VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/18?
  Real Madrid
  Bayern Monaco
  Roma
  Liverpool

Editoriale

La Champions e il ritorno dell'Italia. La crisi dei paperoni e il peso del mercato...

15.03.2018 08:10 di Luca Marchetti   articolo letto 20727 volte
© foto di Federico De Luca

Archiviata la due giorni di Champions l'Italia sorride. Sorride per aver portato due squadre fra le prime otto, per aver portato tre allenatori italiani fra i migliori d'Europa, non certo e non sempre da favoriti. Potevano essere quattro se Conte avesse fatto il miracolo. Si sa, in Champions conta tutto: conta la fortuna, conta il sorteggio, conta il momento di forma, contano i giocatori che hai a disposizione. E quindi forse è eccessivo essere troppo contenti, cominciare a dire che è rinato il calcio italiano. Ma sicuramente è un buon segnale. Tre stili diversi, tre modi di allenare diversi, tre progetti diversi. Ma Montella, Di Francesco e Allegri sono sicuramente un vanto per il calcio italiano che conferma ancora una volta di avere una grande capacità strategica. Era dal 2005/06 che tre allenatori italiani non arrivavano così in alto.
Ma questa Champions ci regala anche un'altra considerazione. Perché quello che balza di più all'occhio a livello internazionale è l'uscita di scena dei paperoni. Fuori United e PSG. Solo il City ha un saldo negativo superiore (-220) sul mercato di quest'anno. Ma - almeno finora e almeno quest'anno - la squadra di Guardiola sembra davvero aver ingranato e imboccato la strada giusta.
Mentre invece lo United di Mourinho, delle spese ingenti proprio per cercare di arrivare in fondo in Europa (spesi 164 milioni a fronte di 11 milioni arrivati dalle cessioni) e soprattutto il PSG con 238 milioni spesi (più 180 di Mbappé che sono stati praticamente già messi a bilancio visto che si tratta di obbligo di riscatto) e con un disavanzo di 144 milioni si stanno leccando le ferite. Abbiamo sempre detto (come tutti) che il fatturato e la capacità di spesa conta eccome, nel calcio. Ma questa è l'ennesima prova che non è tutto.
E' evidente che se il PSG non avesse incontrato il Real Madrid magari non sarebbe uscito, insomma c'è anche da considerare il fattore sfortuna. Ma se l'obiettivo era tirarsi su dopo la brutta figura della passata stagione (la remuntada blaugrana) quest'anno sconfitto andata e ritorno senza aver dato l'impressione di poter infastidire i blancos. Forse peggio ancora il Manchester di Mou, imbrigliato da Montella, sconfitto in casa nonostante una rosa spaventosa che ha portato anche un sacco di critiche e polemiche (con De Boer) per le scelte fatte dallo Special One.
E così sono passate nelle migliori otto d'Europa squadre che addirittura sul mercato hanno guadagnato, qualcuna anche costretta dalle regole del FF, come la Roma. Che addirittura era pronta a sacrificare Dzeko nel mercato invernale. Tutto pronto per il Chelsea, tutto saltato. Ma Dzeko non ha "dimenticato" la Roma. E così con i suoi gol ha di fatto reso alla società quei soldi che non sono arrivati dal mercato. Prima la vittoria contro il Napoli, pesantissima per la corsa Champions, e poi il gol qualificazione contro lo Shakhtar. I proventi della Champions per l'approdo agli ottavi e la possibilità più solida di poter partecipare alla prossima edizione sono sicuramente tanto importanti quanto la cessione. Quasi un paradosso: non ti vendo ma guadagno lo stesso. Ecco perché i giocatori fanno comunque la differenza, indipendentemente dai progetti tecnici ed economici.
Forse in questo gli italiani sanno avere qualcosa in più. Sanno tirare fuori il massimo anche in situazioni non ottimali, riuscendo a ottimizzare il materiale tecnico a disposizione. Ed ecco perché c'è il rammarico di non poter vedere in Europa il Napoli di Sarri, certamente una delle migliori realtà a livello europeo.
Ora tutta la concentrazione è sul campionato: la Juve ha cercato di piazzare una minifuga. Ora il Napoli dovrà reagire: mettere lei pressione alla Juve, costringerla a non sbagliare mai. Manca ancora molto. E ancora può succedere di tutto. E come ci insegna la Champions non è detto che i risultati siano sempre scontati...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Quanto vale ora Salah? I cambi rossoneri e i dream team in Nazionale 26.04 - Tutti ora a dire perché la Roma ha venduto Salah. Anzi perché l’ha venduto a così poco. Qualcuno aggiungendo, malignamente, che allo stesso prezzo la Roma ha praticamente preso Schick. Prima risposta: è il mercato, bellezza. La seconda l’ha data Monchi in giornata: “se fosse dipeso...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

La lezione a Di Francesco: peccato di superbia o di sottovalutazione degli avversari? Che cosa succede alla panchina dell'Italia: la spilorceria dell'Arsenal che può portare Ancelotti a sorpassare MancinI 25.04 - Certo, adesso è facile, anche troppo, rimproverare a Di Francesco tutto quello che è evidente dopo il tracollo di Anfield. E sembra molto ovvio ricordare che il Liverpool non è il Barcellona e che quindi non ha senso affrontarlo nella stessa maniera: quelli giocano orizzontale e guizzi,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: Allegri andrà via, ma guai a dare i bianconeri per “finiti”. Milan: la follia dei processi a Gattuso. Inter: l’operazione Champions spaventa solo i deboli. Napoli: occhio all’uragano Sarri. E forza Roma, ovvio 24.04 - Tra breve parleremo di calcio. Davvero. Ma prima l’Uomo-Ken. Ognuno nasce con uno scopo: alcuni diventano astronauti, altri benzinai, altri missionari, altri Uomo-Ken. L’Uomo-Ken è un tizio che ha come unica ragione di vita assomigliare a Ken, il noto bambolotto Anni ‘80. In questi...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Allegri non pervenuto. Sarri, colpo Gobbo a Torino. Milan, che dolore il colpo della strega. Crisi Udinese, Oddo non pronto per questi livelli. De Canio e la bacchetta magica... 23.04 - Se la Juventus prepara una finale scudetto in questo modo, molto colpe sono del suo allenatore. Squadra scarica, zero tiri in porta, gente che passeggia in campo e neanche il 10% della carica agonistica che ti aspetti per chiudere i conti e ammazzare il tuo rivale. Juventus ai minimi...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Juventus-Napoli, solo un crollo verticale può salvare la A dalla monotonia. Roma può diventare come Londra, ma dipenderà dallo stadio. Che bella la lotta salvezza 22.04 - Questa sera andrà in scena la madre di tutte le partite. Almeno per una fetta, consistente anzichenò, del nostro calcio. Perché tutti coloro che non tifano Juventus proveranno a vedere, finalmente, la speranza di avere una nuova regina del calcio italiano. Il Napoli incarna Davide...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Morata-Juve per ora solo un’idea, ma il ritorno non è impossibile. Per Torreira il Napoli tenta l’affondo. Mancini CT, lo Zenit frena: i tempi potrebbero allungarsi 21.04 - La sfida scudetto di Torino è dietro l’angolo ma anche il mercato continua a regalare spunti interessanti e per certi versi clamorosi. Parto subito forte e vi dico che il ritorno di Morata alla Juventus non è impossibile. Al momento è solo un’idea, destinata a rimanere tale se la...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Napoli, ecco come giocheranno. Sui bianconeri le maggiori pressioni. Dybala è il dubbio. Pjanic recupera. Milik in vantaggio su Mertens. Restare o andar via? Il futuro di Allegri e Sarri passa da questo scudetto. Italia, Mancini CT 20.04 - Hai nove punti di vantaggio, praticamente già vinto lo scudetto e pochi minuti dopo scopri che quei punti si riducono a quattro e ritorna tutto in discussione. Non deve essere simpatico. Non è un momento semplice per la Juve alla vigilia dello scontro diretto col Napoli, pochi giorni...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Juventus-Napoli, sfida totale. Un finale di campionato elettrizzante… 19.04 - Un finale di campionato così è letteralmente da sogno. Per tutti i tifosi, di tutti i colori. Perché vivere un duello così bello, così intenso, con così tanti colpi di scena concentrati in pochi minuti o in poche giornate. Lo scontro diretto è ormai alle porte e viverlo con queste...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

I dolori del giovane Andrea Agnelli: se gli obiettivi futuri della Juventus valgono davvero questo danno d'immagine, per il club stesso, e per Gigi Buffon. Gravissima l'accusa di malafede a Collina 18.04 - È passato tutto in cavalleria. No, non di certo le parole di Buffon o di qualcun altro. Le uscite dei giocatori hanno fatto molto clamore, anche se qua in Italia si è trattato solo di rumore, mentre all'estero è stato disgusto e condanna, in un tragico giro del mondo che ha fatto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: la corte a Marotta e il futuro di Allegri. Milan: il piano di Gattuso per la prossima stagione (e Donnarumma?). Inter: quanti processi senza senso. E a Buffon il 432esimo consiglio non richiesto 17.04 - A Milano è iniziata la Settimana del Mobile. Alla Settimana del Mobile è difficilissimo trovare dei mobili e la cosa, converrete, è molto curiosa. Molto più facile trovare gente di merda. Di quella sono piene le vie. Sembra che tutti vadano nelle feste esclusive, fanno a gara a dirtelo,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.