HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Calciomercato di Serie A in chiusura: qual è il vostro flop tra le big?
  Juventus
  Napoli
  Roma
  Inter
  Lazio
  Milan

La Giovane Italia
Editoriale

Modric-Inter: è il D-Day. Ecco perché tutti i fattori esterni sono contro l’Inter (diversamente da come erano stati tutti a favore della Juve con Cristiano). Pogba-Barcellona: dipende da Lotito…

08.08.2018 07:48 di Tancredi Palmeri  Twitter:    articolo letto 97585 volte

E’ arrivato il giorno in cui l’Inter saprà se può tornare a sognare l’impossibile, come non le accadeva dai tempi del Triplete. Nonché in cui la Serie A può scoprire se davvero le cose hanno già cominciato a cambiare a livello sistemico, o se il locomotore Juventus tira ancora il resto del convoglio a una velocità insostenibile.
E’ arrivato cioè il giorno in cui si deciderà se Modric all’Inter non è solo il sogno di una notte di piena estate. E’ arrivato il giorno in cui Modric incontra Florentino Perez: la riunione è programmata nella tarda serata madrilena, a siesta completata, cosicché tutti siano belli carichi per dirsi quello che si devono dire. Potrebbe anche slittare a giovedì, ma il tempo per il calciomercato stringe maledettamente, solo 9 giorni fino alla chiusura in Serie A (per non parlare delle 48 ore che mancano in Premier, ad esempio).
L’azzardo dell’Inter ha fondamenta concrete: perché c’è l’offerta, c’è l’accordo con il giocatore, e c’è l’accettazione del progetto globale proposto, tanto economico quanto tecnico, fino all’eventuale sponsorizzazione di Suning.
Eppure per l’Inter è difficilissima, per una serie di congiunture esterne all’azione dei nerazzurri.
Congiunture esterne che invece erano state proprio la via spalancata per la Juventus.

Ovvero: tanto il rapporto di Cristiano con Florentino si era logorato nel tempo, non solo nel corso delle stagioni, ma proprio da gennaio ad adesso, così da preparare internamente un addio clamoroso ma comunque subodorato; quanto invece l’addio di Modric è stato un fulmine a ciel sereno (beh, non proprio sereno, via), caduto dopo la fine dei Mondiali, quando il Real Madrid con orgoglio ribadiva l’appartenenza alla Casa Blanca del miglior giocatore della Coppa del Mondo, facendosi quasi beffe della dipartita di CR7.

Poi: la multa di 30 milioni di Cristiano Ronaldo, che ha fatto saltare il banco della trattativa, arriva da un lungo periodo di negoziati con l’autorità fiscale, a cui parallelamente si era accompagnata quella estenuante tra giocatore e società per la sempre respinta richiesta da parte del portoghese di pagare il saldo; Modric invece ha appena saldato al Fisco spagnolo 1 milione di €, e non è chiaro se la situazione possa peggiorare.

E ancora: quando Cristiano Ronaldo chiese l’aumento - vedendoselo rifiutare fino a quando le intenzioni non si sono trovate fuori tempo massimo - il budget salariale del Real Madrid era totalmente saturo, mentre adesso Modric (che incredibilmente incassa solo il 5° stipendio al Madrid) potrebbe vedere arrivare nella sua direzione una parte di quei 30 milioni, tra salario e tasse legate allo stipendio, lasciati vacanti da Cristiano Ronaldo.

E inoltre: l’addio a Cristiano è avvenuto a Mondiale ancora in corso, con un mese abbondante di mercato davanti, e teoricamente con il tempo di provare a prendere un Mbappé o un Dybala (non importa non sia successo: importa che Florentino vedesse la possibilità di metterci una pezza); per Modric invece manca solo una decina di giorni, in cui riuscire a trovare un sostituto per un giocatore tecnicamente tra i più insostituibili.

Ed ultimo, ma forse più importante: abbiamo assistito il 10 luglio a un evento praticamente unico fino a quel momento nella storia del calcio, ovvero Florentino che abbassa la testa e accetta le condizioni di un giocatore, il più importante peraltro; e questo dopo aver incassato anche l’addio di Zidane. E martedì Florentino ha perfino incassato l’addio di Kovacic - per carità, non paragonabile ai precedenti, ma è significativo che anche Kovacic possa permettersi di fare quello che vuole alle sue condizioni al Real Madrid di Florentino. Peraltro Kovacic che sarebbe stato teoricamente il rimpiazzo di Modric.
Davvero è possibile dunque vedere di nuovo Florentino abbassare la testa, per un giocatore che tutti i madridisti gli stanno chiedendo di tenere senza se e senza ma?!
Facile pensare che il presidente del Madrid si presenti all’incontro con un aumento di stipendio che pareggi il 40% in più che l’Inter è pronta a pagare al croato, e a quel punto chissà che Lukita Modric non termini con un bell’abbraccione filiale per Florentino Perez.

E in questa allucinazione estiva fantastica in cui la Serie A è tornata a comandare con il trattore sulla tangenziale del calcio europeo, è surreale ma vero: Claudio Lotito tiene in mano il destino dell’élite del football mondiale. Perché Pogba al Barcellona non è un’illusione, ma una realtà che va consolidandosi di ora in ora. L’accordo tra giocatore e club è raggiunto, l’offerta del Barcellona non è ancora all’altezza (110 milioni, o 50 milioni più Yerry Mina e André Gomes), ma è migliorabile. A patto però che il Manchester United trovi il sostituto entro le 48 ore mancanti al gong di mercato inglese: e per ora l’unico sostituto a disposizione sembra essere Sergej Milinkovic-Savic.
Tutto dipende da Lotito: e all’imperatore Claudio laziale non deve parer vero di poter avere il potere di vita o di morte sui destini del calcio europeo con un semplice gesto del pollice…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Ancora 48 ore e tutti si affannano: anche chi sembra aver chiuso tutto. 48 ore da vivere con il fiato sospeso... 16.08 - Siamo ormai alle battute finali e tutti si affannano per rifinire la squadra. Il Milan, è naturalmente, la big più attiva visto che per i problemi societari si è potuta muovere concretamente soltanto un paio di settimane fa. Sono arrivati a Milano Castillejo e Laxalt, entrambe operazioni...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Promosse e bocciate del calciomercato a 72 ore dalla fine: Juventus e Inter regine assolute. Segue il Milan. Solo sufficienti Napoli, Roma e Lazio. E in coda, in bocca al lupo all'Udinese, ne ha bisogno... 15.08 - A 72 ore dalla fine del calciomercato, andiamo con il pagellone sospeso della Serie A, con le squadre divise tra promosse, rimandate e bocciate. Ma con una premessa fondamentale: qua non si giudica il conto economico, e nemmeno soltanto gli acquisti. E nemmeno della squadra costruita...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: mercato con (doppia) sorpresa, ma occhio a Nedved... Inter: dopo il settimo (Keita) c'è una certezza. Milan: 2 colpi in 4 giorni, l'impresa di Leonardo. Napoli: il "complesso" di De Laurentiis 14.08 - Ciao. C'è il fuso. Son dall'altra parte del mondo. Al mare. È un posto strano. Qui, per dire, è nuvoloso da 4 giorni. Sapete quando sono arrivato? Quattro giorni fa. Il fuso è devastante. Soprattutto se vuoi stare al passo con le robe del mercato. Per questo metto tanti punti. Almeno...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

De Laurentiis, 5 giorni per dare un senso a questo mercato. Milan, sessione intelligente. L’Inter dietro la Juve. Volevate il Commissario? Era meglio Montalbano… 13.08 - Cinque giorni e poi sarà tutto finito. L’assurdità di chiudere il calciomercato il 17 agosto, alle ore 20.00, lascerà tanti cadaveri sulla riva del fiume. Lo scriviamo da mesi, adesso, molti club di serie A iniziano a capire la fesseria di seguire Marotta nell’unica sciocchezza fatta,...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il mondo dorato di CR7 e quello sommerso dei Tribunali, dove vige il tutti contro tutti. Tra udienze, sentenze e ricorsi B e C sono in pieno caos. E anche la Serie A non può dirsi tranquilla 12.08 - E' un'estate strana, particolare. Senza dubbio unica quella che tra meno di una settimana - per gli operatori di calciomercato - chiuderà i battenti. Non sono mancate le notizie, né i colpi di scena. Sono stati mesi che hanno riportato una manciata di club italiani a sedere di nuovo...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Ore decisive per il futuro di Modric. Inter, fatta per Keita. Il Milan pronto a chiudere per Bakayoko. Ochoa in pole per il Napoli, occhio anche a Tatarusanu. 11.08 - Luka Modric, l’Inter e il Real Madrid. Sono ore decisive per il futuro del centrocampista croato vice campione del mondo, che vorrebbe andare all’Inter, anche se non è intenzionato ad arrivare ai ferri corti con Florentino Perez. Il numero uno del Real non cede. Anzi in Spagna sono...

EditorialeDI: Luca Serafini

I colpi di Leo, il ruolo di Paolo, il lavoro di Rino: notte prima degli esami 10.08 - Tra una settimana è campionato. Possiamo davvero dire che l’estate è volata, sotto questa cappa di afa con ventate di grande ottimismo. Di meritato sollievo. Mi fanno ridere i censori del ruolo di Paolo Maldini, come se avere una figura di riferimento così autorevole non fosse già...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Modric ancora attesa, Keita si tratta ad oltranza. Bakayoko convinto ora si fa sul serio. Portieri Napoli e quello del Chievo. Ultima settimana... 09.08 - Doveva essere il Modric-day, nel bene o nel male, ma si è trasformato in un altro giorno di attesa. Tutto rinviato a data da destinarsi, forse venerdì, visto che le prossime ore saranno quelle di Cortouis e che Florentino non vorrà togliere la scena al suo portiere con la grana Modric....

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Modric-Inter: è il D-Day. Ecco perché tutti i fattori esterni sono contro l’Inter (diversamente da come erano stati tutti a favore della Juve con Cristiano). Pogba-Barcellona: dipende da Lotito… 08.08 - E’ arrivato il giorno in cui l’Inter saprà se può tornare a sognare l’impossibile, come non le accadeva dai tempi del Triplete. Nonché in cui la Serie A può scoprire se davvero le cose hanno già cominciato a cambiare a livello sistemico, o se il locomotore Juventus tira ancora il...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter: in attesa del "miracolo Modric" si punta a Keita! Juve: altro tassello in arrivo al centro. Milan: attenzione, Leonardo ha un segreto... Napoli: 10 giorni per risolvere un equivoco 07.08 - Ciao. Mancano 10 giorni alla chiusura del mercato poi, purtroppo, inizierà il campionato. Il campionato non interessa a nessuno. A tutti interessa il mercato. “Chi arriva?”. “Ne prendiamo due?”. “La pista è calda?”. Queste cose qui. Pochissimi si chiedono “dove giocherà?” o “ha senso...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy