HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Calciomercato di Serie A in chiusura: qual è il vostro flop tra le big?
  Juventus
  Napoli
  Roma
  Inter
  Lazio
  Milan

La Giovane Italia
Editoriale

MIlan-Juve, scambio da sogno. Le scuse per Vidal, l'incredibile Modric. E il Napoli che ne prende 5 a Liverpool

Nato a Bergamo il 23-06-1984, vive a Firenze. Giornalista per TuttoMercatoWeb dal 2008, ha diretto TuttoMondiali e TuttoEuropei. Ha collaborato con Odeon TV, SportItalia e Radio Sportiva. Dal 2012 lavora per il Corriere della Sera
05.08.2018 12:20 di Andrea Losapio  Twitter:    articolo letto 160118 volte
© foto di Lorenzo Di Benedetto

È stata una grande settimana di mercato. Tra Gonzalo Higuain, Mattia Caldara e Leonardo Bonucci, tre protagonisti inconsapevoli di questo mercato, almeno fino a inizio luglio. Higuain poteva finire sul mercato dopo qualche incomprensione con Allegri - e la panchina nella finale di Coppa Italia - ma nessuno avrebbe mai pensato sarebbe poi rimasto in Italia, per andare in un Milan che era, almeno virtualmente e in attesa della sentenza del TAS, fuori dalle coppe. Cristiano Ronaldo ha mosso la ruota, innescando il domino che poi conosciamo tutti. Quello fra Mattia Caldara e Leonardo Bonucci, per dire una banalità, è uno scambio che accontenta tutti: i rossoneri abbattono il monte stipendi (girandolo a Higuain) e si assicurano un calciatore dal grande futuro, completando una difesa molto giovane. I bianconeri trovano una fonte di gioco ulteriore e alternativa a Miralem Pjanic. Entrambi hanno generato una plusvalenza e, per entrambe le proprietà, il flusso di cassa non è poi così importante. Non è finita qui, né per l'una né per l'altra: Godin è ancora una possibilità - non ha ancora scelto se rimanere all'Atletico Madrid - un centrocampista sarebbe un obiettivo ma chissà. Milinkovic-Savic, invece, è davvero una possibilità per il MIlan: trovare la quadratura, anche qui, non sarà semplice. E poi sarà tempo di cessioni: André Silva, sicuro, Kalinic - sebbene l'Atletico non voglia pagare per un quarto attaccante - più Bacca.

E poi c'è l'Inter. Intanto dobbiamo delle scuse ai nostri lettori, perché avevamo detto tutto fatto per Vidal, più possibili visite mediche il venerdì. Ci sono state, a Barcellona. Però proviamo a non inventarci nulla, né ad anticipare di fretta le cose. Però i messaggi sono arrivati, Felicevich era pronto ad arrivare in Italia, Vidal doveva muoversi perché sarebbe iniziata la seconda parte del ritiro del Bayern, con la Bundesliga in dirittura d'arrivo. Il procuratore è poi arrivato in Italia, si è arrabbiato con l'Inter, ha dato la sua versione. "A noi non interessa se arriva anche Modric, anzi, più la squadra è forte più siamo contenti. Però abbiamo l'accordo, il Bayern ha dato il via libera, oggi dobbiamo chiudere". Era giovedì. Poi è arrivato il Barcellona ed è andata a finire come tutti sanno. Abbiamo provato a fare cronaca, purtroppo la realtà alle volte supera le aspettative. L'Inter era confidente di chiuderlo, ma poi è arrivata l'opportunità Modric...

E qui si apre un altro mondo, perché le nostre fonti parlano di un croato che è contento a Madrid, che non è intenzionato a fare come Cristiano Ronaldo (cioè a chiedere la cessione) e che alla fine da una piccola cosa è diventata una valanga, con retroscena e indiscrezioni anche esagerate. Però il sogno è quello, l'Inter ha messo in stand by Vidal per questo motivo (come avete letto da più parti). Alla fine di questa settimana si capirà se ha fatto bene oppure no. Perez non vorrebbe venderlo, ma qui potremmo entrare in un ginepraio e non uscirne più: meglio non sbilanciarsi, almeno per il momento. Anche perché non ci sono segnali esagerati né da una parte né dall'altra... Poi ci saranno le uscite. Joao Mario è in in saldo, Vecino può essere venduto, Gagliardini anche.

In ultimo, il Napoli: il cinque a zero con il Liverpool è un falso negativo, perché gli azzurri cambieranno marcia. Magari con un paio di acquisti, rispetto a una rosa che sostanzialmente è uguale a quella di due anni fa, con l'inserimento di Verdi e Fabian Ruiz. Un po' pochino per combattere con chi, ogni anno, spende una valanga di milioni per rinforzare la rosa. Cristiano Ronaldo, Higuain, Modric... i nomi sono differenti. Chissà se De Laurentiis cambierà idea.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Modric, l’ultimo no del Real. Ma nella notte restano piccole speranze. All’Inter è mancato uno come Mendes per Ronaldo. Nerazzurri sono comunque l’anti-Juve. E c’è sempre Rafinha. Milan, colpi da Champions League 17.08 - Florentino Perez ha detto l’ultimo no. Il Real Madrid non libera Luca Modric, non lo farà andare all’Inter come avrebbe voluto. Del resto, hanno spiegato i dirigenti madridisti al procuratore del giocatore nell’ultimo incontro di ieri, in due mesi sono cambiate troppe cose e il presidente...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Ancora 48 ore e tutti si affannano: anche chi sembra aver chiuso tutto. 48 ore da vivere con il fiato sospeso... 16.08 - Siamo ormai alle battute finali e tutti si affannano per rifinire la squadra. Il Milan, è naturalmente, la big più attiva visto che per i problemi societari si è potuta muovere concretamente soltanto un paio di settimane fa. Sono arrivati a Milano Castillejo e Laxalt, entrambe operazioni...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Promosse e bocciate del calciomercato a 72 ore dalla fine: Juventus e Inter regine assolute. Segue il Milan. Solo sufficienti Napoli, Roma e Lazio. E in coda, in bocca al lupo all'Udinese, ne ha bisogno... 15.08 - A 72 ore dalla fine del calciomercato, andiamo con il pagellone sospeso della Serie A, con le squadre divise tra promosse, rimandate e bocciate. Ma con una premessa fondamentale: qua non si giudica il conto economico, e nemmeno soltanto gli acquisti. E nemmeno della squadra costruita...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: mercato con (doppia) sorpresa, ma occhio a Nedved... Inter: dopo il settimo (Keita) c'è una certezza. Milan: 2 colpi in 4 giorni, l'impresa di Leonardo. Napoli: il "complesso" di De Laurentiis 14.08 - Ciao. C'è il fuso. Son dall'altra parte del mondo. Al mare. È un posto strano. Qui, per dire, è nuvoloso da 4 giorni. Sapete quando sono arrivato? Quattro giorni fa. Il fuso è devastante. Soprattutto se vuoi stare al passo con le robe del mercato. Per questo metto tanti punti. Almeno...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

De Laurentiis, 5 giorni per dare un senso a questo mercato. Milan, sessione intelligente. L’Inter dietro la Juve. Volevate il Commissario? Era meglio Montalbano… 13.08 - Cinque giorni e poi sarà tutto finito. L’assurdità di chiudere il calciomercato il 17 agosto, alle ore 20.00, lascerà tanti cadaveri sulla riva del fiume. Lo scriviamo da mesi, adesso, molti club di serie A iniziano a capire la fesseria di seguire Marotta nell’unica sciocchezza fatta,...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il mondo dorato di CR7 e quello sommerso dei Tribunali, dove vige il tutti contro tutti. Tra udienze, sentenze e ricorsi B e C sono in pieno caos. E anche la Serie A non può dirsi tranquilla 12.08 - E' un'estate strana, particolare. Senza dubbio unica quella che tra meno di una settimana - per gli operatori di calciomercato - chiuderà i battenti. Non sono mancate le notizie, né i colpi di scena. Sono stati mesi che hanno riportato una manciata di club italiani a sedere di nuovo...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Ore decisive per il futuro di Modric. Inter, fatta per Keita. Il Milan pronto a chiudere per Bakayoko. Ochoa in pole per il Napoli, occhio anche a Tatarusanu. 11.08 - Luka Modric, l’Inter e il Real Madrid. Sono ore decisive per il futuro del centrocampista croato vice campione del mondo, che vorrebbe andare all’Inter, anche se non è intenzionato ad arrivare ai ferri corti con Florentino Perez. Il numero uno del Real non cede. Anzi in Spagna sono...

EditorialeDI: Luca Serafini

I colpi di Leo, il ruolo di Paolo, il lavoro di Rino: notte prima degli esami 10.08 - Tra una settimana è campionato. Possiamo davvero dire che l’estate è volata, sotto questa cappa di afa con ventate di grande ottimismo. Di meritato sollievo. Mi fanno ridere i censori del ruolo di Paolo Maldini, come se avere una figura di riferimento così autorevole non fosse già...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Modric ancora attesa, Keita si tratta ad oltranza. Bakayoko convinto ora si fa sul serio. Portieri Napoli e quello del Chievo. Ultima settimana... 09.08 - Doveva essere il Modric-day, nel bene o nel male, ma si è trasformato in un altro giorno di attesa. Tutto rinviato a data da destinarsi, forse venerdì, visto che le prossime ore saranno quelle di Cortouis e che Florentino non vorrà togliere la scena al suo portiere con la grana Modric....

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Modric-Inter: è il D-Day. Ecco perché tutti i fattori esterni sono contro l’Inter (diversamente da come erano stati tutti a favore della Juve con Cristiano). Pogba-Barcellona: dipende da Lotito… 08.08 - E’ arrivato il giorno in cui l’Inter saprà se può tornare a sognare l’impossibile, come non le accadeva dai tempi del Triplete. Nonché in cui la Serie A può scoprire se davvero le cose hanno già cominciato a cambiare a livello sistemico, o se il locomotore Juventus tira ancora il...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy