già troppi treni in questo campionato. Benitez in Italia non è fortunato oppure forse non ha ancora capito come funziona in serie A. Troppi giorni liberi, preparazione atletica sballata e pochi italiani in organico. Per vincere a Napoli, Rafa deve cambiare marcia. E lo deve fare in fretta. Anche perché De Laurentiis non ha una pazienza infinita.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Milan, problema Bacca… Inter, un terzetto per decollare! Cassano? Ma stiamo scherzando? La bicicletta di Djalminha, l’età di Taribo West 19.07 - Eccomi qui… Sono reduce da una trasferta “calcistica” che mi ha emozionato. Sono stato a Londra, alla O2 Arena, per lo Star Sixes, il torneo delle leggende del calcio. Ben 120 ex giocatori a duellare per dimostrare che la classe non ha età (se non lo sapete, ha vinto la Francia con...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: attenti alle sorprese, anche pericolose! Milan: ecco i soldi per il Gallo. Inter: 3 novità e altrettante "pillole di fiducia". Napoli: la giusta scelta (ma c'è un pericoloso neo...) 18.07 - PREAMBOLO Ciao. Questo dovrebbe essere il 450esimo editoriale da me scritto su Tmw. Ho fatto dei calcoli di massima. Iniziai nel 2008, avevo ancora i capelli, ho saltato quasi mai. Anzi no, una volta fui costretto alla resa a causa di un attacco di acetone perforante. Scaliamo...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Bonucci in due giorni, per Dalbert sono due mesi. Fassone e Mirabelli, scudetto al mercato ma in campo serve tempo. Branchini, c'era una volta il Re del mercato... E c'è ancora! 17.07 - I tifosi del Milan hanno lasciato, lo scorso maggio, San Siro delusi e stanchi dell'ennesimo campionato mediocre del diavolo. Si facevano due domande: "Il prossimo anno ci abboniamo? Ma questi cinesi che razza di cinesi sono?". Sembra passata una vita e, invece, sono solo due mesi....

EditorialeDI: Marco Conterio

Dalla Juventus al Milan, dall'Inter alla Roma e non solo: i retroscena sui colpi che preparano adesso le grandi d'Italia. E' anche il mercato dei procuratori: tutti gli affari già a segno 16.07 - E' una splendida estate. Inattesa. Il Milan s'è preso la copertina ma mica è finita. Già, perché adesso la premiata coppia Fassone-Mirabelli cerca la ciliegina in attacco e non è da escludere che per il centrocampo arrivi pure un altro colpo con Suso possibile partente. E' da Scudetto?...

EditorialeDI: Mauro Suma

Allegri: da Pirlo a Bonucci. Donnarumma: nessuna reciprocità. Napoli: l'esperimento del non mercato 15.07 - Quando c'è una diaspora che scuote le pareti dello stomaco di una tifoseria, Massimiliano Allegri si trova nel mezzo. Andrea Pirlo nel Milan del 2012, Leonardo Bonucci nella Juventus del 2017. Max cozza senza volerlo con i caratteri di alcuni big: loro non si aspettano in un uomo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Bonucci capitano del Milan: tutti i retroscena sul divorzio dell'anno. Episodi inquietanti. Ha vinto Allegri. Epurazione, anche Cuadrado e Mandzukic in partenza. In arrivo Manolas. Viola, caos Kalinic 14.07 - Bonucci al Milan è il divorzio dell’anno e forse anche di più. Non siamo infatti solo davanti a un semplice trasferimento a sorpresa, questa vicenda racconta di una Juventus in ebollizione e trasformazione che sta cercando di porre fine a un evidente strappo di spogliatoio iniziato...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Milan grandi idee (Bonucci), Juve-Schick, Roma e gli attaccanti... 13.07 - L'idea è ambiziosa, esattamente come il Milan del nuovo corso. Finora nessun contatto, neanche ufficioso, fra le società. Ma i rossoneri pensano a Bonucci. Hanno cominciato a sondare il terreno, a parlare con il procuratore del ragazzo (l'altro ieri Lucci era a casa Milan anche per...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Juve, ora un addio eccellente… Milan-Gigio, tutto dimenticato? Roma-Nainggolan, resa dei conti! Inter, quanti sogni. E intanto Roberto Carlos fa 9… 12.07 - Ancora una volta, la Juventus sta mostrando gli artigli. Dopo un inizio di calciomercato soporifero, Marotta e compagni hanno deciso di inserire le marce alte. Douglas Costa è un fenomeno. In un calcio molto tattico come quello italiano, avere uno, come il brasiliano, che salta l’uomo...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve, non solo Douglas: altri 2 colpi “da Champions” (uno nascosto). Inter: la strategia su Nainggolan, il patto con Dalbert e la “tecnica-Spalletti”. Milan: dietro al super-mercato c’è un piano preciso (e occhio al Gallo…) 11.07 - (A fine editoriale mi lascio andare a un delirio da ricovero coatto. Non fateci caso, è il caldo). Buondì. Oggi volevo ragionare con voi di emoticon. Le faccine che sorridono, che piangono, il simbolo della merda col sorriso, il dito all’insu, le corna, l’omino che corre, il vecchio...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Paperumma ha rovinato tutto: immagine da ricostruire. Gli agenti bravi e quelli che fanno danni: da Raiola a Di Campli fino a Giuffredi. Inter, tocca a te! Palermo, non trema solo Zamparini... 10.07 - Doveva essere un titolo da cartone animato è stato, invece, un titolo premonitore. Paperumma non ha portato benissimo a Gigio Donnarumma che oltre a costruire la sua carriera, adesso, dovrà ricostruire la sua immagine. Un anno fa aveva l'immagine migliore del nostro campionato. Il...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.