VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

Editoriale

La final eight: ecco i migliori procuratori del calciomercato estivo 2014

Nato ad Avellino il 30-09-1983, vive e lavora a Milano dal 2005. Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb ha condotto ed organizzato i Gran Galà del Calcio AIC 2011 e 2012
08.09.2014 00:00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 41544 volte
© foto di Federico De Luca

Dopo i direttori sportivi, tocca ai procuratori. Fanno il bello e cattivo tempo delle società. Possono aiutare quando sono bravi, difficile, possono fare enormi danni quando pensano solo ai propri interessi. Sono rimasti in pochi a pensare al bene dei propri assistiti. Sono in mille, comandano in trenta, guadagno in dieci. Alcuni di loro, in passato, sono finiti nel mirino delle fiamme gialle. Conti all'estero e giri di danaro tra bollini rossi e blu, come quelli della chichita che piacciono tanto a Tavecchio. Un giorno faremo anche il pagellone dei direttori sportivi di serie B.
Muovono una quantità di soldi, quelli veri pochi, quelli non riconosciuti tanti. Hanno sfruttato l'autogol (?) della Lega di serie B con il salary cup che ha agevolato operazioni a nero tra ds e procuratori. Oggi, in B, molti fanno i fenomeni ma, quando i soldi dei supermercati saranno finiti, saranno guai grossi. Come quel giocatore che lo scorso gennaio ha cambiato società chiedendo 300.000 euro di ingaggio; il Presidente che lo stava per comprare sbalordito chiese: "Ma come, sul contratto con la tua attuale società hai 130.000... " "Beh, gli altri 170.000 li porta la cicogna". La procura Federale sta indagando su Cittadella-Empoli 2-2. Flusso anomalo. Come mai? Cosa è successo? Fossi in Marchetti, querelerei subito Palazzi. A Carpi, Giuntoli ha fatto più danni della grandine di ferragosto (ci torneremo), a Crotone le operazioni di Ursino e Vrenna meritano un approfondimento (ci ritorneremo), a Terni il DS è talmente bravo che merita un castello a Capri (ci ritorneremo).
Hanno tappato questo mercato validi agenti come Claudio Vigorelli e Oscar Damiani. Il primo ha proposto a mezza Italia Eto'o, alla fine lo hanno spedito in Premier, doveva spostare Destro ed è rimasto con le valigie piene. Male! Il secondo ha fatto pochi movimenti, perdendo un braccio destro quale Braida che ha detto addio al Milan e alla Sampdoria.
Ecco la nostra top ten, non in ordine, ma semplicemente a memoria:
1)Giuseppe Bozzo: ha fatto qualcosa in meno rispetto ad un anno fa ma, anche se fa poco, fa più degli altri. Sposta Quagliarella e non gli fa cambiare neanche casa. Lavora ai fianchi di Real Madrid e Juventus e chiude l'operazione Morata con largo anticipo. Forse uno dei pochi a pagare le tasse in Italia. Una garanzia per i suoi calciatori. Piazza Peluso e limita i danni. Rinnova il contratto di Mazzarri e gli mette 8 bulloni sotto la panchina.
2) Alessandro Moggi: ancora una volta finisce nella top ten. Lavora in silenzio, non mette i manifesti e sposta il capocannoniere del nostro campionato ancor prima che parta per i Mondiali. Tra Borussia e Torino ha vinto Immobile e se vince Immobile il merito è anche di Alessandro Moggi. Cognome pesante ma lui, ancora una volta, riesce nei miracoli. Allegri alla Juve è opera sua...
3) Pascal Boisseau: chi??? Sì, è un procuratore francese che fa da ombra a Rudi Garcia. Molte operazioni Sabatini le chiude con il suo benestare. Uomo fidato del tecnico della Roma sta esplorando il nostro mercato. Silenzioso ma capace. Sfrutta la mediocrità assoluta dei nostri agenti.
4) Mino Raiola: ancora una volta fa il gradasso ma, ancora una volta, toglie le castagne dal fuoco al Milan. Riesce a far avere ai rossoneri 20 milioni per un attaccante come Balotelli che perde sempre più credibilità. Cosa dirgli? Fa solo gli interessi suoi e del suo assistito ma se questo è il mondo del calcio, lui ha capito benissimo le regole del gioco. Avanti Mino! Mangia più che puoi... La dieta può attendere.
5) Mario Giuffredi: E' arrivato senza raccomandazioni e senza giocare a calcio. Napoletano, affamato con un grande pregio: gli interessi per i suoi calciatori vengono prima dei suoi. Non fa mai affari con i Direttori Sportivi, se i suoi ragazzi non hanno guadagnato più del doppio del triplo. Carattere non facile, mai una comparsata tv, fa del lavoro la sua arma vincente. I migliori giovani sono tutti suoi: Biraghi, Capuano, Forte, Busellato e tanti altri. Tutti italiani. Con lui resuscitano anche i "morti". Lazzari dal Novara al Pescara. Valdifiori ha ritrovato la A con l'Empoli. Durissimo nelle trattative, è una brutta gatta da pelare. Nel grande giro solo da 5 anni è destinato a diventare il nuovo Raiola. Con un pizzico di educazione in più, si spera.
6) Giocondo Martorelli: una dei pochi agenti che in questo mondo non ha nulla a che fare. Brava persona, umile e gran lavoratore. Grande occhio per i giovani ha, di fatto, lui chiuso il calciomercato. Bonaventura al Milan con 5 anni di contratto. Ha creato l'asta con Inter e Verona, l'Atalanta lo svende a 6 milioni di euro, dopo averne chiesti 12, e a guadagnare è solo il calciatore. Bonaventura deve tutto a Martorelli. Tra persone serie si parla la stessa lingua.
7) Fabio Parisi: da sempre è stato il socio o alter ego di Damiani. Si sbatte a destra e sinistra e ha chiuso una bella operazione con il Napoli per De Guzman. L'allievo supera il maestro. Il lavoro paga. Agente in continuo aggiornamento, soprattutto sul calcio estero.
8) Sergio Berti: non ha una faccia, si muove in silenzio e prende in giro tutti. Sposta Alessio Cerci e chiude la migliore operazione possibile; con l'Atletico Madrid. Fa il suo bene e quello del ragazzo, si prende gioco di Cairo e Petrachi ma soprattutto dei tifosi del Torino. Entra di diritto nella classifica dei migliori procuratori di questa estate, fredda, come il calciomercato di quest'anno.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Verdi-Napoli: in estate scopriremo la verità. Milan, fidarsi di Mendes è stato un errore. Cosa fai Monchi? La Roma sta rischiando grosso 21.01 - Ma cosa passa nella testa di alcune persone? Me lo sono chiesto in questi giorni vedendo le reazioni e alcuni messaggi rivolti a Simone Verdi - e persino alla sua compagna - per la scelta di restare al Bologna. Offese personali, addirittura qualche minaccia di morte. Ma perché? Badate...

EditorialeDI: Mauro Suma

Balotelli: il Milan c'entra Buffon: come Rivera l'ultimo anno Thohir: Inter usata in chiave anti Milan? 20.01 - Cosa c'entra il Milan con Mario Balotelli? Niente. Anzi, parliamone. La prima sensazione infatti è che l'apertura di credito a quanto sta facendo Balo in Ligue 1 significa che i cannoni mediatici restano belli accesi e belli carichi proprio sul Milan in relazione a eventuali sviluppi...

EditorialeDI: Luca Serafini

Napoli, Inter, Roma: mercato pro-Juve, ma fanno notizia le ombre del Milan 19.01 - Non cadete nelle trappole propagandistiche. La politica italiana ha così pochi argomenti propositivi che l’unico esercizio remunerativo appare la distruzione verbale dell’avversario. Insulti, minacce, dubbi e sospetti, così l’operazione Berlusconi-Milan cinese è diventato (dopo il...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter avanti per Rafinha, ma spuntano le alternative, le mosse (segrete) del Napoli e quelle (clamorose) delle spagnole: da CR7 a Griezmann... 18.01 - Il primo incontro con il Barcellona ora deve maturare. L'Inter, con il suo direttore sportivo, ha allacciato ufficialmente i rapporti (fra società importanti come Inter e Barca è molto meglio, anche diplomaticamente, parlarne di persona) e ha "lanciato" l'ultima offerta. 35 milioni...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Giù le mani da Nainggolan… Verdi, la risposta è ok! Inter, nomi all’altezza? Quanto vale oggi CR7? 17.01 - A Milano fa freddo… Di colpo, pare che l’inverno si sia ricordato di esistere. Anche il calciomercato pare “bloccato” in una morsa gelida. Non si muove quasi nulla. A chiacchiere stiamo a 1000, come sempre. C’è un nome che continua ad essere scritto a lettere cubitali: RADJA NAINGGOLAN....

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: oltre a Emre Can, un altro colpo per giugno. Inter: la cena con Pastore e la strategia per Rafinha. Milan: un anno di polemiche, la compravendita e altri “misteri”. Napoli: occhio alla risposta di Verdi. E in Figc… 16.01 - Ciao. Siamo in regime di sosta invernale. La sosta a suo tempo ci stava antipatica perché era "sosta della nazionale" ma siamo stati bravi e abbiamo deciso di eliminarla del tutto, infatti per non rischiare non scegliamo neppure un ct ("vuole un ct?". "Sia mai! Poi quello magari pretende...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Cessione Milan, una giustizia col Rolex. Napoli, blinda Sarri: ora o mai più! Sabatini, sei più bravo senza portafogli. Figc, che pasticcio! Serve l'intesa 15.01 - La giustizia con il Rolex ci ha sempre fatto paura. Ciò non significa che le indagini non vadano condotte, ma tempistiche e modalità sono al quanto dubbie. Premesso che non siamo fan di Berlusconi (chi legge questo editoriale con un po' di costanza lo sa bene), non capiamo come mai,...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il primo bilancio del mercato e quello che può accadere da qui a fine mese: le regine sono al contrario. Juve già in ottica futura. Spalletti ritrova il sorriso coi due rinforzi, il Milan resta in bilico. E occhio al valzer dei tecnici in estate 14.01 - A metà del guado. Mancao solo due settimane nel calciomercato italiano e finora cosa è concretamente successo? Le regine sono al contrario, ovvero le formazioni che lottano per non retrocedere. Sugli scudi un Benevento in crisi nera di risultati ma con un presidente, Vigorito, che...

EditorialeDI: Mauro Suma

3 stadi, 3 derby e 3 film diversi. Milan, il vulnus Montella. Nazionale, Conte entra in scena. Ramires, Capello lo vuole in Cina 13.01 - Settimana di pausa campionato ed ecco che i protagonisti non diventano i giocatori o i tifosi, ma la loro cornice, il loro punto di ritrovo naturale: lo stadio, gli stadi. Milano, Genova, Roma: è stata una settimana cruciale su tutti e tre i fronti. Il fil rouge è stato soprattutto...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Inter, ecco Lisandro Lopez. Rafinha vicino, ma Spalletti frena. Deulofeu preferisce Milano, ma il Napoli tratta. Sarri aspetta lunedì l'ok di Verdi. Juve-Barella, vertice 12.01 - Ora è ufficiale, sarà contenta anche la mamma di Spalletti. Che succede? Forse l’Inter compra un centrale e la pista porta dritta a una vecchia conoscenza chiamata Lisandro Lopez del Benfica. Non è un fenomeno, buon giocatore, ma vecchia conoscenza perché il mancato arrivo dell’argentino...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.