HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi è la favorita per la Champions 2018/2019?
  Barcellona
  Juventus
  Manchester United
  Liverpool
  Manchester City
  Ajax
  Porto
  Tottenham

La Giovane Italia
Editoriale

La Champions e il ritorno dell'Italia. La crisi dei paperoni e il peso del mercato...

15.03.2018 08:10 di Luca Marchetti   articolo letto 20799 volte
© foto di Federico De Luca

Archiviata la due giorni di Champions l'Italia sorride. Sorride per aver portato due squadre fra le prime otto, per aver portato tre allenatori italiani fra i migliori d'Europa, non certo e non sempre da favoriti. Potevano essere quattro se Conte avesse fatto il miracolo. Si sa, in Champions conta tutto: conta la fortuna, conta il sorteggio, conta il momento di forma, contano i giocatori che hai a disposizione. E quindi forse è eccessivo essere troppo contenti, cominciare a dire che è rinato il calcio italiano. Ma sicuramente è un buon segnale. Tre stili diversi, tre modi di allenare diversi, tre progetti diversi. Ma Montella, Di Francesco e Allegri sono sicuramente un vanto per il calcio italiano che conferma ancora una volta di avere una grande capacità strategica. Era dal 2005/06 che tre allenatori italiani non arrivavano così in alto.
Ma questa Champions ci regala anche un'altra considerazione. Perché quello che balza di più all'occhio a livello internazionale è l'uscita di scena dei paperoni. Fuori United e PSG. Solo il City ha un saldo negativo superiore (-220) sul mercato di quest'anno. Ma - almeno finora e almeno quest'anno - la squadra di Guardiola sembra davvero aver ingranato e imboccato la strada giusta.
Mentre invece lo United di Mourinho, delle spese ingenti proprio per cercare di arrivare in fondo in Europa (spesi 164 milioni a fronte di 11 milioni arrivati dalle cessioni) e soprattutto il PSG con 238 milioni spesi (più 180 di Mbappé che sono stati praticamente già messi a bilancio visto che si tratta di obbligo di riscatto) e con un disavanzo di 144 milioni si stanno leccando le ferite. Abbiamo sempre detto (come tutti) che il fatturato e la capacità di spesa conta eccome, nel calcio. Ma questa è l'ennesima prova che non è tutto.
E' evidente che se il PSG non avesse incontrato il Real Madrid magari non sarebbe uscito, insomma c'è anche da considerare il fattore sfortuna. Ma se l'obiettivo era tirarsi su dopo la brutta figura della passata stagione (la remuntada blaugrana) quest'anno sconfitto andata e ritorno senza aver dato l'impressione di poter infastidire i blancos. Forse peggio ancora il Manchester di Mou, imbrigliato da Montella, sconfitto in casa nonostante una rosa spaventosa che ha portato anche un sacco di critiche e polemiche (con De Boer) per le scelte fatte dallo Special One.
E così sono passate nelle migliori otto d'Europa squadre che addirittura sul mercato hanno guadagnato, qualcuna anche costretta dalle regole del FF, come la Roma. Che addirittura era pronta a sacrificare Dzeko nel mercato invernale. Tutto pronto per il Chelsea, tutto saltato. Ma Dzeko non ha "dimenticato" la Roma. E così con i suoi gol ha di fatto reso alla società quei soldi che non sono arrivati dal mercato. Prima la vittoria contro il Napoli, pesantissima per la corsa Champions, e poi il gol qualificazione contro lo Shakhtar. I proventi della Champions per l'approdo agli ottavi e la possibilità più solida di poter partecipare alla prossima edizione sono sicuramente tanto importanti quanto la cessione. Quasi un paradosso: non ti vendo ma guadagno lo stesso. Ecco perché i giocatori fanno comunque la differenza, indipendentemente dai progetti tecnici ed economici.
Forse in questo gli italiani sanno avere qualcosa in più. Sanno tirare fuori il massimo anche in situazioni non ottimali, riuscendo a ottimizzare il materiale tecnico a disposizione. Ed ecco perché c'è il rammarico di non poter vedere in Europa il Napoli di Sarri, certamente una delle migliori realtà a livello europeo.
Ora tutta la concentrazione è sul campionato: la Juve ha cercato di piazzare una minifuga. Ora il Napoli dovrà reagire: mettere lei pressione alla Juve, costringerla a non sbagliare mai. Manca ancora molto. E ancora può succedere di tutto. E come ci insegna la Champions non è detto che i risultati siano sempre scontati...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Il Mondo capovolto: la Juve clamorosamente tra le grandi favorite Champions. Ajax, talenti e delusioni cocenti. Messi o Cristiano Ronaldo? Lo scontro possibile e il derby di oggi. Tutto di un altro pianeta 17.03 - Adesso che il cerchio si stringe, su Tuttomercatoweb.com abbiamo aperto il sondaggio che di per se ha poco d'originale, tanto di banale ma che ha il gran dubbio della risposta finale. "Chi è la favorita per la Champions 2018/2019?". Otto opzioni, di fatto i lettori ne stanno votando,...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Napoli: Insigne, Koulibaly e Allan restano. Per il centrocampo c’è Fornals, in attacco Lozano prima scelta. Per il futuro di Allegri bisogna aspettare ancora, Conte e Deschamps nomi da monitorare. Il Real ripensa a Milinkovic Savic 16.03 - I motori si stanno scaldando. La Primavera in arrivo sta accendendo il mercato. Il Napoli è sempre molto attivo. Ancelotti e la società sono convinti di poter crescere ancora e per questo l’obiettivo è tenere tutti i big. Non c’è alcuna volontà di prendere in considerazione offerte...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Inter fuori dall’Europa paga caro il caso-Icardi. Un capitano vero avrebbe giocato. Zhang furioso lo vuole sul mercato. Derby ad alto rischio. Spalletti via, Conte ha chiesto tempo. Il caso Mourinho. 15.03 - L’Europa League era uno degli obiettivi stagionali, ora per non fallire completamente la stagione, all’Inter non resta che la caccia alla Champions, con il Derby alle porte, in un momento complicatissimo. Questa situazione drammatica è il frutto amaro del caso Icardi che da oltre...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Una Champions da sballo e il dominio inglese. L’orgoglio italiano di Napoli e Inter e la rivoluzione in casa Real 14.03 - Ora abbiamo le favolose 8 d’Europa. E nei giorni in cui si discute tantissimo della Brexit, le squadre della Premier danno un chiaro indirizzo: in Champions vogliono dettare loro la legge. L’ultima volta che si era verificato un evento del genere era esattamente 10 anni fa: Arsenal,...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Attenzione Icardi: contatto e offerta Real Madrid! E nel frattempo l’Inter proibisce l’incontro con Zhang Hanno ucciso Allegri. Allegri è vivo! Come può non essere la Juventus la favorita della Champions? 13.03 - Juve da Champions negli occhi di tutti, ma c’è la precedenza al notizione su Icardi. E anche se incombe il derby e l’attualità, attenzione alla novità. Nella giornata di lunedì il Real Madrid (proprio nelle stesse ore dell'arrivo di Zidane) ha contattato l’entourage di Icardi. Un...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: la scelta di Zidane e il futuro di Allegri… nel giorno del giudizio. Inter: la pace solo a parole tra Icardi e Spalletti. Roma: c’è un vero, grande acquisto 12.03 - La prima cosa che mi viene da scrivere è che Zidane è tutto tranne che rincoglionito. I rincoglioniti non sanno scegliere il momento giusto, lui ha mollato Madrid un anno fa, ha capito che questa per gli amici spagnoli sarebbe stata una stagione fetente, si è fatto l’anno sabbatico...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Juve, la notte verità. Inter, basta frecciatine. Spalletti-Marotta chiudetevi nello spogliatoio. Roma, follia pura. Foggia, “Nember One” Venezia, da Vecchi-Zenga a Cosmi la gondola non gongola 11.03 - Potete raccontarci quello che volete. La cena tra Agnelli e Allegri, la Champions che è un’ossessione della stampa e non del club, che la partita di domani sera con l’Atletico Madrid sarà una come tante altre. Sappiamo e sapete che non è così. Domani, a Torino, ci sarà un bivio. Se...

Editoriale DI: Andrea Losapio

Kean rischia di diventare un caso, sarà sacrificato in estate? La Roma pensa al casting, mentre l'Inter perde candidati alla panchina. Il Napoli può vincere l'Europa League 10.03 - L'Italia scopre, o meglio riscopre, Moise Kean, attaccante della Juventus, primo 2000 a giocare in Serie A. In un periodo in cui i minorenni vanno poco di moda, Donnarumma a parte, poteva sembrare un buon punto da cui ripartire anche per la nostra Nazionale, in preda a un'anemia di...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Roma: Sarri, Gasperini e Giampaolo idee per il futuro. Inter-Icardi patto fino al termine della stagione. Il Milan al lavoro per i rinnovi di Abate, Zapata, Suso e Donnarumma. Juventus, fari accesi su Joao Felix del Benfica 09.03 - L’addio a Di Francesco, la risoluzione consensuale con Monchi, l’arrivo di Ranieri e un futuro ancora da scrivere. La Roma cambia e guarda avanti, con un solo grande obiettivo: la qualificazione alla Champions League del prossimo anno, traguardo fondamentale. Ranieri resterà al timone...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Mourinho no all’Inter, subito al Real. Icardi, il problema è Spalletti non la fascia. 60 modelle a cena con i giocatori della Juve: Allegri conferma. Si scalda ancora di più la sfida con l’Atletico. Incontro con Agnelli. Ranieri, che figuraccia 08.03 - Premessa: ognuno della sua vita privata fa quel che vuole. Precisazione: i giocatori sono abituato a valutarli sul campo, il gossip mi interessa il giusto, quasi zero. Detto questo, però, quando l’allenatore della Juventus conferma che c’è stata davvero in un albergo di Torino...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510