VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Musacchio, Kessiè, Ricardo Rodriguez e André Silva. Quale nuovo acquisto del Milan vi piace di più?
  Mateo Musacchio
  Franck Yannick Kessié
  Ricardo Rodriguez
  André Silva

TMW Mob
Editoriale

Napoli. ADL cerca di recuperare. Thohir, il giallo-thriller dei 60 milioni. Bacca, tocca agli Hammers salvare il mercato del Milan. Juventus, Pogba allo United nell'indifferenza generale

30.07.2016 00:00 di Mauro Suma   articolo letto 29575 volte

Higuain non doveva rispondere ad Aurelio De Laurentiis e doveva star lontano dal tentativo di mettere contro il suo ex presidente una città che comunque lui ha mollato secca. Non toccava a lui, proprio da Torino, con tutti i simboli della Juventus alle proprie spalle. Le parole dell'argentino hanno poi dato modo allo stesso presidente del Napoli non tanto di rispondere a lui, ma di tornare a parlare alla città. Crediamo a questo punto che sia opportuno risparmiare le fatiche. Sia da parte del grande attaccante che da parte del grande presidente. Napoli è stata clamorosamente ed ineluttabilmente delusa da entrambi. Napoli non meritava questa vicenda ed è giusto che non perdoni nessuno e non si faccia ipnotizzare da nessuno. Li abbiamo visti gli occhi sgranati dei napoletani, abbiamo percepito il tremore nella voce. Ma sì, insomma è andato vero? Certo che è andato e se n'è andato nell'unico modo possibile, in silenzio e quasi di nascosto. Perchè è stata fatta ai napoletani una cosa troppo grossa, troppo forte. Non c'era altro modo di congegnarla e altro modo di viverla. La città oggi si sente tradita da Higuain ed è stanca del proprio presidente. Non vogliamo essere crudi o saccenti, ma solo raccontare. Quella fra Higuain e De Laurentiis è una lite a due, non coinvolge e non divide i napoletani. Napoli ha preso atto, ha sofferto e ha chiuso gli occhi. Adesso non vuole sentire più niente e più nessuno.

Quando sono state diffuse nel pomeriggio di ieri le dichiarazioni di Thohir, pensavamo di avere capito male. Avevamo capito che nessuno può permettersi di andare dall'Inter e di prendere il suo bomber, il suo capitano. L'Inter si fa valere, l'Inter tiene duro, ha una nuova proprietà dirigista ed intransigente. Ce l'avevano raccontata così e l'avevamo capita così. Poi, ieri, il presidente Thohir. Beh, se superano i 60 milioni...Il numero uno dell'Inter è stato più diretto e meno coreografico del suo collega del Napoli, ma potrebbe essere stato frainteso. Nel corso della serata sono aumentate le voci di permanenza di Icardi all'Inter con relativo rinnovo. Poi cammin facendo, capiremo e verificheremo se, quando i soldi sono tanti, anche i valori, i principi, i toni forti si mettono comodi e si adeguano. Fino ad oggi, Wanda mette la faccia, Icardi non parla e non gioca, le due società si mandano messaggi. Se è una questione di principio o se una questione di iban fra Inter e Napoli o fra Icardi e Inter, le prossime ore e i prossimi giorni ce lo diranno.

Nell'Agosto del 2014 era Balotelli a tenere in scacco il mercato rossonero. Nell'Agosto del 2015 la stessa cosa è accaduta in simbiosi con il diradarsi delle interviste e delle apparizioni mediatiche di Mister Bee. Quest'anno siamo a Carlos Bacca, un ragazzo criminalizzato dai tifosi per alcune sue dichiarazioni ma che, comunque, è venuto al Milan, ha segnato 20 gol in partite ufficiali in una squadra che produceva pochi assist e adesso è al centro di una vicenda di mercato che vede la Società rossonera interessata all'operazione più o meno come lui. Il presidente Berlusconi non ha mai amato il suo gioco, e a dirla tutta nemmeno Mihajlovic, ma Bacca segna, eccome se segna. Tanto e da chirurgo. Se parte lui arrivano 3 giocatori, sembra abbia detto il numero uno del Milan nell'incontro con i tifosi ad Arcore. Il punto è proprio questo. Riepiloghiamo. Bacca non può andare all'Atletico Madrid perchè i colchoneros hanno una priorità (Diego Costa) e una alternativa (Gameiro) che non contemplano il colombiano; non al PSG perchè il Club francese ha scelto di puntare o su Lacazette o su Jesè e di non sconvolgere il settore degli extracomunitari; non al Siviglia perchè ha soffiato Luciano Vietto al Barcellona; non al Barcellona perchè il titolare della Seleccion di Pekerman non vuole appisolarsi mentre Suarez, Messi e Neymar mostrano miracoli; non al Napoli perchè Icardi eccetera eccetera, potremmo andare avanti all'infinito. Siamo sempre lì. Al West Ham. Da quando sono al corrente che il PSG non andrà su Bacca, gli Hammers hanno ripreso a sperare.

La Juventus è riuscita ad oscurare la partenza di Pogba. Colpo da maestri. A Torino hanno capito che il calciomercato è una questione di scelte di tempo, quando ce lo si può permettere economicamente. Se la prima mossa del mercato bianconero fosse stata la cessione del francese allo United, il messaggio alla propria gente si sarebbe tradotto in uno sconforto tale che il popolo bianconero non si sarebbe più ripreso. Invece aver fatto arrivare prima Dani Alves, Pjanic, Benatia, Pjaca e Higuain, ha fatto passare nelle brevi le notizie sul trasferimento di Pogba. Ma dov'è Paul, potrebbe dire qualche tifoso bianconero distratto il giorno del Raduno? Ah non c'è? Va bene dai, forza Pipita. A proposito, ma se Pjaca avesse saputo che sarebbe arrivato Higuain, avrebbe aspettato Bacca o sarebbe andato a farsi oscurare da Higuain? Questo non se lo chiede il tifoto juventino sotto il sole del Raduno bianconero. Questo ce lo chiediamo e lo chiediamo noi.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Gli incastri della Juve, le mosse dell'Inter, le attese del Milan. E tutte le trattative di giornata... 22.06 - La Juventus comincia a muoversi per sostituire Dani Alves. E per farlo deve stare attenta agli incastri. Perché i nomi su cui si è concentrata in queste ore sono Darmian (che per il Manchester non è più incedibile) e Danilo (che però è extracomunitario). E soprattutto i dirigenti...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan-Donnarumma, la soluzione c’è! Roma, le idee (giuste) di Monchi… Juve, ansia Alex Sandro! Ma Ibra? 21.06 - Ogni estate ha il suo tormentone calcistico… Il 2017 lo ricorderemo, a parte per il caldo asfissiante, per le “bizze” legate a Gigio Donnarumma. Neanche i sceneggiatori di Beautiful (soap opera che va in onda, in Italia, dal 1990) potevano creare un intrigo simile… Dal bacio alla...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: c’è un nome per sostituire D.Alves (ma fa a “pugni” con D.Costa…). Milan: attenti alla novità “per forza” su Donnarumma (e Conti…).  Inter: tutto quello che Spalletti ha chiesto dal mercato. Napoli: Raiola ci ha fatto un regalo 20.06 - Per iniziare salutiamo tutti assieme Luigi di Sciacca, filibustiere siciliano incontrato sabato sera a Como. “Ciao, tu scrivi chilometri di robe su tmw. Ti leggo per addormentarmi”. Gli ho offerto un birrone bello fresco perché mi sembrava un complimento. A mente fredda rivorrei...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Raiola non è una minaccia ma una condanna: Tavecchio vigili per il bene dei vivai. Juve, multa Dani Alves. Sabatini prepara i colpi. Serie C, final four "format" da rivedere 19.06 - Quello che in molti non capiscono, dirigenti e tifoserie lontane dai colori rossoneri, che la battaglia sul caso-Donnarumma non riguarda solo il Milan o solo Donnarumma. E' una battaglia di sistema. I tifosi, invece, la racchiudono frettolosamente nel colore sociale e si perdono nel...

EditorialeDI: Marco Conterio

E' il calciomercato più bello del nuovo millennio. Casi shock e trasferimenti record: la top ten dei tormentoni ma siamo solo all'inizio 18.06 - E' un'estate calda, ma questo non è certo una novità. Solo che quest'anno, sotto l'ombrellone, ci stiamo già godendo la più bella e divertente sessione di mercato da anni a questa parte. In ordine sparso: la bomba Cristiano Ronaldo con il Real Madrid. L'avvento dei cinesi del Milan...

EditorialeDI: Mauro Suma

Donnarumma: costi quel che costi. Suning tra ex juventini ed ex milanisti. Da Cardiff a Castellammare 17.06 - Non l'ha ordinato nessuno ai tifosi del Milan di innamorarsi di Donnarumma. Nemmeno ai bambini ai quali, come per Kakà, e torneremo su questa nemesi, è particolarmente difficile spiegare cos'è successo. Ma non è il tempo del pistolotto moralistico: solo analisi e solo dettagli. Era...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Donnarumma, ecco perché va via. Una storia scandalosa. Il Real lo aspetta, ma anche la Juve. Tornerà in Primavera o andrà in tribuna. Piace Neto. Inter, via Perisic. Nel mirino Bernardeschi e Borja Valero. Allegri aspetta Iniesta 16.06 - Donnarumma, una storia scandalosa. Una società investe sul settore giovanile, fa crescere un bambino, lo lancia in serie A, gli offre cinque milioni di ingaggio per cinque anni (una follia) e lui che fa? A diciotto anni dice no, vuole andar via per più soldi e forse più gloria. Una...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter colpo a centrocampo, Juve passi avanti per N'Zonzi (e non solo), Milan il giorno di Donnarumma 15.06 - Si presenta Spalletti e spiega la sua filosofia. E mentre si presenta i suoi direttori lavorano per consegnargli una squadra che possa ricalcare più possibile le sue idee. Ecco perché è partita l'offensiva per Borja Valero. Il giocatore era già in cima alla lista dei desideri di Spalletti...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan regina del mercato ma il prezzo lo fa la Juve… Chelsea-Insigne, mai nella vita! Inter, Perisic partirà. Ania, l’amica che tutti sognano… 14.06 - Ormai il caldo si è impossessato delle nostre giornate. Le temperature sono sempre più hot, così come il mercato. Si parla di milioni come se fossero noccioline… Sontuoso quanto sta facendo il Milan. Zittiti tutti coloro che dubitavano della solidità della nuova proprietà cinese....

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve e il mercato segreto: 2 colpi fatti, N’Zonzi a un passo e… una sorpresa. Milan: la scelta di Donnarumma e i prossimi colpi del “Diavolo che non esiste”. Inter: novità su Lucas e in difesa non c’è solo Rudiger! E il Napoli... 13.06 - Ciao. Se state leggendo qui vi interessa il mercato del calcio, al limite la mia salute mentale. Ma forse più il mercato. Oggi facciamo un ripasso sulle formule lessicali utilizzate da tutti noi che discutiamo di acquisti e cessioni. Se non vi imbattete almeno una volta al giorno...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.