VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi è stato il calciatore rivelazione della stagione di Serie A?
  Andrea Conti
  Mattia Caldara
  Federico Chiesa
  Piotr Zielinski
  Gianluigi Donnarumma
  Franck Kessie
  Sergej Milinkovic-Savic
  Roberto Gagliardini
  Emerson Palmieri
  Roberto Inglese
  Diego Falcinelli
  Giovanni Simeone
  Gerard Deulofeu
  Patrik Schick
  Lucas Torreira
  Lorenzo Pellegrini
  Jakub Jankto
  Amadou Diawara

TMW Mob
Editoriale

Juventus, Campione d'Italia. Napoli, pronta per la Champions ma non per lo scudetto. Ho aggiunto una querela alla mia lista: ecco da dove arriva! Nasce Tmw Radio, una famiglia che si allarga

Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb
04.04.2016 13.20 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 66105 volte
© foto di Federico De Luca

Lo avevamo scritto dopo la vittoria della Juventus, fortunosa, sul Napoli e i napoletani non apprezzarono. Scrivemmo anche che avremmo preferito qualcosa di diverso per il nostro campionato e la monotonia della Juventus poteva essere interrotta dalla favola Napoli. Voi vi starete chiedendo: sì, ma cosa c'era scritto? Che quella sera di Torino la Juventus aveva vinto lo scudetto. Ma come, per un solo punto di vantaggio? Ma come, ci sono tante altre partite da giocare. Il problema non era il punto di vantaggio e neanche le giornate che mancavano alla fine del campionato. La differenza tra una squadra e l'altra è la mentalità che acquisisci solo vincendo. Il problema della Juventus era rimontare dopo una pessima partenza. Una volta rimontato tutto il distacco e tutte le concorrenti, la Juve aveva chiuso il cerchio. Perché di questi tempi puoi recuperare 15 punti a Inter, Napoli, Fiorentina e Roma ma non recuperi un punto alla Juventus. Siamo stati in grado di assegnare uno scudetto ai bianconeri partiti due mesi dopo gli altri. In Italia la Juventus è il Barcellona d'Europa, la Juventus in Europa è la Roma d'Italia. Ad Allegri mancano 2-3 top player per diventare fenomenali anche in campo internazionale, alla Roma mancano 2-3 top player per vincere lo scudetto. Una volta superato il Napoli, la Juventus aveva già messo in frigorifero la bottiglia di Champagne. Il Napoli può perdere punti, la Juve non lascia più nulla per strada quando vede il traguardo avvicinarsi. Questione di mentalità e di organico. Un attaccante che ti fa 30 gol, fin qui, e non basta per vincere il campionato significa che tutti gli altri non sono all'altezza. Il Napoli si è buttato via su un campo, tradizionalmente, ostico. Se Sarri al primo anno non vince lo scudetto non gli si può certo rimproverare qualcosa. Ha fatto un miracolo, porterà probabilmente il Napoli in Champions e avrà fatto un lavoro splendido restando in scia tricolore fino ad aprile. Oggi gli azzurri devono stare attenti a non subire il contraccolpo psicologico e non diano per scontata la qualificazione alla Champions diretta. Il Napoli ha seminato per diventare grande e con i soldi della Champions potrà riuscire a ridurre l'attuale gap con i bianconeri. Giuntoli e Sarri stanno lavorando bene ma vincere lo scudetto in Italia implica molteplici complicazioni. Di questi tempi non si batte facilmente il potere juventino. Dispiace per la Roma perché, se avesse deciso Pallotta senza ascoltare Sabatini, oggi i giallorossi sarebbero a contendere il primato alla Juventus. Spalletti è un grande allenatore e una persona di carattere. Solo lui poteva ribaltare questa squadra, grande nei singoli, e dare ordine alla gestione di San Francesco da Roma. Qui arriviamo alla curiosità di settimana. Sapete che vi racconto tutto e sapete anche che se dobbiamo fare una polemica giornalistica la facciamo sempre alla luce del sole e mai nascondendoci come fanno i vili. Possiamo avere mille difetti ma non siamo dei pugnalatori alle spalle. Le nostre battaglie editoriali, a volte piacciono, a volte no. Adriano Galliani, ad esempio, ha dimostrato grande signorilità e professionalità quando l'altro giorno ha concesso un'esclusiva a Sportitalia "nonostante il vostro Direttore..." Ha avuto l'intelligenza e la superiorità di scindere il lavoro di una redazione dai pensieri del sottoscritto. In questo mondo abbiamo bisogno di pluralismo e libertà di informazione. W Galliani ma anche Preziosi che subisce gli attacchi, ti telefona, ti insulta per 15 minuti, si becca insulti per 12 minuti (i primi 3 parlava da solo) e gli ultimi 3 chiarisci le tue idee e le confronti con lui. Ci si chiarisce tra uomini di calcio e si va avanti. Ognuno con la sua testa, le sue idee e i suoi pensieri. Idem Lotito. Pazzo come pochi ma ti affronta e non si nasconde. Poi ci sono i casi opposti. Morgan De Sanctis, l'Avvocato Grassani, il Cittadella Calcio per conto del suo Direttore-Presidente-ex allenatore e Massimo Ferrero. Chiamano l'avvocato, ti querelano per diffamazione e credono che con un avvocato otterranno il tuo silenzio. Sbagliato! Il cane che abbaia dietro il recinto non fa paura. Quelli che credono che alzando il tappeto e nascondendovi sotto la polvere la casa sia pulita sbagliano completamente. Da Ferrero stiamo aspettando ancora determinate risposte su come abbia acquistato la Sampdoria; perché Garrone, se ha venduto, continua a staccare assegni ed infine come possa uno come lui avere un club di serie A prestigioso come la Sampdoria dato che il suo patrimonio non è certo paragonabile a quello di Garrone e Volpi. Bene, lo dirà davanti al giudice quando il Tribunale ci convocherà, considerato che in tv non ha mai accettato il confronto. Dei nomi fatti in precedenza dimenticavo Lele Oriali, alcune cause sono ancora in corso altre si sono già pronunciate: assoluzione piena per il giornalista. Vero, Avvocato Di Cintio? Vero Avvocato D'Onofrio? Gli avvocati devono lavorare, per questo - più che un cliente - ormai sono diventato loro amico. L'ultimo della lista è... The Winner is... Walter Sabatini. Sabato di Pasqua, ricevo la "solita" telefonata dai Carabinieri di Galliate (provincia di Novara), dove risiedo, cittadina tranquilla e molto piacevole. Se passate per queste zone siete invitati a casa mia, anche Walter il magnifico può venire. Siamo vicini al Tribunale di Novara, un caffè e andiamo, Walter. Mi chiedono di passare al Comando per la notifica dell'atto. Rispondo: mi faccio Pasqua e vengo martedì. Avrei scommesso sul mandante. In attesa di ricevere il fascicolo, mi immedesimo nella parte di Walter che è in cerca di un lavoro dopo la figuraccia Garcia rimediata a Roma. C'è questo Piscitiello che continua a dire che sono buono solo a fare il talent scout (già è qualcosa) poi se continua qualche fesso di Presidente davvero crede che non sia il migliore Direttore Sportivo d'Europa. Denunciamolo così lo spaventiamo e non parla più di me. Per farvi capire come sono fatto, prendete l'editoriale di lunedì di Pasquetta. Avevo scritto con due giorni di anticipo e della querela in arrivo non sapevo nulla. Scrissi che Sabatini al Milan sarebbe stato perfetto, in coppia con Galliani. Uno osserva e prende i giocatori (Walter), l'altro gestisce ambiente, allenatore, proprietà e spogliatoio (Adriano). Sabatini è un grandissimo scopritore di talenti ma non fatelo entrare in uno spogliatoio che combina solo danni. Avrà querelato per questo motivo o perché gli abbiamo detto che il mercato lo fa sempre con gli stessi procuratori del suo giro? O forse perché gli abbiamo detto che, come una piovra, ormai ha le mani e gli occhi su troppi club? E' diffamazione dire la verità? Un'amicizia forte nel Genoa, settore non di mercato, Osti amico fedele alla Sampdoria e tra poco anche un amico a Bologna. Tutto ciò aiuta a fare chiarezza. Se non in tv, almeno in tribunale. Che permaloso Walter, mica ho chiesto dove hai i conti correnti e quante tasse paghi. Ma dai...
In chiusura vi ricordo un grande appuntamento. Da questa mattina, ore 10, nasce l'ultimo figlio di Tuttomercatoweb. Tmw Radio. La radio di Tuttomercatoweb, con un palinsesto di 24 ore, giornalisti che si alternano, inviati che vi raccontano il mercato e il campionato dai vari luoghi, le anteprima e le esclusive. Non è una Radio classica ma "la radio del futuro". Aggiornate le vostre App, sono milioni e milioni quelle di Tmw e siti appartenenti alla nostra famiglia, e vi troverete la radio che in macchina potrete ascoltare anche con bluetooth. Se state pensando: "questi sono pazzi, non la fa nessuno la radio così"... Vi ringraziamo. Quando Tuttomercatoweb nacque per parlare solo di mercato, all'Editore Pasquinucci diedero del visionario. Poco dopo creò le applicazioni non a pagamento e dissero: questi sono fessi che fanno le app e non le mettono a pagamento? Poi Tmw creò i siti verticali: tuttojuve, milannews, firenzeviola, tuttonapoli fino a coprire anche tuttoprovercelli. Stiamo parlando di 7-8 anni fa. Non 6 mesi fa. Oggi nasce Tmw Radio, la radio del futuro per il presente. Se vedete rapidamente il palinsesto capirete che ogni minuto c'è qualcosa di forte. Quando i progetti editoriali nascono, di questi tempi, è sempre una gioia. Il magone viene quando finiscono. W Tmw e la sua nuova radio.... 3,2,1... IN ONDA!


