HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi è la favorita per la Champions 2018/2019?
  Barcellona
  Juventus
  Manchester United
  Liverpool
  Manchester City
  Ajax
  Porto
  Tottenham

La Giovane Italia
Editoriale

L'assurdo processo mediatico per Ronaldo già prima delle sentenze. In campo Fenomeno e Juve pazzesca. L'Italia finalmente si accorge di Pellegrini mentre è in cerca di un 9. Solo che Cutrone è in panchina e il Milan pensa a Ibra

Nato a Firenze il 5 maggio del 1985, è caporedattore di Tuttomercatoweb.com. Già firma de Il Messaggero e de La Nazione, è stato speaker per Radio Sportiva ed è ora voce di RadioMonteCarlo Sport
07.10.2018 08:51 di Marco Conterio  Twitter:    articolo letto 47355 volte

Giustizialisti e innocentisti. Accecati dalla voglia di una soluzione, prima che il tempo faccia il suo corso. Scrivere di Cristiano Ronaldo in queste delicate ore non è certo facile. Perché pende su di lui una scure importante, un'accusa grave. Però non c'è null'altro da aggiungere. C'è un corso legale e non c'è una verità fin quando indagini e giustizia non daranno un loro incontrovertibile verdetto. L'accusa di stupro in Nevada, per un reato del 2009. Le dichiarazioni d'innocenza oggi, di Cristiano Ronaldo. La fotografia s'allarga con l'inchiesta del Der Spiegel che offre ipotetici dettagli ma non la soluzione. Sicché l'apertura è dovuta perché fattore di preoccupazione per multinazionali e investitori, ma oggi mettere alla ghigliottina un uomo, alla berlina una persona, per un'accusa, è farsesco e paradossale. E' il mondo contemporaneo, dove sei Maria Antonietta prima di esserti seduto sul trono. Il boia ti aspetta dietro l'angolo, senza sconti, platea e giudice. Nessuno giustifica e, soprattutto, nessuno giudica qui. A ciascuno il suo, scriveva Sciascia, uno che nei tempi moderni dovrebbe dar lezioni a chi pensa e spera di spiegare la medicina ai dottori e la scienza agli scienziati.

A ciascuno il suo è il calcio a Cristiano Ronaldo. Lì eccelle e lì lo giudichiamo, oggi. Straripante e strepitoso, contro l'Udinese. E' arrivato a Torino dal Real Madrid per depredare i galeoni nei mari d'Europa, ma pure nelle rive d'Italia è abile cacciatore. La sua missione era il bottino grosso ma pure gli spiccioli dell'orto ben noto alla Juventus sono un bersaglio a lui caro. Ha segnato, ha tirato, ha dribblato. Senza giri di parole: è dai tempi di Ronaldo che la Serie A non vedeva un giocatore così. Mancava, in Italia, uno così. E lo dice, scrive e racconta un Messista convinto, un ¡No pasarán! del Tiki Taka e del talento regalo degli alti cieli e non del laboratorio del sudore e dell'ambizione. Thierry Henry, non certo il sottoscritto, disse saggiamente che "a livello di talento puro non ci sono paragoni". E a quello dovresti mirare, quando pensi al più grande. Solo che, scendendo di livello, in Serie A Cristiano Ronaldo è pure il talento più puro per distacco rispetto agli altri. Una striscia di vittorie inaudita erge il colpo dell'estate a trasferimento più importante del calcio recente, per l'Italia. Per portata economica, è vero, ma pure tecnica e d'impatto immediato.

A ciascuno il suo, dicevamo. Pure a ciascuno i suoi tempi. Ai giocatori ma pure ai tifosi e agli addetti ai lavori, che per rendersi conto che Lorenzo Pellegrini è uno dei più fulgidi talenti del calcio italiano hanno trascorso troppo tempo. Per virtù ma pure per necessità, il romano si è ritrovato catapultato a fare il 'falso dieci'. Non è trequartista, semmai incursore, a metà tra le giocate di Perrotta e quelle di Nainggolan, con un pizzico di fantasia da uomo del ruolo. Fa l'interno e gioca a due, è uno di quelli che l'Italia sta cercando come il pane ed è pure il tempo di iniziare a considerarlo non solo più una promessa ma una realtà. Perché in fondo, questa Italia disgraziata, avrebbe pure una sua ossatura. Roberto Mancini, seppur qui nessuno voglia certo dare lezioni ma quanto meno un suggerimento di cuore, scelga un undici titolare. Ne avrebbe modo e uomini. Manca semmai un centravanti certo e garantito, perché Mario Balotelli è fuori per scelta tecnica a Nizza pure con Patrick Vieira, perché Ciro Immobile e Andrea Belotti sono meravigliosi ma in azzurro soffrono un fardello pesante. E' l'unica pecca di un'Italia che con Lorenzo Insigne, Federico Bernardeschi e Federico Chiesa, ha una trequarti mai così talentuosa da troppi anni. Manca il 9. Al Milan ce ne sarebbe uno, Patrick Cutrone, ma la vera e amara realtà è che dovrebbe lasciare i rossoneri per sbocciare e diventare grande. Sono state confermate dai protagonisti pure le voglie e le intenzioni di sondare il terreno per Zlatan Ibrahimovic ed è un paradosso, quando hai non solo Gonzalo Higuain, ma un tecnico che gioca a una punta e uno come Cutrone dietro. La soluzione dovrebbe essere una sola. Anche perché questa Italia avrebbe bisogno di uno così.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Dybala ha detto no all’Inter! Ecco i dettagli. La Juventus può perderlo, ma ecco le squadre in Premier per Paulo. Real Madrid insiste per Icardi, e venerdì è lcardi-day: quello che succederà, da cui dipende il futuro 20.03 - Essere interista non è mai normale, come recita lo stesso inno nerazzurro. E così può capitare che al giovedì ti umilino in casa in Europa League, e poi alla domenica tu giochi uno dei derby più gagliardi degli ultimi anni e in una delle condizioni più difficili. Allo stesso modo,...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve vs. Uefa: la decisone su Ronaldo (e quella già presa a prescindere). Inter: i 5 segreti di una battaglia vinta col cuore (e l'incontro pre-derby di Icardi). Milan: su Gattuso il solito banco degli imputati (con un’incredibile compagnia) 19.03 - Complimenti per la trasmissione. La differenza tra la pausa per la nazionale e la pausa per la nazionale dopo una vittoria è che ti rompi le balle lo stesso, ma con una bella faccia di tolla stampata sul volto. Il qui scrivente c’ha la faccia di tolla, perché temeva di essere suonato...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Le scuse ad Allegri e le scuse di Spalletti: trova la differenza. Napoli, la strada per essere grande si fa in salita. Bologna, Sinisa ha smontato la testa. Gravina-Brunelli-De Siervo, asse contro Di Maio che vuole far perdere al calcio 2 miliardi 18.03 - La Toscana non è uguale in tutte le sue città. Firenze non è Livorno, Siena non è Pisa e Forte dei Marmi non è Grosseto. Ognuna di queste ha le sue bellezze. Anche i toscani sono diversi tra di loro. Ci sono quelli simpatici che fanno ridere e quelli che vogliono fare i simpatici...

Editoriale DI: Marco Conterio

Il Mondo capovolto: la Juve clamorosamente tra le grandi favorite Champions. Ajax, talenti e delusioni cocenti. Messi o Cristiano Ronaldo? Lo scontro possibile e il derby di oggi. Tutto di un altro pianeta 17.03 - Adesso che il cerchio si stringe, su Tuttomercatoweb.com abbiamo aperto il sondaggio che di per se ha poco d'originale, tanto di banale ma che ha il gran dubbio della risposta finale. "Chi è la favorita per la Champions 2018/2019?". Otto opzioni, di fatto i lettori ne stanno votando,...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Napoli: Insigne, Koulibaly e Allan restano. Per il centrocampo c’è Fornals, in attacco Lozano prima scelta. Per il futuro di Allegri bisogna aspettare ancora, Conte e Deschamps nomi da monitorare. Il Real ripensa a Milinkovic Savic 16.03 - I motori si stanno scaldando. La Primavera in arrivo sta accendendo il mercato. Il Napoli è sempre molto attivo. Ancelotti e la società sono convinti di poter crescere ancora e per questo l’obiettivo è tenere tutti i big. Non c’è alcuna volontà di prendere in considerazione offerte...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Inter fuori dall’Europa paga caro il caso-Icardi. Un capitano vero avrebbe giocato. Zhang furioso lo vuole sul mercato. Derby ad alto rischio. Spalletti via, Conte ha chiesto tempo. Il caso Mourinho. 15.03 - L’Europa League era uno degli obiettivi stagionali, ora per non fallire completamente la stagione, all’Inter non resta che la caccia alla Champions, con il Derby alle porte, in un momento complicatissimo. Questa situazione drammatica è il frutto amaro del caso Icardi che da oltre...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Una Champions da sballo e il dominio inglese. L’orgoglio italiano di Napoli e Inter e la rivoluzione in casa Real 14.03 - Ora abbiamo le favolose 8 d’Europa. E nei giorni in cui si discute tantissimo della Brexit, le squadre della Premier danno un chiaro indirizzo: in Champions vogliono dettare loro la legge. L’ultima volta che si era verificato un evento del genere era esattamente 10 anni fa: Arsenal,...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Attenzione Icardi: contatto e offerta Real Madrid! E nel frattempo l’Inter proibisce l’incontro con Zhang Hanno ucciso Allegri. Allegri è vivo! Come può non essere la Juventus la favorita della Champions? 13.03 - Juve da Champions negli occhi di tutti, ma c’è la precedenza al notizione su Icardi. E anche se incombe il derby e l’attualità, attenzione alla novità. Nella giornata di lunedì il Real Madrid (proprio nelle stesse ore dell'arrivo di Zidane) ha contattato l’entourage di Icardi. Un...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: la scelta di Zidane e il futuro di Allegri… nel giorno del giudizio. Inter: la pace solo a parole tra Icardi e Spalletti. Roma: c’è un vero, grande acquisto 12.03 - La prima cosa che mi viene da scrivere è che Zidane è tutto tranne che rincoglionito. I rincoglioniti non sanno scegliere il momento giusto, lui ha mollato Madrid un anno fa, ha capito che questa per gli amici spagnoli sarebbe stata una stagione fetente, si è fatto l’anno sabbatico...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Juve, la notte verità. Inter, basta frecciatine. Spalletti-Marotta chiudetevi nello spogliatoio. Roma, follia pura. Foggia, “Nember One” Venezia, da Vecchi-Zenga a Cosmi la gondola non gongola 11.03 - Potete raccontarci quello che volete. La cena tra Agnelli e Allegri, la Champions che è un’ossessione della stampa e non del club, che la partita di domani sera con l’Atletico Madrid sarà una come tante altre. Sappiamo e sapete che non è così. Domani, a Torino, ci sarà un bivio. Se...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510