VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

Editoriale

O rinnovi o te ne vai: ecco i parametri zero. Da Rabiot a Kononplyanka, da Giovinco ad Aquilani. Da Ayew a Suso. Ecco la mappa

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
09.10.2014 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 36369 volte
© foto di Federico De Luca

Generalmente ci si pensa con largo anticipo. Per sbaragliare la concorrenza. Per far vedere che da tempo penso a te. Per approfittare di una situazione contrattuale molto conveniente: un prezzo basso a fronte di un valore più alto, altrimenti lo perdi a zero...
Ecco perché ci si muove adesso. Quando il mercato semrba vivere una fase di stanca... Chiacchierate, telefonate, incontri, proposte.
Per Rabiot per esempio tutto questo baillame non si è mai fermato. Probabilmente è il miglior paramentro zero in circolazione ora. Giovane e forte ha letteralmente la fila la sua mamma procuratrice fuori dalla porta. La Juventus, in un primo momento era decisamente in vantaggio. Aveva in mano l'ok del giocatore. Era tutto fatto, ma soltanto a zero. In tanti si sono inseriti, praticamente tutti. Soltanto per rimanere in Italia Milan, Inter e Roma. Che fino all'ultimo giorno di mercato è entrata in competizione con l'Arsenal per portarlo via subito dal Psg. Voi direte: quindi Roma avvantaggiata per giugno? Neanche per idea, troppe variabili. La Roma non ha chiuso perché alla fine le società non hanno trovato l'accordo (addirittura per un valore stimato di 15 milioni). Ora vale davvero tutto, da gennaio in poi...
L'altro giocatore su cui le italiane hanno cominciato a mettere seriamente gli occhi è Konoplyanka, classe 89, non giovane come Rabiot ma sempre di prospettiva. La Roma lo aveva trattato (e lo stesso era successo anche a Yarmolenko, anche lui della Dinamo Kiev, ma che ha rinnovato pochi giorni fa) durante questa estate: la Dinamo aveva tenuto alta la valutazione, quindi non se ne fece nulla. A parametro zero interessa però non solo ai giallorossi ma anche all'Inter, che ha già mosso i suoi primi passi "ufficiali".
Dicevamo di Rabiot come miglior parametro zero: forse per classe ed età sì, ma non bisogna mai dimenticarsi di Khedhira. Ecco: in questo caso le italiane potrebbero essere fuori gioco, visto che i giocatore del Real ora vorrebbe passare all'incasso. Bisognerà capire che tipo di concorrenza ci sarà su un giocatore del genere: in questo caso si potrà giocare soltanto di sponda. Gli altri "big" a scadenza: c'è Gignac al Marsiglia che in questo campionato sta facendo letteralmente i numeri, c'è Luiz Adriano dello Shakhtar di cui avevamo parlato anche in ottica Roma nel caso in cui fosse partito Destro. C'è Giovinco, tanto per rimanere in Italia, che alla Juventus non ha mai trovato molto spazio ma ha semore goduto della grandissima stima dei suoi allenatori (vista anche la sua qualità). C'è Aquiiani che nonostante stia giocando da protagonista con la Fiorentina non ha ancora trovato l'accordo con i viola per le prossime stagioni (e questo potrebbe anche diventare un caso...). E per rimanerre in Italia ci sono ancora Lichsteiner e De Jong, Abate e Ledemsa, Britos e Barzagli.
Ci sarebbero anche Ranocchia e Chiellini, ma per entrambi il rinnovo è una vera e propria formalità. Annunciato da tutte le parti in pubblico e privato: addirittura Chiellini ha detto che non cambierà più maglia e a Ranocchia hanno aggiunto anche la fascia di capitano.
Poi ci sono le altre opportunità all'estero. C'è Ayew (anche lui al Marsiglia) seguito con grandissima attenzione quest'estate sia dal Napoli che dall'Inter che si libera a zero per il prossimo giugno: ecco questo potrebbe essere un mome da tenere vivo anche a gennaio. C'è Pato (che però si svincola a dicembre) che forse è il giocatore "da rilanciare" più famoso: la sua storia in Italia la conosciamo benissimo. Al San Paolo ha fatto molti gol (e anche qualche polemica) ma le sue voci su un possibile rientro in Italia non si sono mai fermate. C'è un tris di attaccanti a cui converebbe dare un occhiata: Huntelaar, Adebayor e Van der Vaart. Insomma: basta saper cercare, saper guardare, cominciare ad interessarsi. Potrebbe tornare utile in casa rossonera e nerazzurra un altro giocatore seguito in passato Stephan Mbia (ancora 28enne centrocampista del Siviglia) oppure Rio Mavuba, stesso ruolo, leggermente meno imponente, due anni più grande che gioca nel Lille. Altri due parametri zero. Esattamente come Rasmus Elm, altro nome che spesso è rimbalzato in Italia (anche dalle parti di Firenze) che ha 25 e sa giocare (ora nel Cska) sia come difensore centrale che come centrocampista centrale.
Oppure i giovani come Suso, che gli esperti già conoscono benissimo. E anche il Milan. L'accordo con il giocatore già c'è, da tempo. Quindi un altro colpo a zero il Milan lo ha piazzato: chissà che invece non si possa anticipare...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Balotelli: il Milan c'entra Buffon: come Rivera l'ultimo anno Thohir: Inter usata in chiave anti Milan? 20.01 - Cosa c'entra il Milan con Mario Balotelli? Niente. Anzi, parliamone. La prima sensazione infatti è che l'apertura di credito a quanto sta facendo Balo in Ligue 1 significa che i cannoni mediatici restano belli accesi e belli carichi proprio sul Milan in relazione a eventuali sviluppi...

EditorialeDI: Luca Serafini

Napoli, Inter, Roma: mercato pro-Juve, ma fanno notizia le ombre del Milan 19.01 - Non cadete nelle trappole propagandistiche. La politica italiana ha così pochi argomenti propositivi che l’unico esercizio remunerativo appare la distruzione verbale dell’avversario. Insulti, minacce, dubbi e sospetti, così l’operazione Berlusconi-Milan cinese è diventato (dopo il...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter avanti per Rafinha, ma spuntano le alternative, le mosse (segrete) del Napoli e quelle (clamorose) delle spagnole: da CR7 a Griezmann... 18.01 - Il primo incontro con il Barcellona ora deve maturare. L'Inter, con il suo direttore sportivo, ha allacciato ufficialmente i rapporti (fra società importanti come Inter e Barca è molto meglio, anche diplomaticamente, parlarne di persona) e ha "lanciato" l'ultima offerta. 35 milioni...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Giù le mani da Nainggolan… Verdi, la risposta è ok! Inter, nomi all’altezza? Quanto vale oggi CR7? 17.01 - A Milano fa freddo… Di colpo, pare che l’inverno si sia ricordato di esistere. Anche il calciomercato pare “bloccato” in una morsa gelida. Non si muove quasi nulla. A chiacchiere stiamo a 1000, come sempre. C’è un nome che continua ad essere scritto a lettere cubitali: RADJA NAINGGOLAN....

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: oltre a Emre Can, un altro colpo per giugno. Inter: la cena con Pastore e la strategia per Rafinha. Milan: un anno di polemiche, la compravendita e altri “misteri”. Napoli: occhio alla risposta di Verdi. E in Figc… 16.01 - Ciao. Siamo in regime di sosta invernale. La sosta a suo tempo ci stava antipatica perché era "sosta della nazionale" ma siamo stati bravi e abbiamo deciso di eliminarla del tutto, infatti per non rischiare non scegliamo neppure un ct ("vuole un ct?". "Sia mai! Poi quello magari pretende...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Cessione Milan, una giustizia col Rolex. Napoli, blinda Sarri: ora o mai più! Sabatini, sei più bravo senza portafogli. Figc, che pasticcio! Serve l'intesa 15.01 - La giustizia con il Rolex ci ha sempre fatto paura. Ciò non significa che le indagini non vadano condotte, ma tempistiche e modalità sono al quanto dubbie. Premesso che non siamo fan di Berlusconi (chi legge questo editoriale con un po' di costanza lo sa bene), non capiamo come mai,...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il primo bilancio del mercato e quello che può accadere da qui a fine mese: le regine sono al contrario. Juve già in ottica futura. Spalletti ritrova il sorriso coi due rinforzi, il Milan resta in bilico. E occhio al valzer dei tecnici in estate 14.01 - A metà del guado. Mancao solo due settimane nel calciomercato italiano e finora cosa è concretamente successo? Le regine sono al contrario, ovvero le formazioni che lottano per non retrocedere. Sugli scudi un Benevento in crisi nera di risultati ma con un presidente, Vigorito, che...

EditorialeDI: Mauro Suma

3 stadi, 3 derby e 3 film diversi. Milan, il vulnus Montella. Nazionale, Conte entra in scena. Ramires, Capello lo vuole in Cina 13.01 - Settimana di pausa campionato ed ecco che i protagonisti non diventano i giocatori o i tifosi, ma la loro cornice, il loro punto di ritrovo naturale: lo stadio, gli stadi. Milano, Genova, Roma: è stata una settimana cruciale su tutti e tre i fronti. Il fil rouge è stato soprattutto...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Inter, ecco Lisandro Lopez. Rafinha vicino, ma Spalletti frena. Deulofeu preferisce Milano, ma il Napoli tratta. Sarri aspetta lunedì l'ok di Verdi. Juve-Barella, vertice 12.01 - Ora è ufficiale, sarà contenta anche la mamma di Spalletti. Che succede? Forse l’Inter compra un centrale e la pista porta dritta a una vecchia conoscenza chiamata Lisandro Lopez del Benfica. Non è un fenomeno, buon giocatore, ma vecchia conoscenza perché il mancato arrivo dell’argentino...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Napoli e Deulofeu: contatto. L’Inter e le opportunità, incontro Juve-Samp, Cagliari Castan e non solo... 11.01 - L’agente di Deulofeu Gines Carvajal è stato a Milano. E ha incontrato il Napoli. Le distanze di ingaggio praticamente non ci sono, potremmo dire che è una sorta di accordo visto che le distanze si possono colmare in tempi anche brevi. Ora toccherà poi al Napoli andare a trattare con...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.