HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Cristiano Ronaldo alla Juve: ora chi andrà via?
  Gonzalo Higuain
  Miralem Pjanic
  Daniele Rugani
  Paulo Dybala
  Alex Sandro
  Più di un big
  Nessuno

Editoriale

La Nazionale interessa davvero? Allora nuova “regola”: cinque italiani in campo (minimo) in ogni club!!!

15.11.2017 00:00 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 25030 volte
La Nazionale interessa davvero? Allora nuova “regola”: cinque italiani in campo (minimo) in ogni club!!!

La delusione è ancora forte, quasi insostenibile. Come era prevedibile, tutti si sono inorriditi per quanto successo. L’Italia fuori dal Mondiale, una catastrofe, un’apocalisse, la morte del calcio italiano. Tanti presidenti di club si sono espositi in prima persona… Tutti avviliti e/o arrabbiati. Bene, io vado contro corrente: ma la Nazionale interessa davvero a qualcuno? Ai presidenti dei top club italiani il bene dell’Italia è una priorità? Non credo. I club devono pensare a vincere in Italia e in Europa, non a “creare” giocatori da “prestare” alla Nazionale. Vi informo che le franchigie NBA, massima lega di basket nel mondo, possono decidere di obbligare i propri tesserati a non rispondere alla convocazione della nazionale a stelle e strisce… Davvero è possibile rifondare la nostra Nazionale senza “l’aiuto” dei club e, soprattutto, c’è una minima possibilità che questo “aiuto” arrivi naturalmente? Ed ecco la mia proposta: se davvero vogliamo costruire, per il futuro, una Nazionale importante e di alto livello, serve un radicale cambio di rotta. Un regolamento nuovo, inflessibile, chiaro: cinque giocatori italiani in campo (non in rosa) sempre e comunque, per qualsiasi club italiano di Serie A. Una “linea di intenti”, visto che, ovviamente, non si può impedire la libera circolazione di giocatori stranieri ma ci si può “accordare” per una linea comune, condivisa internamente. Una rivoluzione totale per “favorire” la crescita dei tanti giovani che sgomitano per trovare spazio nelle squadre di club. Ma questa “strada” è percorribile? Come reagirebbero i top club davanti ad un “regolamento” simile? Lo accetterebbero senza problemi? Quanto salirebbe il prezzo dei giocatori italiani con una rivoluzione di tale portata? E quanto si indebolirebbe il calcio italiano? Per questo credo che la premessa sia da sottolineare più e più volte: ci interessa davvero la Nazionale? Se la risposta è un “sì” convinto, allora bisogna intervenire bruscamente. Più spazio agli italiani, per il bene dell’Azzurro… Purtroppo credo che, dopo le tante parole e le indignazioni di questi giorni, si tornerà a parlare di volata Scudetto e di impegni di Champions League ed Europa League. Dimenticheremo la scoppola subita dalla Svezia, daremo la colpa a tutto e tutti ma non faremo nulla per evitare che ricapiti. Certo, qualche testa cadrà (e spero anche in tempi rapidi e che non si riduca tutto al solo “addio” di Ventura) ma le fondamenta resteranno le stesse di sempre. I top club compreranno sempre più giocatori stranieri e gli italiani in campo saranno sempre pochi, pochissimi. Poi, da buoni italiani, troveremo il nostro nuovo eroe da idolatrare, chiedendogli di trasformare le lacrime in gioia. Purtroppo il mondo del calcio è cambiato e, per vincere, servono progetti seri. Gli eroi, da soli, non servono più… Anche i supereroi Marvel, per trionfare, hanno dovuto mettersi insieme, creando gli Avengers.
Chiudo con una riflessione personale. Sono malato di pallone da quando ero un bambino. L’Italia mi ha regalato momenti indimenticabili. Ho gioito come un folle e pianto senza sosta per ore. Tuttavia, questa è la prima volta che resto senza parole. In cuor mio sapevo che, prima o poi sarebbe successo. Erano anni che mi aspettavo un crollo simile… Dopo il Mondiale del 2006, vinto con orgoglio, potevamo e dovevamo azzerare tutto e cominciare a costruire il nostro futuro. Non l’abbiamo fatto e, purtroppo, credo che non lo faremo neppure ora che abbiamo assistito alla pagina più triste della nostra storia calcistica…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Benvenuti al Ronaldo day. Tra depistaggi e ombre. Higuain, giusto andare. Milan, cambiare ora non avrebbe senso. Napoli, ripetersi così è difficile... 16.07 - Ci siamo! Il momento, di mercato, più atteso degli ultimi 30-50 anni è arrivato. Ronaldo, il più forte del mondo, alla Juventus, la più forte d'Italia. In questa settimana il calcio italiano si è diviso in due; come sempre: c'è chi ha visto il vantaggio solo per la Juventus e chi,...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

CR7 a Torino è un colpaccio per la Juventus, non per la Serie A. In Italia (e non solo) va avanti il monopolio e il risultato finale sarà uno solo: la nascita della Superlega 15.07 - Se ne sono dette tante, troppe. E forse è anche giusto così. Perché Cristiano Ronaldo è un acquisto che almeno per qualche giorno ha riportato l'Italia al centro del mondo calcistico. Ha risvegliato i sogni e riportato con la memoria indietro nel tempo, quando i grandi campioni -...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Inter, assalto a Vrsaljko e Dembelé. Per Milinkovic Savic ora c’è il Real. Higuain e Rugani verso il Chelsea, che pensa anche ad Alisson. Florenzi rinnova fino al 2023 14.07 - L’Inter non si ferma e tenta il doppio colpo. Ausilio continua a lavorare per provare a chiudere altri due acquisti. A centrocampo l’obiettivo è Dembélé. Il belga è fortemente tentato dall’idea di misurarsi nel campionato italiano. La presenza di Nainggolan è uno stimolo in più per...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Cavani è la risposta del Napoli a Ronaldo. De Laurentiis tratta con il Psg, ingaggio da spalmare. Ma è il Milan il futuro di Giuntoli con Conte in panchina. Sarri e Zola firmano per il Chelsea. Juve lascia via libera al Real per Milinkovic Savic 13.07 - De Laurentiis ha incassato da signore (o quasi) il colpo del secolo messo a segno dalla Juventus. E adesso come risponderà all’acquisto di Ronaldo? Chi lo conosce bene sa che le dichiarazioni di questi giorni sono fumo per mascherare le intenzioni e la realtà. Non si prende un allenatore...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Non solo Cristiano Ronaldo... la serie A risponde 12.07 - Cristiano Ronaldo alla Juventus ha avuto un’eco mediatica incredibile. E questo è solo l’assaggio di quello che succederà in Italia da adesso in poi. A cominciare da lunedì, quando ci sarà il CR7-day. Arrivo, visite mediche, conferenza stampa e presentazione. Poi da lì in poi inizierà...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

La Juventus porta avanti il calcio italiano riportando indietro l’orologio di 20 anni: entriamo in una nuova era. Nella storia del calcio italiano solo il passaggio di Ronaldo all’Inter è paragonabile, ecco perché 11.07 - Qui Radio Mosca, ma il terremoto di Torino è arrivato a ondate fino a qua. Qua dove sono io adesso, nel Media Center dell’astronave aliena della Krushovka Arena di San Pietroburgo, qua dove c’era una semifinale dei Mondiali. Ah, c’era una semifinale dei Mondiali? Se ne sono accorti...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: tutte le sfaccettature dell'affare (fatto) chiamato "Ronaldo". Inter: le chance per Rafinha, l'idea per il centrocampo e il messaggio di Icardi. Milan: qualcuno salvi il soldato Gattuso. Napoli: il regalo di ADL per Ancelotti 10.07 - Oggi non c’è molto tempo. Però c’è parecchia “ciccia”, del resto sono iniziati i ritiri e il Mondiale sta per finire. E più il Mondiale si avvicina alla fine, più tornano le bombe di mercato. Le bombe di mercato sono importantissime, sono “il metadone” che accompagna i tossici del...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

“Un giorno all’improvviso…”CR7-Juve, mille vantaggi e un solo svantaggio. Paratici, dal colpo del secolo al bluff del millennio. Raduno Milan: squadra da sostenere, proprietà da contestare. Meret-Napoli, a Pastorello non prendeva il telefono 09.07 - C’è un popolo in attesa. Bambini impazziti che sognano il loro idolo con la maglia della propria squadra del cuore. Il popolo si divide in due: quelli che non vedono l’ora di abbracciarlo e quelli che non vogliono neanche sentire nominare Cristiano Ronaldo, per profonda scaramanzia....

EditorialeDI: Marco Conterio

Lunga ricostruzione della trattativa del secolo: Cristiano Ronaldo alla Juventus. La partita a poker Real-Mendes e il rischio boomerang. Poi i messaggi nascosti, l'orgoglio di Perez, lo United e la strategia economica per raggiungere il sogno 08.07 - Scordata e dimenticata, relegata al ruolo di recettrice di grandi talenti o di campioni in cerca di riscatto, l'Italia è tornata nella cartina geografica mondiale del calcio che conta. Perché Cristiano Ronaldo alla Juventus è trattativa e suggestione che rinverdisce fasti antichi,...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Cristiano Ronaldo sempre più Juve, Higuain verso il Chelsea, l’Inter insiste per Malcom. Milan: obiettivo cessioni 07.07 - Cristiano Ronaldo si avvicina sempre più. La Juventus è a pochi passi dal traguardo, vede insomma l’arrivo. Se Florentino Perez accetta l’offerta di 120 milioni di euro, Cr7 è bianconero. Ci vorrà ancora un pò di pazienza ma l’ottimismo in casa Juventus non manca. E’ chiaro che il...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy