VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/2018?
  Real Madrid
  Barcellona
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Manchester City
  Juventus
  Chelsea
  PSG
  Atletico Madrid
  Roma
  Napoli
  Monaco
  Liverpool
  Borussia Dortmund
  Altro

TMW Mob
Editoriale

Mercato scatenato. Il ritorno di Eto'o, il futuro di Destro, gli incontri della Roma. Muriel e il nuovo Parma di Taci. Ecco tutte le trattative

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
15.01.2015 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 56370 volte
© foto di Federico De Luca

È un mercato scoppiettante, quindi, niente preamboli, partiamo subito con le notizie.

È stata una giornata di incontri molto intensi per la Roma. E il più importante è stato quello con il Torino. Più importante per il Torino, visto che ha chiesto ufficialmente Destro. E sarebbe disposto a prenderlo in prestito con obbligo di riscatto a 15 milioni. La Roma l'operazione la farebbe pure, addirittura inserendo nell'operazione anche in prestito Quagliarella, per i prossimi sei mesi. Operazione ai limiti dell'impossibile. Innanzi tutto perché Destro preferirebbe giocarsi le sue carte ancora alla Roma o al Milan e poi perché Quaglia in prestito non va. Ma il Torino non molla.

Per Sabatini è stata comunque una giornata molto intensa: incontro con il Genoa per Borriello. La trattativa potrebbe concludesi, ancora manca qualcosa, proposto al giocatore un anno e mezzo di contratto con opzione sul successivo. Terzo giro, terzo incontro. Empoli pe Salih Ucan, ma l'affare non si è chiuso. E allora l'Empoli si è visto con il Milan, chiudendo l'accordo per Saponara, a questo punto vicinissimo al ritorno in Toscana.

Quarto incontro con Alessandor Beltrami per Radja Nainngolan. Si devono buttare le basi per il riscatto del'altra metà, ora in mano al Cagliari. Nulla di definito anche qui: i buoni rapporti saranno indispensabili per poter chiudere serenamente la trattativa (anche se non senza un notevole esborso!).

Ma la giornata è stata molto intensa anche per la Samp. Da una parte la trattativa per Muriel. Nuova visita medica che ha evidenziato le paure dei blucechiati: dovrà rimanere fermo 40-50 giorni. E quindi ora che succede? Che si dovranno ridiscutere i termini dell'accordo. La prima idea era di far diventare l'affare in prestito con riscatto obbligatorio arrivati a un certo numero di presenze. Ora si sta invece ragionando su una cifra modulata rispetto alle presenze: quindi acquisto si e comunque a titolo definitivo ma a cifra variabile. Ma la vera novità dela Samp è che Eto'o è sempre più vicino. Nonostante il pressing del Santos il giocatore vuole venire in Italia. La proposta della Samp è stata giudicata soddisfacente dal camerunese. Da migliorare ovvio, magari con l'aiuto di qualche sponsor. Ma si può fare. Vogliamo sbilanciarci? Si farà. Ora naturalmente si dovrà continuare a lavorare, ma la strada è in discesa.

Il Genoa non rimane a guardare e non solo aspetta Borriello ma (per giugno) ha chiuso Darko Lazovic, attaccante esterno della Stella Rossa, classe 90, firma in arrivo.

Scatenato il Parma, che oggi si è presentato a Milano con il suo nuovo proprietario Taci. Intanto partono i primi pagamenti, previsti proprio in questi giorni, poi parte l'assalto ai giocatori per cercare di arrivare a una salvezza difficilissima. Obiettivi importanti: partirà l'assato al Gilardino, Nocerino e Gonzalez. Ma nelle varie chiacchierate fatte in questi giorni tentativo per Giovinco e anche per Osvaldo. La chiacchierata con l'Inter è servita anche per parlare di Khrin (soprattutto) e di M'Vila (che ha già detto no, che è fuori dal progetto tecnico dell'Inter e che ora può decidere fra Qpr e West Ham).

Il Milan blinda Pazzini (attraverso il suo canale tematico, giudicandolo incedibile) e in questi momento molla Destro. Almeno mediaticamente. Il problema rossonero potrebbe essere però a sinistra. De Sciglio potrebbe rimanere fermo per 40 giorni ancora (fascite plantare) e allora ecco che tornano nuovamente di moda i terzini sinistri. Siqueira più di Pasqual. Di Saponara abbiamo detto, ma c'è anche il Sassuolo, da non sottovalutare.

Da non sottovalutare neanche la concorrenzsa del Napoli su Brozovic, centrocampista della Dinamo Zagabria: può diventare una nuona pista dovesse partire Inler (sul quale c'è l'interesse del Besiktas e dell'Hertha Berlino).

La Lazio domani potrebbe chiudere per Hoedt, contatti continui e trattativa quasi chiusa. L'AZ ha capito le intenzioni del ragazzo e che la Lazio oltre una certa cifra (1 milione). La Fiorentina continua ad essere interressata a Bertolacci (e ora ne parlerà con il Genoa), a Verona è arrivato Fernandinho, al Chievo arriva Anders Christianes, centrocampista del Nordsjelland, firmato fino al 2017 con opzione fino al 2018. Il Torino pensa anche a Della Rocca, alll'Atalanta può arrivare Carbonero dalla Roma, ora in prestito al Cesena.

In serie B come al solito scatenato il Bologns: continua la trattativa per Gastaldello, incontra il Trapani per Mancosu, tratta Mbaye con l'Inter e potrebbe dare Garics al Chievo nello scambio con Bardi. Al Carpi piace Improta, il Catania ha l'idea Gillet mentre il Boca può chiudere presto per Rolin e Peruzzi. All'Avellino arriva Almici del Latina, mentre invece la famiglia Longarini tratta la cessione della Ternana con un gruppo di imprenditori romani a capo della quale c'è Enrico Folgori. Trattativa non semplice e non scontata, ma non è un solo giocatore...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve, ormai vincere in Italia non basta. Pecchia e Baroni, i conti non tornano. Sassuolo, il mercato non perdona. Visto Montella? Bastava metterli dentro... 18.09 - La Juventus vince e passeggia in Italia ma, ormai, non basta più. Vedere Dybala segnare e realizzare triplette non fa più un certo effetto perché, anche se il nostro campionato è leggermente migliorato, la Juventus è ancora troppo avanti sulla concorrenza. Certo, il Napoli c'è e anche...
Telegram

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Allenatori, la rivoluzione silenziosa: il vento è realmente cambiato? Tra podio, sottovalutati e chi ha tutto da dimostrare: ecco il nuovo trend dei presidenti di Serie A 17.09 - Parto da una rapida riflessione, prima di arrivare al nocciolo della questione: se Conte o Simeone a maggio avessero accettato la mega-offerta dell'Inter, questa estate probabilmente solo due club di Serie A avrebbero cambiato allenatore per la stagione appena iniziata. I nerazzurri,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, da Romagnoli a Conti. Inter e Juve: primo, minimizzare. Roma, Il Ninja sbuffa 16.09 - Il Milan della scorsa stagione, pur con una rosa più stretta e meno qualitativa, ha superato le lunghe degenze di Montolivo prima, di Bonaventura poi e di Abate da Febbraio in poi. Il Milan di questa stagione è e deve essere in grado, con tutta la sua attrezzatura, di fronteggiare...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ecco tutti gli errori fatti a Barcellona. Processo a Allegri. Douglas Costa non serve. Paragonare Dybala a Messi è follia. Donnarumma deve scegliere il Milan o Raiola. Inter, contatto per Chiesa 15.09 - Conosciamo troppo bene il calcio per non sapere che tirare conclusioni a settembre è roba da ricovero. Soprattutto quando si parla di Juve e di Allegri. Ricordate l’anno dei dodici punti in dieci partite? E comunque la non brillantezza, le partenze in salita a settembre, sono una...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Una brutta Champions e una speciale classifica: ecco quanto costano le squadre in Europa, che sorprese! 14.09 - Certo che questa due giorni di Champions non ci lascia con buoni pensieri... le italiane vanno male, un punto in tre partite, e comunque con una gara di sofferenza più che di sfortuna. La Juve che dimostra ancora di non essere al livello del Barcellona (e Dybala con alcune curve ancora...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Dybala-Messi, la differenza è abissale! Di Francesco, cena per Alisson… Inter, pensieri da grande! E brindiamo con Rooney… 13.09 - La Juventus ha perso al Camp Nou. Ci ha pensato Leo Messi a spegnere i sogni di gloria dei bianconeri. Tutti aspettavamo la consacrazione, l’ennesima, di Paulo Dybala. Non è andata benissimo… Ancora una volta, la Pulce ha confermato, a suon di giocate e leadership, di essere il numero...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: la questione europea e l'obiettivo già raggiunto. Milan: è il momento del silenzio (e delle scelte). Inter: c'è qualcosa che va oltre il campo. Napoli: 90' studiati a tavolino 12.09 - Buonanotte, tra brevissimo parleremo di calcio. È andato in onda lo show denominato Miss Italia, che poi è il celeberrimo concorso di bellezza. Una volta funzionava così: un gruppo di ragazze molto belle si metteva in mostra e il pubblico decideva (“Questa è la più bella, questa...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Caro Marotta, ecco perché non ha senso chiudere prima il mercato. E ridateci le comproprietà! Presidenza di A: Brunelli la scelta migliore... 11.09 - Gli inglesi chiudono prima il mercato? Bene, allora facciamolo anche noi. Siamo il Paese del "copia e incolla". Senza senso e senza ragione. Non abbiamo una nostra idea e dobbiamo replicare, male, quelle degli altri. Il problema del nostro calciomercato non è, come dice Marotta, la...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Il PSG e il fair play finanziario, sempre più aggirato. L'Inter imbrigliata, la Juventus parte in prima fila. Il Milan punta su altri mercati e modelli esteri, ma senza sponsor rischia di star dietro 10.09 - Il Paris Saint Germain, in settimana, ha presentato Kylian Mbappé. Sula carta uno degli investimenti più onerosi di sempre, secondo solo a quello per Neymar Jr. 180 milioni di euro che, però, sono ancora da investire, perché il Monaco lo ha ceduto in prestito con diritto di riscatto...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan: soldi veri, soldi precisi. Come Verratti? Gigio e Lorenzo pensateci. Mercato: la Premier va capita, non scopiazzata 09.09 - Le cifre vanno e vengono. Una volta che entra in scena il campo, lasciano il tempo che trovano. Ma intanto "passano". Esattamente come due anni fa, estate 2015, insistevamo sul fatto che il calciomercato del Milan fosse stato di 80 milioni e non di 100, allo stesso modo, senza virgole...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.