VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi è stato il calciatore rivelazione della stagione di Serie A?
  Andrea Conti
  Mattia Caldara
  Federico Chiesa
  Piotr Zielinski
  Gianluigi Donnarumma
  Franck Kessie
  Sergej Milinkovic-Savic
  Roberto Gagliardini
  Emerson Palmieri
  Roberto Inglese
  Diego Falcinelli
  Giovanni Simeone
  Gerard Deulofeu
  Patrik Schick
  Lucas Torreira
  Lorenzo Pellegrini
  Jakub Jankto
  Amadou Diawara

TMW Mob
Editoriale

La partita del millennio, Messi e Neymar contro il Jorge Mendes FC. L'Inter non prende mai gol. Santa Lucia con un sacco di regali. Juventus non ancora da Scudetto (sarebbe servito Conte). Napoli alla prova di maturità

13.12.2015 00.00 di Andrea Losapio  Twitter:    articolo letto 36578 volte
© foto di Lorenzo Di Benedetto

Gestifute. Il nome è anche simpatico. Si abbina perfettamente per una squadra di calcio che fa la spola fra la massima serie del calcio portoghese e la B. Oppure per un club brasiliano. Esotico, semplice da ricordare. Eppure è la squadra più forte del mondo, o quasi. L'idea di confrontare il potere di Jorge Mendes, il procuratore migliore del mondo, e il Barcellona è uscita durante una chiacchierata informale con Stefano Borghi, giornalista per FoxSports, che ha commentato il Clasico stravinto dai blaugrana. Da una parte c'è una squadra che, pur avendo mille difetti, gioca e si diverte con il calcio. Dall'altra i problemi di Benzema, le voci dietro Cristiano Ronaldo, il teatrino de Gea in estate: l'impressione è che il Real Madrid abbia molte difficoltà interne, dovute anche al calo di potere, netto e deciso, di Florentino Perez. Probabilmente a breve ci saranno elezioni e una spaccatura ampia: perché, appunto, nel Real Madrid il fattore Gestifute è quasi in maggioranza. Cristiano Ronaldo e James Rodriguez, per dirne due, prima c'erano anche Fabio Coentrao e Angel Di Maria. O Pepe, ancora dei Galacticos, infine José Mourinho. L'undici migliore di Jorge Mendes potrebbe battersi con il Barça: in porta Ederson, portiere del Benfica. Difesa con Pepe, Mangala e Thiago Silva. Bernardo Silva a destra, Coentrao a sinistra, William Carvalho in mezzo. Joao Moutinho e James Rodriguez in cabina di regia, davanti Cristiano Ronaldo e Falcao. Oppure Diego Costa. E in panchina Garay, André Gomes, Carlos Vela, Danilo, Danny. Miguel Veloso, Ruben Neves. Insomma, Jorge Mendes punta a diventare un punto di riferimento (reale) per il club più conosciuto del mondo. Il Real Madrid non vuole permetterglielo.

Oggi è Santa Lucia e per chi, come me, viene da Bergamo (ma più in generale dal nord), non può che essere un giorno speciale. Perché più che Babbo Natale era la cieca più conosciuta (sin da quando si è bambini) a portare i regali, e il giorno dopo a scuola c'era pure la possibilità di giocare con quello che ti aveva portato. Una tradizione ben rispettata da questa giornata di campionato, perché dopo l'Inter - impossibile è stucchevole fermarsi a ciò che non andrebbe in casa Mancini, Handanovic non prende mai gol e il campionato italiano viene vinto dalla miglior difesa) ci sono due scontri al vertice molto interessanti. Juventus-Fiorentina, gara molto sentita a Firenze, è da sempre un derby atipico, sin dai presunti torti (arbitrali) di trenta anni fa: da lì si è sviluppata una sorta di voglia di rivincita che i viola non riescono mai a perdere, tanto più che il 4-2 di Giuseppe Rossi è ancora ricordato come una partita da liberazione. Potrebbe esserlo anche stavolta, sebbene non ci sia Batistuta in campo (l'ultimo che a Santa Lucia aveva demolito i bianconeri) ma l'ottimo Kalinic, vero e proprio attore protagonista di questo inizio anno. Troppo facile il conto del possibile Scudetto, meno semplice dire che la Juventus è ancora fuori dalla lotta. Perché, al di là di tutto, serve vincere tutte le sfide per rientrare davvero del tutto: servirebbe più Conte che Allegri, in questo momento, ma la forza dei piemontesi è stata quella di accantonare Morata, con una mossa impopolare, per giocare con Mandzukic e Dybala. Dall'altra parte Roma e Napoli sono più in là con i discorsi: ma se i giallorossi vedono tutto nero, i partenopei possono dirsi soddisfatti, al di là della sconfitta con il Bologna. Due squadre agli antipodi che però sono a un passo l'una dall'altra. Anche per gioie e dolori d'Europa. Il Napoli, vincendo, potrebbe dimostrare di essere all'altezza della situazione (e della lotta Scudetto): di fatto, però, nessuno dei match odierni determinano alcunché, con ventidue partite ancora da giocare. Ma chi si allontana dovrà poi fare un filotto: il Napoli è in grado, per le avversarie non è così matematico.

Infine un plauso a Roberto Donadoni, incredibile protagonista con il suo Bologna. Ha perso solamente una gara, contro il Torino, nelle ultime sei. Vincendone altre quattro e pareggiando proprio con la Roma. Dopo l'anno con il Parma non può essere che una bellissima notizia.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Il futuro di Allegri e della Juve, al di là di Cardiff. Inter, Spalletti ma non solo (e su Gabigol…). Milan: i legittimi festeggiamenti e il "benefattore" dietro Li. Napoli: il piano di Sarri per fare ancora meglio 23.05 - Succedono un sacco di cose. Una è che settimana scorsa mentre scrivevo codesta articolessa sul cellulare ho preso una capocciata devastante contro un palo della luce. Ve lo giuro. Sono un cretino. Mi sono fatto talmente male che ho deciso di prendermi una settimana di pausa: per la...
Telegram

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Capolavoro Juve: Agnelli vince tutto ma la famiglia lo ostacola. Inter, Sabatini ha "scelto" Spalletti. Roma, blitz decisivo per Di Francesco. Sassuolo e Bari, in due per Bucchi 22.05 - Fanno più effetto le immagini del "trionfo" del Milan che quelle dei festeggiamenti della Juventus. La fotografia di San Siro che lancia in aria Montella e del giro di campo della squadra che festeggia un preliminare di Europa League è il riassunto di quanto abbia lavorato male in...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Sabatini non basta a Suning: c'è un altro super consulente. Spalletti, le avances all'Inter ti stanno screditando: perché non restare a Roma? Bravo Napoli, strappo alla regola necessario per il grande obiettivo 21.05 - E' stata la settimana dei verdetti: Chelsea campione d'Inghilterra, Monaco campione di Francia, Feyenoord campione d'Olanda. E così via, col Real che può aggiungersi alla lista già questa sera: basterà un pareggio sul campo del Malaga. In Italia la Juventus ha alzato la Coppa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Giù le mani da Kessie! Milan-Atene e Juve-Cardiff. Inter: la guerra di Piero 20.05 - Ma Kessie inventeranno, se davvero il centrocampista dell'Atalanta verrà ufficializzato come nuovo giocatore del Milan? Fino a metà stagione, era il simbolo della freschezza e dell'energia dell'Atalanta, era il vero crack del centrocampo bergamasco anche più di Gagliardini, era il...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Milan, ecco i piani di Fassone e dei cinesi. Subito grandi, non solo Musacchio, Kessie e Rodriguez. Kalinic si può. Inter, Sabatini-Ausilio decidono su Spalletti 19.05 - Chissà dove saranno adesso quelli che vagavano per la Cina suonando ai campanelli con scritto mister Li per poi annunciare in Italia: non risponde nessuno, non esiste. Pensando che la Cina sia come Abbiategrasso. Chissà dove saranno le vedove di Galliani, delle cravatte gialle...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il primo passo della Juve parte 10 anni fa. Le ricostruzioni milanesi: fra Kessié e Pochettino. E i 7 gioielli del mercato italiano... 18.05 - Un passo, il primo. Quello che ti consente ancora di sperare nel triplete. Perché se la vittoria del campionato è stata rimandata dalla sconfitta di Roma (ma le prossime partite della Juventus destano meno preoccupazioni), aver alzato la coppa Italia consente alla Juventus di poter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Sarri vuole più soldi? Inter in ascolto… Donnarumma-Milan, pericolo! Roma-Genoa, incubi per Spalletti 17.05 - Tra poche ore sapremo se la Juventus alzerà al cielo il primo trofeo della stagione (Coppa Italia) o se, come qualcuno ha ripetuto, all’infinito, in questi giorni, “la sconfitta con la Roma ha minato le certezze dei bianconeri”. Un occhio alla Juve, l’altro alla Lazio, una delle realtà...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter, riparte il casting: il nome per la panchina più dura della A. Il ko della Juve non riapre il campionato, ma rivela una verità.Milan: due appuntamenti, è l'ora dei fatti. W Sarri e la dura legge del talento 16.05 - Eccoci lettori di Tmw, a voi giustamente non fregherà nulla, ma l'altra sera c'è stato l'Euro-Festival, una roba di cantanti che curiosamente cantano e giurie che curiosamente giudicano. Il tutto per decretare la canzone più bella del Vecchio Continente. Bene, per l’Italia c’era in...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Piero, un consiglio da vecchi amici. Sabatini ha bruciato più calciatori che sigarette. Inter con i soldi, Milan con le idee dei dirigenti. S.P.A.L.: Serietà, Professionalità, Azzardo, Lealtà. Il patrimonio di De Laurentiis non va sprecato 15.05 - Lo abbiamo osannato quando c'era da osannarlo, lo abbiamo criticato quando c'era da criticarlo ma oggi vogliamo parlare a cuore aperto. Piero Ausilio, Direttore Sportivo dell'Inter non sappiamo ancora per quanto tempo, è un bravo ragazzo; uno che si è fatto da solo che dalla Pro Sesto...

EditorialeDI: Andrea Losapio

100 milioni per Belotti ma Dani Alves è costato 0. L'Inter vuole Conte, il Milan doveva rinnovare per Donnarumma tre mesi fa. La stampa si merita i lettori che ha... e viceversa 14.05 - È stata una settimana molto piena. Il Milan incomincia a tirare fuori le cartucce e incontra mezzo mondo, l'Inter esonera Pioli mentre la Juventus va a Cardiff, il Torino non vorrebbe cedere Belotti ma Cairo incomincia a contare i soldi, la Roma saluta Totti con l'omaggio di San Siro,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.