VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Italia Anno Zero: chi come ct per il dopo Ventura?
  Luigi Di Biagio
  Antonio Conte
  Carlo Ancelotti
  Roberto Mancini
  Fabio Grosso
  Luciano Spalletti
  Massimiliano Allegri
  Fabio Cannavaro

TMW Mob
Editoriale

Milan travolto da entusiasmo e colpi, parte l'offensiva della Juve. Partono anche i ritiri e si scatenano in tutta la A: che colpi!

06.07.2017 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 39877 volte
© foto di Federico De Luca

Volevate che non fosse il Milan protagonista anche in questa settimana? Impossibile. E allora ecco che si chiude l'ennesimo colpo ovvero Conti. Era nell'aria, già dai primi approcci la grande spinta data dalla volontà del ragazzo aveva indirizzato la trattativa. Trattativa che si chiude per 25 milioni di euro in favore dell'Atalanta per la felicità del ragazzo (e di Montella). Ora ci sono altri fronti aperti per Fassone e Mirabelli. Primo fronte: Donnarumma. E' tutto a posto con il ragazzo ma il Milan è un po' infastidito perché non riesce a trovare accordo definitivo con Raiola. L'ottimismo resta, ma non avendo ancora il sì definitivo dell'agente il Milan (mancano dei dettagli sulla clausola e - ipotizziamo - sugli "accessori") si sente ancora in una posizione scomoda e vuole comunque cautelarsi tenendo sempre sotto osservazione (senza riprendere per il momento trattative vere e proprie) la situazione dei portieri, come ad esempio Reina. Secondo fronte: Kalinic. Qui la situazione andrà per le lunghe, visto che la trattativa è appena iniziata. Ma il Milan ormai è forte della convinzione del ragazzo di voler cambiare squadra. Terzo fronte: cessioni. E nelle prossime ore ci sarà anche la prima partenza, probabilmente. Quella di Kucka al Trabzonspor.
Ma non è solo il Milan ad essere attivo. Giornata importante anche per la Juventus. Incontro verso l'ora di cena con Giovanni Branchini sia agente di De Sciglio che intermediario per Douglas Costa. La Juve ha parlato soprattutto del brasiliano in forza al Bayern Monaco per cui ci saranno nuovi contatti con il club tedesco nelle prossime ore. Ma non molla De Sciglio, (soprattutto perché Spinazzola rimarrà a Bergamo come concordato con l'Atalanta nel pomeriggio) considerato una validissima alternativa alle piste straniere: Danilo e Aurier. Ma attenzione. Non solo i prezzi sono alti (2,5 di ingaggio e 20 almeno di cartellino per il terzino del PSG, almeno 25 di cartellino e 4 di ingaggio per il madridista) ma sono entrambi extracomunitari. Quindi comunque la Juventus alla fine dovrà fare una scelta. Ed ecco perché la pista Bernardeschi continua ad essere quotatissima, soprattutto dopo il colloquio dei giorni scorsi da parte di Beppe Bozzo con la Fiorentina. Nel frattempo la Juve pensa anche alle cessioni: Neto è andato a parlare con i suoi dirigenti, vuole forzare e andare a Valencia.
Sono cominciati i ritiri delle squadre. Fra i primi a partire (oltre al Milan) il Napoli che prepara per venerdì un blitz in Spagna per parlare con Berenguer, trattativa sui 6-7 milioni di euro indipendentemente dall'uscita di Giaccherini e da quella di De Guzman (a cui nel frattempo si è interessato l'Entracht).
Poi la Fiorentina i cui occhi erano tutti per Borja Valero. Al di la della manifestazione in serata dei tifosi in suo onore il centrocampista nelle prossime ore parlerà con la società per ribadire direttamente e personalmente la propria volontà di andare all'Inter nonostante l'amore per Firenze. L'offerta dell'Inter (che vorrebbe averlo già in ritiro) è di circa 5 milioni, si va avanti in attesa che i club sistemino anche gli ultimi dettagli.
Sono partite per la nuova stagione anche la Samp e la Lazio. La Lazio è alle prese con i rinnovi di contratto che non arrivano dei tre big (Biglia, De Vrij e Keita) e si appresta a salutare Cataldi che potrebbe andare a Benevento. La Samp ha preso Kownacki, attaccante del Lech Poznan per 4,5+2 di bonus. Poi ha formulato una prima offerta per Luca del Gremio (anche lui attaccante classe '93 ma il club chiede molto per il cartellino). Capitolo Snejder: oggi c'è stato un incontro agenti-Galatasaray per risoluzione: ancora no accordo, solo dopo (eventualmente) si parlerà di Sampdoria.
Partirà nelle prossime ore l'Inter. Aspetta Borja Valero (di cui abbiamo parlato sopra), continua a tenere caldi i contatti per Dalbert mentre non decolla la cessione di Medel con il Boca. Ma nel frattempo l'Inter continua a guardare al futuro presi Zaniolo (trequartista del'Entella) per 1milione e 8oomila più 1,7 di bonus. E poi ha preso Odgaard, attaccante danese del Lingby su cui c'erano anche Roma e Fiorentina. Entrambi classe 1999.
A proposito di Roma. L'obiettivo in attacco rimane Defrel. L'offerta della Roma è arrivata a 18 milioni di euro. Il Sassuolo vorrebbe inserire nell'operazione qualche giovane più che alcuni bonus e nelle prossime ore l'agente del giocatore Pocetta incontrerà il club per provare ad avvicinare le parti dopo i contatti dei giorni scorsi.
A sorpresa invece l'Atalanta sta per predere Rincon. Juve e Atalanta ne hanno parlato nell'incontro del pomeriggio (dove è stata decisa anche la permanenza di Spinazzola): il ragazzo ha già lavorato con Gasperini a Genova. In più arriva Castagne (ecco perché si chiude Conti) visite mediche in giornata. Arriva dal Genk per 5 milioni più 1 di bonus, 4 anni al giocatore.
Sempre a sorpresa il Genoa ha praticamente preso Zukanovic dalla Roma (che ha giocato anche nella Samp) in prestito con riscatto a 1,2 milioni e ha fatto fare stamattina per Galabinov, attaccante, svincolato, lo scorso anno a Novara.
Potrebbe essere una sorpresa il ritorno di Cerci a Torino. L'addio era stato burrascoso, ma oggi Cairo ne ha parlato con il suo agente e Mihajlovic lo ha già avuto sia a Firenze che a Milano. E oggi sempre il Torino ha incontrato l'agente di Paletta (che ha visto anche il Sassolo).
A Verona firmerà Verde, a Bologna sono in arrivo Falletti e Avenatti (ex Ternana, svincolati), l'Udinese ha chiuso Coulibaly dal Pescara (rimarrà a giocare a Pescara). La Spal scatenata: visto che non riesce a riprendersi Meret sta puntando Gomis (c'è l'accordo con il giocatore non con il Toro) e ha sondato anche Marchetti, Sepe e Skorupski. Ma la sorpresa è in avanti: perché ha l'accordo con l'Atalanta per Paloschi, ora deve mettersi d'accordo con il ragazzo. E continua la trattativa per Pa Konate. Il Crotone vorrebbe Cabrera del Real Saragozza e nel frattempo ha ripreso ufficialmente Budimir e vorrebbe riportare anche Trotta.
In B il Palermo è sull'esterno offensivo del 97 del Nizza, Vincent Marcel, la Ternana a un passo da Bordin della Roma dopo la presentazione del patron Bandecchi che ha dichiarato di volersi giocare tutte le chanches per andare in serie A, l'Avellino ha preso Lezzerini dalla Fiorentina, il Frosinone ha ufficializzato Beghetto, il Brescia ha chiuso Machin si avvicina a Coppolaro, lo Spezia chiude Forte e Di Gennaro. Il Venezia ha fatto con la Juve Vitale e Audero, prende anche Bruscagin e Pinato, alla Cremonese in arrivo Renzetti. Il Carpi molla Castrovilli e registra interessi di Palermo e Parma per Blanchard. Al Pescara interessano Pessina e Valzania dell'Atalanta. E poi grandissime notizie dell'estero. Rooney vicinissimo al ritorno all'Everton, dopo 13 anni, il Barca annuncia il rinnovo di Messi fino 2021, Arsenal ha preso Lacazette e i Galaxy tentano Ibra... Basta così... tenetevi forte...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
La Champions non ci tira su, Malagò a piedi uniti e i giovani veramente giocano? 23.11 - Se il campionato ci aveva ritirato su il morale, riconsegnandoci la voglia di calcio, la Champions un po' ce ne toglie. Insigne, è vero, ci ha fatto vedere che sta arrivando a dei livelli internazionali (e questo fa aumentare il rammarico) Juve e Roma invece non riescono a utilizzare...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Rivoluzione? Invoco il Commissario… Juve, c’è un problema! Roma? Ha ragione Falcao… 22.11 - Sto ancora elaborando il lutto (l’esclusione dal Mondiale) ma mi sta anche salendo quella sana rabbia di chi pretende un cambiamento, non di facciata ma reale!!! Il popolo ha avuto il sangue che bramava: le teste di Ventura e Tavecchio sono rotolate sul selciato… Purtroppo, il resto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: attenti a quelli della “crisi” (e ai nemici in casa). Inter: Icardi e gli strani pensieri. Milan: il dubbio Montella e “la bella reazione”. Riflessione semiseria sul calcio italiano 21.11 - “Gli aspetti formali, tendenti alla verifica dello status quo, ci portano a considerare i rappresentanti delle Leghe, per quanto la situazione sia decisamente inaccettabile. E sì: bisogna riformare il calcio guardando al tutto!”. (Quelli che comandano, che hanno il culo sulla poltrona,...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Tavecchio a casa, forse. Ventura fuori Paese ma attenzione ai successori. Gravina? C... Piace! Allegri, sveglia questa Juve. Palermo? Ve lo avevamo scritto un anno fa... 20.11 - E' successo l'impensabile e, allora, è giusto che si volti pagina perché il calcio è un'azienda e bisogna rispettare la meritocrazia. Prandelli e Abete salvarono la faccia e la dignità, qui non c'è stata né la faccia né la dignità. Un Mondiale si può sbagliare ma addirittura non salire...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il disastro economico-sportivo di Tavecchio e Ventura: gli effetti sulle tasche degli italiani e pure sul mercato. Ancelotti, gli specchietti per le allodole e il nome che serve. Allenatori e giocatori: la ricetta per cambiare davvero 19.11 - Carlo Tavecchio che scarica il barile, le colpe e versa pure lacrime rabbiose e di frustrazione no. Carlo Tavecchio ancora in sella, neppure. Invece son due fotografie che questi giorni regalano, istantanee e video che arrivano e che resteranno a lungo in un calcio italiano destinato...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, crocevia Usa. La Nazionale riparte dal Milan. Perisic e i giocatori che vanno attesi 18.11 - Se il New York Times arriva ad occuparsi del Milan, vuol dire che il Milan fa gola. Stupiscono, ma forse fino ad un certo punto, i tempi scelti per lanciare la bomba mediatica, da un autorevole quotidiano che comunque negli ultimi due anni non era mai entrato nelle vicende del closing...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Collina l’uomo nuovo per la Federcalcio. Ancelotti, no alla Nazionale. Non farà la foglia di fico di Tavecchio che deve solo andar via. La colpa è sua: non ha capito la guerra fra Ventura e i giocatori. Tutti i retroscena. L’ex Ct via dall’It 17.11 - C’è solo un uomo in grado di cambiare il calcio in Italia e di rilanciarlo verso il futuro con interventi radicali e riforme illuminate e quell’uomo si chiama Pierluigi Collina. L’attuale capo degli arbitri della Fifa è l’unica personalità di livello mondiale spendibile dal paese...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Non è una questione di nomi, ma di programmi. E stavolta sul serio... 16.11 - Lunedì. Lunedì sarà il giorno in cui ci saranno le risposte. Le proposte che Tavecchio (che non si è dimesso) presenterà il nuovo programma da cui ripartire. Uomini e idee. E' lì che si giocherà la vera partita, è lì che misureremo la voglia di cambiamento del movimento calcio italiano. Delle...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

La Nazionale interessa davvero? Allora nuova “regola”: cinque italiani in campo (minimo) in ogni club!!! 15.11 - La delusione è ancora forte, quasi insostenibile. Come era prevedibile, tutti si sono inorriditi per quanto successo. L’Italia fuori dal Mondiale, una catastrofe, un’apocalisse, la morte del calcio italiano. Tanti presidenti di club si sono espositi in prima persona… Tutti avviliti...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Qui muore il calcio italiano 14.11 - Qui muore il calcio italiano, condannato dall'improvvisazione, le cattive abitudini, il malcostume di chi pensa che ce la farà per qualche bislacco diritto divino. Qui muore il calcio italiano. E ci fa male, malissimo, ma guardiamoci in faccia: è dannatamente giusto così. Qui...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.