VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi vincerà la classifica cannonieri?
  Edin Dzeko
  Ciro Immobile
  Paulo Dybala
  Dries Mertens
  Mauro Icardi
  Cyril Thereau
  Fabio Quagliarella
  Andrea Belotti
  José Callejon
  Luis Alberto
  Adem Ljajic
  Alejandro Gomez
  Lorenzo Insigne
  André Silva
  Nikola Kalinic
  Duvan Zapata
  Leonardo Pavoletti
  Gonzalo Higuain
  Altro

TMW Mob
Editoriale

La Juve non si ferma più, dopo Pjanic e Dani Alves ecco Benatia e ora si pensa a Gabigol. Napoli, dopo Giaccherini si cerca l'accordo per Candreva

14.07.2016 08:33 di Luca Marchetti   articolo letto 112353 volte
© foto di Federico De Luca

La Juventus non si ferma più. Prima i colpi di giugno con Miralem Pjanic e Dani Alves; adesso, Marotta e Paratici hanno chiuso anche per Mehdi Benatia. Tutto fatto per il ritorno in Italia del difensore ex Roma, corteggiato dal Milan per volere di Montella ma preso dalla Juve dopo una lunga trattativa che si è chiusa in queste ore. Prestito con diritto di riscatto che può diventare obbligo a determinate condizioni, 20 milioni totali il costo (potenziale) dell'operazione, Benatia ha detto sì e ha già prenotato visite mediche e firme a Torino. Lunedì, invece, i dirigenti bianconeri aspettano un incontro importante per l'attaccante brasiliano Gabriel Barbosa, per tutti Gabigol, classe '96. Un vero craque che al Santos non sta facendo rimpiangere Neymar da cui ha ereditato la maglia numero 10. Appuntamento fissato con tutte le parti in ballo nell'operazione, dal papà del giocatore fino ai suoi agenti passando chiaramente per il Santos, perché il cartellino è frazionato e bisogna accontentare tutti. La prima offerta al club brasiliano sarà da 18 milioni, poi si passerà a dialogare con gli altri interlocutori. E Pjaca? La Juve spera entro venerdì o sabato di avere risposte dal presidente della Dinamo Zagabria, Mamic, sui dettagli dell'affare. Perché l'accordo col giocatore c'è già e bisogna solo definire gli ultimi aspetti. In ogni caso, filtra ottimismo e tranquillità. Non è finita: il Chelsea fa muro per Matic, obiettivo bianconero sondato per il centrocampo, Conte per adesso non vuole privarsene nonostante stia trattando Kanté. L'agente di Zaza invece ha ascoltato la proposta del Wolfsburg, 4 anni di contratto e 25 milioni alla Juventus bonus inclusi, i tedeschi fanno sul serio. Ma la scelta sarà del giocatore appena tornerà dalle vacanze e potrà valutare il progetto, oltre alle altre offerte in piedi come quelle di Swansea e West Ham.

Alla Juventus ci ha giocato, ma Emanuele Giaccherini adesso sarà un nuovo rinforzo del Napoli. Nelle casse del Sunderland come previsto 1,5 milioni di euro, tre anni di contratto al ragazzo, risolti anche gli ultimissimi passaggi dell'affare. E adesso il Napoli chiuderà per un jolly più che utile a Maurizio Sarri, sorpassato il Torino che ci stava lavorando da giorni. C'è sempre Candreva nel mirino azzurro, l'accordo per il contratto non è ancora stato trovato: balla 1 milione di euro tra domanda e offerta, il Chelsea ci penserebbe se dovesse andar via Cuadrado mentre l'Inter non ha ancora del tutto abbandonato l'ipotesi. Staremo a vedere. Mentre ci vorrà pazienza per Pereyra, previsti nuovi contatti con l'agente per chiarirsi sui diritti d'immagine. Si allontana Axel Witsel che ha dato priorità alla Premier, per Higuain ad oggi tanti club interessati (tra cui l'Arsenal) ma nessuno ha spinto davvero. Anche perché il Napoli ha sempre chiesto i 94 milioni della clausola, tutti avvisati.

La Roma invece accoglie Juan Jesus in ritiro, affare fatto con l'Inter; e aspetta di chiudere per Nacho, difensore del Real Madrid. Incontro positivo con il suo agente a Trigoria, si lavora per un prestito con diritto di riscatto fissato a 11 milioni e controriscatto in favore del Real per 15 milioni di euro. Entro lunedì nuovo contatto per provare a definire tutto, il Real vuole garanzie sulla possibilità di controllare Nacho, la Roma non vuole valorizzarlo invece per un altro club. E allora, bisogna far quadrare i conti e i piani dei due club. Intanto ha salutato Tonny Sanabria, proprio direzione Spagna: 5 anni di contratto con il Betis Siviglia, Walter Sabatini ha strappato una percentuale sulla futura rivendita e un 'diritto di recompra'.

In casa Inter tornano le ore di sereno dopo la bufera Wanda Nara, attorno al discorso del rinnovo preteso da Mauro Icardi. Il ds Piero Ausilio è stato chiaro e netto, il capitano nerazzurro non si vende; ma adesso si cercherà una soluzione che accontenti tutti, con l'intenzione condivisa di andare avanti insieme. Pensando anche agli acquisti: la priorità per l'ultimo slot disponibile da extracomunitario è sempre per Gabriel Jesus, nuovi contatti in queste ore col Palmeiras per il capocannoniere del Brasileirao che arriverebbe però a gennaio. Se si chiudesse davvero per lui (ma c'è concorrenza, Barça e Bayern non mollano...), niente Marlos o Texeira. Che restano nomi buoni qualora Gabriel Jesus non dovesse arrivare. Sull'altra sponda di Milano, il Milan aspetta i margini giusti per tornare a trattare José Sosa. Per il Principito non è bastata la prima offerta da 4 milioni, il Besiktas ha rilanciato con le parole del presidente. Ma Sosa è pronto a tutto, anche a disertare i prossimi allenamenti pur di seguire Montella al Milan. Montella che vorrebbe anche Zielinski, ma in questo caso c'è da convincere il giocatore: Galliani ha l'accordo con Pozzo, all'Udinese andrebbero 18/19 milioni di euro. Il ragazzo però aspetta Jurgen Klopp che lo ha cercato per primo per portarlo al Liverpool, che non ha ancora raggiunto un'intesa con l'Udinese stessa. Ecco perché il Milan ci crede e prova a trovare l'accordo con Zielinski, non sarà facile. In uscita c'è sempre Carlos Bacca, la sua priorità è per l'Atlético Madrid (se non prendesse Diego Costa) altrimenti potrebbe dire sì all'offerta del West Ham. Con 30 milioni nelle casse rossonere.

Spinge la Lazio per Enner Valencia proprio con gli Hammers, più vicino Adriano dal Barcellona che ha preso Digne per rinforzarsi sulle fasce. In queste ore nuovo contatto tra club, il Barça vuole 1 milione più bonus dalla Lazio che andrà avanti a trattare in attesa di risolvere il caso Keita Balde, più convinto che mai nel chiedere la cessione. Intanto, il ds Igli Tare vuole provare il colpo Rodrigo Caio dal San Paolo: sa fare il difensore e il mediano, nel Brasile del futuro c'è un posto per lui, la Lazio lo vuole.

Raffica di aggiornamenti su tante altre squadre: Ljajic è una pista che si è riaperta per il Torino, si aspetta la sua risposta definitiva. E anche Iago Falqué è in dirittura d'arrivo, sempre dalla Roma. Occhio al nome di Saponara, primi approcci con l'Empoli che vuole 10 milioni per il suo trequartista. La Samp ha accolto Schick, un bel colpo dallo Sparta Praga, mentre tratta Praet dell'Anderlecht e cerca un giocatore di qualità per la mediana: Verre, Cigarini, Paredes, Valdifiori. Tutti in corsa, uno verrà scelto per sostituire Fernando, pronto a firmare con lo Spartak Mosca. Il Crotone aspetta Tonev, ormai a un passo; Duvan Zapata vuole restare all'Udinese che intanto vende all'estero, Piris va al Monterrey in Messico (contratto triennale) mentre Insua passa al Racing Avellaneda. Per Gabriel Silva c'è il Granada, rinnova fino al 2019 con l'Udinese e va in Spagna in prestito. In entrata, per Iachini può esserci Kevin Lasagna: offerta da 5 milioni al Carpi più percentuale sulla futura rivendita, ma al momento non bastano. Il Palermo invece aspetta di salutare Vazquez, vicinissimo al Siviglia; in entrata c'è l'idea Angulo, punta classe '85 dell'Independiente del Valle.

In Serie B, l'Avellino vedrà la Roma per Verde mentre la Ternana ha chiesto Samuele Longo all'Inter. Il Latina aspetta Juan Ezequiel Garcia della Fidelis Andria in ritiro, il Benevento ha preso Cragno in porta mentre Chibsah è un obiettivo a centrocampo su cui si lavora, lo Spezia ha (ri)preso a titolo definitivo Sciaudone, a Novara arriva Gianluca Sansone dalla Samp, la Spal accoglie Meret in prestito dall'Udinese, il Bari è più vicino a riprendere De Luca e pensa a Munari a centrocampo. Chiudiamo con l'estero, dove Morgan De Sanctis firma col Monaco mentre Klopp scarica Balotelli: "Nel Liverpool per lui non c'è spazio". Tenetevi forte, il mercato è ancora pieno di novità e sorprese.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Serie A a 18 squadre, che assurdità. La Juventus ha qualche piccolo problema, il Milan decisamente di più. Europa, qualcosa è cambiato. Ed è merito di Lazio e Atalanta 22.10 - C'è un momento per parlare di calcio giocato e un altro di politica del pallone. Credere che il secondo sia più importante del primo è, certamente, presunzione. Ma pensare che uno non influenzi direttamente l'altro è, davvero, un errore pacchiano. Abbiamo provato, nelle ultime settimane,...
Telegram

EditorialeDI: Mauro Suma

Montella: sarto no, stilista sì. Dzeko: il mercato invece dorme. Sarri: attenti alle "facce..." 21.10 - No, Montella non è Lizzola. Nè, per la verità ha fatto discorsi da Lizzola. Chi era intanto costui? Si tratta del sarto che era bravissimo, secondo i racconti di Silvio Berlusconi, a fare i vestiti con la stoffa che aveva. Invece, in quel Marzo 2000, il Milan di Helveg e Bierhoff...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Ancelotti tra Juve e Milan, ma prima i mondiali con l’Italia? Inter, Ramires il centrocampista low cost. Il ritorno su Vidal. Milan su Kakà, quanti dubbi. E mister Li deve rifinanziare il debito 20.10 - Ancelotti se la rideva l’altra sera a Stamford Bridge, divertito da Chelsea-Roma, senza dubbio una gara emozionante. Rideva anche perché nonostante l’esonero del Bayern, è sempre corteggiato da tantissime squadre. Giustamente aggiungo io. Dell’interesse del Milan sappiamo da tempo,...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Roma che sorpresa, Juve di misura: ecco cosa ci regala la due giorni di Champions. E le risposte del Milan 19.10 - Chiusa la due giorni di Champions e possiamo vedere anche il bicchiere mezzo pieno. La sconfitta del Napoli era probabilmente pronosticabile, come la vittoria della Juve. Il pareggio della Roma è prestigiosissimo sia per come è arrivato sia per il risultato in sé. Del Napoli si è...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Juve come Tony Montana… Icardi, sms a Sampaoli! Mourinho, il futuro non è in Italia. La Svezia? Il “biscotto” ci motiva… 18.10 - Alla fine ce la giocheremo con la Svezia. Per nostra grazia, Re Zlatan ha deciso di non indossare più la casacca della nazionale e, altra fortuna, è ancora alle prese con i postumi dell’infortunio. Personalmente, Grecia a parte, la considero un’avversaria decisamente “alla nostra...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter: goduria da derby, ma occhio al tranello! Milan: quel che sarà di Montella. Juve: ricordatevi dello “schema Allegri”. Napoli: l’evoluzione di Sarri (in campo e fuori) 17.10 - Ciao. In questo momento è in onda il mondeinait Verona-Benevento, ma non è che dobbiamo storcere il naso. Abbiamo assistito al derby di Milano, a Roma-Napoli, a Juve-Lazio e comunque poteva andare peggio: poteva esserci Verona-Benevento con la nebbia. Oppure Verona-Benevento con speaker...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Allarme Juve. Simone, prenota il posto di Max. Che goduria questo Napoli. Torino, così in Europa non ci vai... 16.10 - Il paradosso del calcio è sempre lo stesso. Molte favole nascono dalla coincidenza, poi c'è quello bravo che le sfrutta (Simone detto Inzaghino perché in campo dei due era il più scarso, anzi, il meno forte) e chi invece sale sul treno sbagliato nel momento sbagliato (vedi Seedorf,...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

La moda delle clausole e i giocatori che trattano l'addio (al momento del rinnovo...) prima dei club: così il calciomercato sta cambiando le sue regole e i suoi codici. Donnarumma come Higuain e Neymar: Raiola non ha cambiato idea 15.10 - Non viviamo certamente nel miglior periodo storico possibile. Se ci pensate, a guardarle per un attimo con un occhio quanto possibile esterno, le relazioni umane sono giunte oggi a un livello quantomeno buffo. Tendente al preoccupante. Tutto si svolge tramite il medium dei social,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Andrè Silva, turbolenze e derby. Juve: giri di valzer sulla VAR. Sarri: facile essere belli? 14.10 - Montella non vuole più essere "usato" per detrarre qualcosa ad Andrè Silva. E dal momento che il giocatore sta raggiungendo livelli di rendimento molto importanti, non ci sarà più la sponda del tecnico rossonero. Chi vorrà storcere il naso su Andrè Silva, dopo 9 gol in 10 partite...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Donnarumma andrà via, è lui il big sacrificato dal Milan. Petkovic farà il traghettatore, c’è l’ok. Inter, per la difesa attenti a Jedvaj del Bayer. Capello fa tremare Ventura 13.10 - Fassone è di sicuro un ottimo dirigente e il curriculum parla, ma nelle ultime interviste non ha dato il meglio di sé. Forse risente del momento del Milan. Dopo la sconfitta di Genova, ho già detto, ha sbagliato nel mettere in discussione pubblicamente tutto e tutti. Certe cose vanno...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.