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Raiola, Casa Milan non è più casa tua! Pisa in cerca di gloria su Gattuso. Inter show: Suning prepara il bottino. Cittadella-Marchetti: vi avevamo detto tutto... 29.05 - Neanche una riga su Totti? Sarebbe la ripetizione delle ripetizioni di quanto hanno già scritto tutti. Totti e il suo addio è da libro cuore, nell'era dei social viene tutto ingigantito e siamo sicuri che, se non siamo romani e romanisti, non possiamo capire fino in fondo cosa provano...
Telegram

EditorialeDI: Marco Conterio

Finalmente è finito uno dei campionati più brutti degli ultimi anni. Il pagellone semiserio da 10 a 0: tra il closing più lungo di una soap, il tatuaggio di Baccaglini, il Pallone d'Oro a Buffon, la carriera di Totti e un addio che ha stufato 28.05 - Finalmente uno dei campionati più brutti e scontati di cui abbia memoria è finito. Doveva vincere la Juventus e lo ha fatto. Dovevano retrocedere Pescara, Palermo e Crotone con l'Empoli a rischio e ci siamo quasi. Dovevano andare in Champions League il Napoli e la Roma e l'hanno fatto....

EditorialeDI: Mauro Suma

Gigio guardalo, è il tuo Milan. L'inevitaible egoismo di Totti. Bonucci e United esempi veri 27.05 - Ci sono in giro due tentativi di contaminare il momento magico del Milan. Che non è il sesto posto, ma è il mercato di svolta fatto con intensità e coraggio, il buon senso che si legge in tante scelte e in tanti atteggiamenti, l'eccezionale stato di forma dei tifosi. Che non si sono...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, Mancini in corsa per il dopo Allegri. Ma piacciono anche Sousa e Spalletti. Via libera a Bonucci. Inter, Sabatini prepara la sorpresa in panchina. Milan, Morata vuole il Real. Bernardeschi in vendita per 60 mln 26.05 - Resta o non resta? Il futuro di Allegri è il grande rebus di questo finale di stagione. La sensazione, più che diffusa, è una e una sola: se ne andrà. E questo la Juve l’ha ampiamente capito. Le motivazioni sono abbastanza semplici, normali e condivisibili, dopo tre scudetti e tre...

EditorialeDI: Luca Marchetti

La rincorsa di Inter e Milan: panchina e campo. La Roma irrompe su Schick. Juve in sordina 25.05 - Vi avevamo avvertito: sarebbe bastato che il campionato desse i suoi verdetti (anche non tutti) e poi sarebbe partito il mercato. Quella che sembra occuparsene di meno (sembra) è la Juventus, concentrata sull'Europa della Champions. Ma non credeteci troppo: chiedete a Keita e Schick...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Totti Day, niente scherzi! Donnarumma, tanta paura… Inter? 11 con le valigie, con possibile scambio con la Juve… 24.05 - Domenica 28 maggio, ore 18.00, Stadio Olimpico in Roma. Ultima giornata di Serie A con i giallorossi vogliosi di blindare il secondo posto. Ci dispiace, non è questo il “titolo ad effetto” che ci interessa… Domenica 28 maggio andrà in scena il Totti Day, non c’è altro che abbia senso…...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Il futuro di Allegri e della Juve, al di là di Cardiff. Inter, Spalletti ma non solo (e su Gabigol…). Milan: i legittimi festeggiamenti e il "benefattore" dietro Li. Napoli: il piano di Sarri per fare ancora meglio 23.05 - Succedono un sacco di cose. Una è che settimana scorsa mentre scrivevo codesta articolessa sul cellulare ho preso una capocciata devastante contro un palo della luce. Ve lo giuro. Sono un cretino. Mi sono fatto talmente male che ho deciso di prendermi una settimana di pausa: per la...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Capolavoro Juve: Agnelli vince tutto ma la famiglia lo ostacola. Inter, Sabatini ha "scelto" Spalletti. Roma, blitz decisivo per Di Francesco. Sassuolo e Bari, in due per Bucchi 22.05 - Fanno più effetto le immagini del "trionfo" del Milan che quelle dei festeggiamenti della Juventus. La fotografia di San Siro che lancia in aria Montella e del giro di campo della squadra che festeggia un preliminare di Europa League è il riassunto di quanto abbia lavorato male in...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Sabatini non basta a Suning: c'è un altro super consulente. Spalletti, le avances all'Inter ti stanno screditando: perché non restare a Roma? Bravo Napoli, strappo alla regola necessario per il grande obiettivo 21.05 - E' stata la settimana dei verdetti: Chelsea campione d'Inghilterra, Monaco campione di Francia, Feyenoord campione d'Olanda. E così via, col Real che può aggiungersi alla lista già questa sera: basterà un pareggio sul campo del Malaga. In Italia la Juventus ha alzato la Coppa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Giù le mani da Kessie! Milan-Atene e Juve-Cardiff. Inter: la guerra di Piero 20.05 - Ma Kessie inventeranno, se davvero il centrocampista dell'Atalanta verrà ufficializzato come nuovo giocatore del Milan? Fino a metà stagione, era il simbolo della freschezza e dell'energia dell'Atalanta, era il vero crack del centrocampo bergamasco anche più di Gagliardini, era il...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.