VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Mercato stellare per il Milan: i rossoneri sono da Scudetto?
  Sì, a patto che arrivi un grande attaccante
  No, la Juventus resta sempre più forte
  No, ha davanti comunque sempre Roma e Napoli
  Sì, già così è da Scudetto

TMW Mob
Editoriale

Mazzarri tutelati. Benitez, capito come funziona in Italia? I colpi dell'ultima settimana. Tmw Awards: "Marotta Re del Mercato"

Nato ad Avellino il 30-09-1983, vive e lavora a Milano. Dal 2007 Dirige Tuttomercatoweb. Per 8 anni ha diretto la Redazione Calcio di Sportitalia. Ha condotto il Gran Galà del Calcio AIC 2011 e 2012. Twitter: @MCriscitiello
27.01.2014 00:00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 58229 volte
© foto di Federico De Luca

Ogni sessione di mercato viene ricordata per i colpi, fatti o mancati. Gennaio 2014 sarà ricordata per Guarin e Vucinic, la Juve che se la prende con l'Inter e l'Inter che rievoca la farsa Isla della scorsa estate. Non ci aspettiamo grandi cose, in questi ultimi giorni di mercato invernale. Diciamolo apertamente: grazie ad Inter e Juve ci siamo un pò divertiti, altrimenti la noia sarebbe stata mortale. Sapete che negli ultimi giorni l'Inter ha provato ad acquistare un attaccante e Mazzarri non ha avuto neanche quello? Walter era arrivato a Milano, felice e contento. Felice per essere approdato finalmente in un top club con una bacheca piena , dopo la lunga gavetta, e contento di poter ottenere sul mercato quello che De Laurentiis gli aveva negato a Napoli. Invece il treno è passato nel giorno sbagliato all'ora sbagliata. Thohir non investe, anzi prima o poi ci dovranno spiegare questa cessione del club come sia avvenuta. Thohir prende le decisioni ma prima deve chiedere il permesso a Moratti. Se vado in una casa in affitto, per me il proprietario non esiste più; la lampadina la cambio senza chiedere autorizzazioni a chi c'era prima di me. Mazzarri dovrebbe tutelarsi, altrimenti tra tre giorni sentiremo i sapientoni sentenziare: "Avete visto? La colpa non era di Stramaccioni..." L'Inter non ha una guida societaria, Branca è il vero male di questa società e l'unico capace a fare mercato si chiama Piero Ausilio ma contagiato dall'erba cattiva non riesce a far fiorire nulla da solo. Adesso insistono per Morata a giugno ma a giugno potrebbe essere troppo tardi. I nerazzurri ancora fuori dall'Europa? Sarebbe un dramma. Immaginate il prossimo anno San Siro chiuso di martedì, mercoledì e giovedì... Facciamo una cosa, andiamoci a giocare a calciotto con gli amici. Gli "amici" di Galliani contro gli "amici" di Moratti, almeno paghiamo la luce a San Siro, prima che Roberto Vecchioni si offenda. Stanno distruggendo Milano ma nessuno se ne accorge.
Parliamo anche di Napoli perchè, purtroppo, i nostri dubbi di inizio stagione stanno trovando conferme. Benitez sta steccando la stagione azzurra. Fuori dalla Champions, con onore ma sempre fuori, completamente segato dalla corsa scudetto, rischia seriamente di perdere anche il preliminare di Champions League. La Fiorentina, senza Rossi, Borja Valero e Gomez comunque se la giocherà fino alla fine. Il Napoli ha dimostratto tutte le sue debolezze al San Paolo. Quando diciamo che gli scudetti si vincono contro le piccole, lo sosteniamo perchè il passato ha insegnato qualcosa a tutti. Il Napoli ha perso punti a Fuorigrotta con Sassuolo, Parma, Udinese e Chievo. I punti che avrebbero consentito al Napoli di giocarsi lo scudetto con la Juventus, anche se il confronto diretto ha rispedito al mittente le velleità partenopee. Benitez non ha ancora capito come funziona in Italia. Bisogna allenarsi, la preparazione atletica è fondamentale anche contro le piccole squadre e se non curi il dettaglio non sei in Inghilterra che qualcuno ti perdona. Ci sono grandi allenatori, come Benitez, che in Europa hanno vinto tanto ma poi arrivano in un Paese, come il nostro, e fanno cilecca. Perché? Semplice, non capisce il buon Rafa che è lui a doversi adeguare al calcio italiano e non viceversa. Ci aspettiamo pochi colpi, in questi ultimi giorno di calciomercato. Si muoveranno soprattutto le piccole e, alla fine, vedrete che qualcosa dovranno inventarsi per far felice Guarin, che sognava il Chelsea e Thohir sognava i 14 milioni di euro. Potremmo raccontarvi tanti retroscena ma evitiamo perchè non vogliamo fare la collezione di nemici, preferiamo ancora quella delle figurine Panini. Giovedì 30 gennaio Tuttomercatoweb scenderà di nuovo in campo, per la premiazione del Miglior Direttore del 2013. In passato abbiamo consegnato il premio a Corvino (Fiorentina), Marino (Atalanta), Lo Monaco (Catania) e Pradè (Fiorentina). Non votano i giornalisti, altrimenti i Direttori se ne infischierebbero. Votano le migliaia di lettori del nostro portale. Un'enormità. Tutti i Direttori, Sportivi e generali, ci tengono a questo riconoscimento; anche perchè è il primo e l'unico dedicato alla categoria, su un sito specializzato di calciomercato. Ha trionfato Giuseppe Marotta. Il DG della Juventus, giovedì ritirerà il premio a Milano. Ha vinto perchè sta dimostrando di essere il più bravo e perchè, visti i consensi ricevuti, non è stato votato solo dai tifosi della Juventus. Per Marotta è stata la rivincita più bella. A Torino non lo volevano, lo insultavano (anche noi il primo anno). Poi ha cambiato marcia e non ha sbagliato un colpo. Eroici gli affari Pirlo e Pogba a zero. Da mestro di mercato l'acquisto di Vidal e da Oscar lo scippo di Tevez al vecchio amico Galliani. Gli avevano bollato Llorente; ha avuto ancora ragione. Che fate? Non gli date un premio? Beppe, giovedì ti aspettiamo...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Cassano, amabili resti! Milan, ma Diego Costa? Neymar, ora si sta esagerando! Juve, la 10 non è uno scherzo… 26.07 - Tempo fa mi sono imbattuto nel film Amabili resti… Racconta la storia di Susie, una ragazzina che, dopo essere morta in circostanze tragiche, si ritrova sospesa in un limbo, esattamente a metà tra vita terrena e paradiso… Oltre alle copiose lacrime versate, ricordo la preoccupazione,...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: Bernardeschi c’è, ma il colpo da urlo deve ancora arrivare. Inter: la verità dietro al “no” per Vidal, il piano-Perisic e la volontà cinese sui “botti”. Milan: l’ultima tempesta e il fatto. Napoli: l'idea di Sarri 25.07 - Buon fine luglio a voi tutti. Prima le cose importanti. La prima: tale Alberto Carlon mi scrive su Twitter. “Ti posso chiedere di salutare Roberto Marketing e dirgli che mi manca molto Mattia?”. Chi sono io per non eseguire? Nessuno. La seconda: Cassano ha lasciato il calcio,...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, se ci sei, batti un colpo! Verratti con Raiola umilia Di Campli. Mirabelli e il rimpianto nerazzurro. Suning, ora i fatti... 24.07 - I voti al mercato sono una cosa, il campo un'altra. Il Milan ad oggi merita 8,5 per come ha lavorato e per i suoi acquisti. Certamente senza soldi si poteva fare ben poco ma la società ha dimostrato di avere le idee chiare e massima concretezza. I tifosi apprezzano e sanno che, in...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Marotta e Paratici, ha ragione Agnelli: serve un altro Higuain. Napoli, adesso o mai più. Sabatini: trattative diverse (e non va bene) rispetto a quanto annunciato 23.07 - Lucida follia. Un anno fa, quando la Juventus annunciò l'acquisto di Gonzalo Higuain dal Napoli grazie al pagamento della clausola da 90 milioni di euro, commentai così il trasferimento del Pipita. Un'operazione economicamente folle per i bianconeri per un calciatore...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, dal ruggito di Huarong al ruggito di Florentino. Belotti: tutte le carte in tavola. Napoli: uno Scudetto già vinto. 22.07 - Due anni di sarcasmo, di dileggio e di ironie sul Milan. Una montagna di sentenze e di previsioni nefaste che ha partorito un topolino dal numero 19. E' di questo che ci si è ridotti a discutere. Il Milan di Yonghong Li fa esageratamente quella campagna acquisti milionaria per la...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Cairo dice no, ma Belotti ha l'accordo col Milan. Arriva Kalinic. Troppi dubbi su Montella. Juve: ok Berna, ma il centrocampista? Milinkovic Savic con Matic o Matuidi. Inter in difficoltà 21.07 - Cairo resiste, dice no al corteggiamento del Milan e alla cessione di Belotti, ma alla fine si farà. Servirà tempo, trattative giuste, pazienza, ma Belotti al Milan è nella logica delle cose e del mercato. Nonostante tutto. Una società come il Milan che sta spendendo più dell’impossibile,...

