VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi è stato il calciatore rivelazione della stagione di Serie A?
  Andrea Conti
  Mattia Caldara
  Federico Chiesa
  Piotr Zielinski
  Gianluigi Donnarumma
  Franck Kessie
  Sergej Milinkovic-Savic
  Roberto Gagliardini
  Emerson Palmieri
  Roberto Inglese
  Diego Falcinelli
  Giovanni Simeone
  Gerard Deulofeu
  Patrik Schick
  Lucas Torreira
  Lorenzo Pellegrini
  Jakub Jankto
  Amadou Diawara

TMW Mob
Editoriale

Napoli: Pavoletti e poi? Le prime mosse del Milan, i gioiellini dell'Atalanta e una super offerta per Messi...

15.12.2016 08.08 di Luca Marchetti   articolo letto 51564 volte
© foto di Federico De Luca

E’ la settimana in cui si potrebbe decidere il campionato: o la Juve lo uccide o la Roma lo riapre completamente. Ma è anche la settimana in cui i movimenti di mercato cominciano ad essere più concreti. Quindi al campo e al campionato ci penseremo da sabato pomeriggio (e magari ancora di più da sabato sera): concentriamoci sulle trattative in corso.

Quella più avviata sembra essere Pavoletti. Napoli e Genoa hanno un accordo di massima per la valutazione del giocatore: 18 milioni di euro più 3 di bonus. Il giocatore ha dato l’ok per il suo trasferimento. Tutto fatto? Virtualmente sì, ma ora è necessario essere operativi. Vale a dire che bisogna incontrarsi, cominciare a parlare di numeri, di diritti di immagine e accessori. E poi ci sono le visite mediche che sicuramente non rappresentano un problema in assoluto (neanche per Pavoletti) ma che per un giocatore reduce da infortunio sono sempre più “delicate”. Nulla di insormontabile quindi, affare sicuramente messo sui binari giusti, anche in discesa. Insomma: ci sorprenderemmo se non dovesse andare in porto, ma per considerarlo chiuso manca ancora.

E Gabbiadini? Il suo futuro sembra essere lontano da Napoli. Lontano anche dall’Italia. La verità, in questo momento, dopo questo momento sicuramente non facile per l’attaccante partenopeo, è che la valutazione che aveva quest’estate non è raggiungibile (anche perché il mercato di gennaio è un mercato diverso). Stoke e Schalke sono due possibilità, così come il Southampton e il Borussia Dortmund che si è interessato. Ora bisognerà capire se De Laurentiis pensa a cederlo e soprattutto se con le cifre cambiate è interessato.

Il Milan, non può non pensare al closing e al suo slittamento. E questo, come è ovvio che sia ha ripercussioni sul mercato che sarà gestito da Galliani (e su cui i futuri proprietari possono intervenire con un sì o con un no). E la prima mossa è il rinnovo di Bonaventura fino al 2020 con un aumento sostanzioso di stipendio (da 1 a 2 milioni e mezzo all’anno). Ora naturalmente il nuovo contratto verrà sottoposto ai cinesi, ma è difficile che si opponga resistenza. Con Raiola (procuratore di Bonaventura) si è parlato anche del contratto di Donnarumma. E qui Galliani è stato chiarissimo: “io spero rimanga a Milano, anche da maggiorenne, ma prima il suo procuratore vuole vedere in faccia i cinesi e conoscere le loro ambizioni”, quindi aspetta il closing anche lui.

Il mercato non si ferma solo ai giocatori. A Roma si parla di un nuovo, possibile, direttore sportivo. Minchi, ds del Siviglia, è il nome più gettonato. Sarebbe, da quello che abbiamo capito, una possibilità per giugno più che per ora e sarebbe un profilo internazionale di primissimo livello con esperienza comprovata (e una bacheca bella piena) con il Siviglia. Nel frattempo (e non è detto che poi non sia così anche in futuro) continua a lavorare Massara. Ed è alla ricerca di un centrocampista e di un attaccante esterno. I nomi? Rincon del Genoa come diga davanti alla difesa, Jesé ora al PSG o Bailey del Genk come attaccante esterno. E’ vero sono due profili differenti (giocatore affermato un, giovane di belle speranze l’altro) ma è ovvio che la Roma balli su più piste.

All’Inter sono alle prese con la grana Gabigol: non c’è giorno che passi che il suo procuratore Wagner Ribeiro non lanci messaggi, espliciti. Sicuramente bisogna trovare una soluzione che possa aiutare l’Inter a non perdere l’investimento e il ragazzo a ritrovare la sua dimensione. Le squadre non mancano, Genoa compreso, proprio per sostituire Pavoletti (e magari per continuare a parlare di Rincon).

E poi ci sono i gioiellini dell’Atalanta. Li stanno praticamente cercando tutti. In questi giorni ci sono stati nuovi contatti con la Juventus per Caldara, Gagliardini e Kessie. E se il centrocampista in questo momento perde quota l’ipotesi centrocampo (Witsel rimane l’obiettivo numero uno bianconero) per i due difensori la Juventus vorrebbe impostare un’operazione ora per la prossima estate, rubando così tempo e spazio alla concorrenza che però è molto alta. Napoli, Roma e Inter. Giusto per rimanere in Italia. Mentre per il Papu Gomez, che sta facendo un campionato strepitoso, c’è il Siviglia.

L’Atalanta sta per prendere Schmidt, centrocampista del Sao Paulo che andrà in scadenza: 3 anni di contratto e accordo che ora va trovato nello specifico su alcuni dettagli.

Il Torino ha chiesto alla Roma, Iturbe, Prandelli vuole Zaza al Valencia, in uscita alla Samp ci sono Pereira (che potrebbe rientrare in uno scambio con Djordjevic), Dodo (sul quale però ci sarà da discutere anche con l’Inter, visto che è in prestito biennale con obbligo di riscatto) e Budimir richiesto da Pescara e Crotone in serie A.

Infine una curiosità, ma non troppo. La squadra di Lavezzi in Cina (l’Hebei Fortune) è pronta ad offrire a Messi 5 anni di contratto a 100 milioni (si avete letto bene, cento) all’anno. Che Messi ci stia pensando è un obbligo, forse anche per questo la Pulce tardi a rinnovare (e non solo per i rumors sul City)… magari sono solo suggestioni…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Gigio guardalo, è il tuo Milan. L'inevitaible egoismo di Totti. Bonucci e United esempi veri 27.05 - Ci sono in giro due tentativi di contaminare il momento magico del Milan. Che non è il sesto posto, ma è il mercato di svolta fatto con intensità e coraggio, il buon senso che si legge in tante scelte e in tanti atteggiamenti, l'eccezionale stato di forma dei tifosi. Che non si sono...
Telegram

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, Mancini in corsa per il dopo Allegri. Ma piacciono anche Sousa e Spalletti. Via libera a Bonucci. Inter, Sabatini prepara la sorpresa in panchina. Milan, Morata vuole il Real. Bernardeschi in vendita per 60 mln 26.05 - Resta o non resta? Il futuro di Allegri è il grande rebus di questo finale di stagione. La sensazione, più che diffusa, è una e una sola: se ne andrà. E questo la Juve l’ha ampiamente capito. Le motivazioni sono abbastanza semplici, normali e condivisibili, dopo tre scudetti e tre...

EditorialeDI: Luca Marchetti

La rincorsa di Inter e Milan: panchina e campo. La Roma irrompe su Schick. Juve in sordina 25.05 - Vi avevamo avvertito: sarebbe bastato che il campionato desse i suoi verdetti (anche non tutti) e poi sarebbe partito il mercato. Quella che sembra occuparsene di meno (sembra) è la Juventus, concentrata sull'Europa della Champions. Ma non credeteci troppo: chiedete a Keita e Schick...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Totti Day, niente scherzi! Donnarumma, tanta paura… Inter? 11 con le valigie, con possibile scambio con la Juve… 24.05 - Domenica 28 maggio, ore 18.00, Stadio Olimpico in Roma. Ultima giornata di Serie A con i giallorossi vogliosi di blindare il secondo posto. Ci dispiace, non è questo il “titolo ad effetto” che ci interessa… Domenica 28 maggio andrà in scena il Totti Day, non c’è altro che abbia senso…...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Il futuro di Allegri e della Juve, al di là di Cardiff. Inter, Spalletti ma non solo (e su Gabigol…). Milan: i legittimi festeggiamenti e il "benefattore" dietro Li. Napoli: il piano di Sarri per fare ancora meglio 23.05 - Succedono un sacco di cose. Una è che settimana scorsa mentre scrivevo codesta articolessa sul cellulare ho preso una capocciata devastante contro un palo della luce. Ve lo giuro. Sono un cretino. Mi sono fatto talmente male che ho deciso di prendermi una settimana di pausa: per la...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Capolavoro Juve: Agnelli vince tutto ma la famiglia lo ostacola. Inter, Sabatini ha "scelto" Spalletti. Roma, blitz decisivo per Di Francesco. Sassuolo e Bari, in due per Bucchi 22.05 - Fanno più effetto le immagini del "trionfo" del Milan che quelle dei festeggiamenti della Juventus. La fotografia di San Siro che lancia in aria Montella e del giro di campo della squadra che festeggia un preliminare di Europa League è il riassunto di quanto abbia lavorato male in...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Sabatini non basta a Suning: c'è un altro super consulente. Spalletti, le avances all'Inter ti stanno screditando: perché non restare a Roma? Bravo Napoli, strappo alla regola necessario per il grande obiettivo 21.05 - E' stata la settimana dei verdetti: Chelsea campione d'Inghilterra, Monaco campione di Francia, Feyenoord campione d'Olanda. E così via, col Real che può aggiungersi alla lista già questa sera: basterà un pareggio sul campo del Malaga. In Italia la Juventus ha alzato la Coppa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Giù le mani da Kessie! Milan-Atene e Juve-Cardiff. Inter: la guerra di Piero 20.05 - Ma Kessie inventeranno, se davvero il centrocampista dell'Atalanta verrà ufficializzato come nuovo giocatore del Milan? Fino a metà stagione, era il simbolo della freschezza e dell'energia dell'Atalanta, era il vero crack del centrocampo bergamasco anche più di Gagliardini, era il...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Milan, ecco i piani di Fassone e dei cinesi. Subito grandi, non solo Musacchio, Kessie e Rodriguez. Kalinic si può. Inter, Sabatini-Ausilio decidono su Spalletti 19.05 - Chissà dove saranno adesso quelli che vagavano per la Cina suonando ai campanelli con scritto mister Li per poi annunciare in Italia: non risponde nessuno, non esiste. Pensando che la Cina sia come Abbiategrasso. Chissà dove saranno le vedove di Galliani, delle cravatte gialle...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il primo passo della Juve parte 10 anni fa. Le ricostruzioni milanesi: fra Kessié e Pochettino. E i 7 gioielli del mercato italiano... 18.05 - Un passo, il primo. Quello che ti consente ancora di sperare nel triplete. Perché se la vittoria del campionato è stata rimandata dalla sconfitta di Roma (ma le prossime partite della Juventus destano meno preoccupazioni), aver alzato la coppa Italia consente alla Juventus di poter...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.