EditorialeDI: Luca Marchetti

L'Inter e i giovani di qualità, la Juve e le trattative ad oltranza, la rosa degli attaccanti del Milan. Roma: non solo Defrel 20.07 - Cominciano ad intrecciarsi le strade di Inter e Juve. Non poteva esser altrimenti, non possono rimanere lontane. E allora mentre si definiscono i dettagli per l'operazione di Vecino con la Fiorentina e il suo agente (la Fiorentina dovrebbe far sapere come preferisce che venga pagata...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, problema Bacca… Inter, un terzetto per decollare! Cassano? Ma stiamo scherzando? La bicicletta di Djalminha, l’età di Taribo West 19.07 - Eccomi qui… Sono reduce da una trasferta “calcistica” che mi ha emozionato. Sono stato a Londra, alla O2 Arena, per lo Star Sixes, il torneo delle leggende del calcio. Ben 120 ex giocatori a duellare per dimostrare che la classe non ha età (se non lo sapete, ha vinto la Francia con...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: attenti alle sorprese, anche pericolose! Milan: ecco i soldi per il Gallo. Inter: 3 novità e altrettante "pillole di fiducia". Napoli: la giusta scelta (ma c'è un pericoloso neo...) 18.07 - PREAMBOLO Ciao. Questo dovrebbe essere il 450esimo editoriale da me scritto su Tmw. Ho fatto dei calcoli di massima. Iniziai nel 2008, avevo ancora i capelli, ho saltato quasi mai. Anzi no, una volta fui costretto alla resa a causa di un attacco di acetone perforante. Scaliamo...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Bonucci in due giorni, per Dalbert sono due mesi. Fassone e Mirabelli, scudetto al mercato ma in campo serve tempo. Branchini, c'era una volta il Re del mercato... E c'è ancora! 17.07 - I tifosi del Milan hanno lasciato, lo scorso maggio, San Siro delusi e stanchi dell'ennesimo campionato mediocre del diavolo. Si facevano due domande: "Il prossimo anno ci abboniamo? Ma questi cinesi che razza di cinesi sono?". Sembra passata una vita e, invece, sono solo due mesi....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.