VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Dove giocherà Schick la prossima stagione?
  Resterà alla Sampdoria per il primo vero anno da titolare
  E' pronto per il grande salto: andrà alla Juventus
  All'Inter come prima grande alternativa a Icardi
  Andrà al Milan per il dopo Bacca
  In Premier League

TMW Mob
Editoriale

Pogba, 120 milioni dal City e Tourè più Inter. Juve, Khedira firma ok. Caccia a Falcao. Allan o Nainggolan. Tevez e Pirlo legati alla Champions. Ancelotti, tutti i retroscena. Spalletti più viola

Giornalista professionista e scrittore, editorialista del Quotidiano Sportivo che ha rifondato e diretto per cinque anni. Opinionista radio e tv. Twitter @EnzoBucchioni
29.05.2015 07.00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 112950 volte
© foto di Federico De Luca

La Juve sempre più regina del mercato. L'anticipazione di una settimana fa nonostante la smentita di Marotta è diventata realtà.

Sami Khedira, 28 anni, è un giocatore bianconero. Ha firmato un contratto per quattro anni a quattro milioni netti. Un gran colpo per la Juve, un campione del mondo che vuole rifarsi dopo una stagione tribolata, uno che può giocare interno o davanti alla difesa, fino a due anni fa tra i più forti in circolazione.

E' l'ennesimo parametro zero, dopo Pirlo e Pogba sempre grandi affari. Ora Marotta lavora su Dani Alves del Barcellona anche se la concorrenza del Psg è forte. Se ne parlerà dopo la finale di Champions.

Con il Barcellona, infatti, c'è in piedi anche il discorso Pogba.

Gli spagnoli offrono 80 milioni lasciando ancora un anno il giocatore a Torino. Questa è solo una delle ipotesi, da ieri rimbalza sui giornali inglesi un'idea del Manchester City che ha parecchio fondamento. Come abbiamo sempre detto, per Pogba Raiola sta lavorando su più tavoli, poi saranno tirate le somme, comunque entro la prima quindicina di giugno, per dar poi modo alla Juve di reinvestire eventualmente i soldi della cessione.

Il City avrebbe fatto una offerta monstre, 120 milioni alla Juve e dieci netti (quello che voleva) al giocatore. Questa ipotesi consentirebbe così anche la cessione di Yaya Tourè che da tempo si è offerto all'Inter, anzi è in parola con Mancini, ma che era stato bloccato dai City. Dai nerazzurri arriverebbero venti milioni destinati ad abbattere il costo di Pogba.

Sempre in piedi anche l'offerta del Psg che però non è più così pressante. La Juve, come sappiamo, ha chiesto in cambio Cavani valutandolo 40 milioni. I francesi prendendo Pogba a 100 non sono però tanti convinti di poter ricomprare con i soldi della Juve, un altro attaccante del valore dell'ex napoletano.

Il Real era alla finestra, c'era stato solo un colloquio fra Zidane e Pogba a Torino, ma ieri Florentino Perez ha smentito qualsiasi trattativa. E' logico che sia così, Benitez non è ancora arrivato, la lista della spesa dovrà essere concordata con lui e forse nel suo 4-2-3-1, servono due centrocampisti più tattici e più esperti di Pogba. Vedremo.

Comunque la Juve vuole fare una grande squadra, più giovane e più forte di quella attuale, con i soldi che arrivano dalla Champions e probabilmente quelli di una cessione eccellente.

Ricordiamo che sono già arrivati Dybala (ieri le visite), Khedira, Neto (altro parametro zero), Rugani dall'Empoli, mentre Zaza e Berardi saranno aggregati al ritiro estivo e poi d'accordo con Allegri sarà fatta la valutazione finale col Sassuolo. Probabile che alla fine i bianconeri decidano di riscattarli entrambi.

Congelato Cavani, l'attenzione dei bianconeri ora è tutta su Radamel Falcao che ha rotto con il Manchester che non l'ha riscattato e adesso torna al Monaco. L'anno scorso il giocatore era valutato 60 milioni, la Juve non vorrebbe spenderne più di 35. Ma si guarda con attenzione anche a Van Persie, 32 anni, in scadenza con il Manchester. Ha fatto una brutta annata forse per le fatiche mondiali, ma potrebbe essere un affare.

Tutto il mercato juventino delle prossime settimane è legato anche al futuro di Pirlo, ma soprattutto di Tevez. Marotta ha fatto capire che l'argentino potrebbe andare via subito e vi abbiamo già detto il perché un mese fa. Se la Juve dovesse vincere la Champions a Tevez sarebbe concesso di rescindere prima il contratto, non avrebbe più stimoli in bianconero dopo aver vinto tutto.

In caso di vittoria anche Pirlo se ne andrà, ma probabilmente lo farà comunque. Ecco spiegato l'acquisto di Khedira e il pressing su altri due centrocampisti importanti. Il primo è Allan dell'Udinese che come vi abbiamo già detto, vuole solo la Juve. Non a caso i friulani hanno detto no all'offerta dell'Inter e mesi fa avevano rifiutato la Fiorentina. Ma la Juve sta corteggiando anche Nainggolan viste le difficoltà tra Roma e Cagliari di chiudere la comproprietà.

Ma questa è stata anche la settimana di Ancelotti. Dobbiamo dire che Galliani è stato bravo. E' partito con zero possibilità e si porta a casa almeno qualche promessa di Ancelotti. Le possibilità non sono 50 su cento come ha detto Galliani, ma l'entourage di Carletto fa sapere che la percentuale giusta è il 25 per cento.

Comunque Ancelotti ci pensa, dopo l'operazione prevista per lunedì a Vancouver (niente di grave per fortuna) saprà quanta riabilitazione dovrà fare e mercoledi' darà una risposta definitiva. Abbiamo già scritto che il corteggiamento è partito da lontano, prima Galliani chiedeva consigli a Carletto, poi ha cominciato la stretta e il piano di rilancio del Milan unito alle ragioni di cuore potrebbero aver aperto una breccia nell'anno sabbatico programmatico dal tecnico di Reggiolo.

In bilico per altre ragioni anche la posizione di Montella. Domani ci sarà l'incontro con Andrea Della Valle, c'è molta freddezza dopo le dichiarazioni pubbliche del tecnico. Se la Fiorentina capirà che Montella non ha più le motivazioni giuste sarà divorzio e con lui potrebbe partire anche Pradè, da sempre grande sponsor del tecnico. Questione delicata. Intanto è in atto una grande manovra di molti amici toscani per convincere Luciano Spalletti ad abbassare le pretese-russe e accettare la Fiorentina, il suo sogno di sempre. Partita tutta aperta.

Apertissima anche la vicenda Thohir. Il Corriere della Sera ha squarciato la situazione economica del presidente dell'Inter, una situazione che deve far riflettere. L'indonesiano ha messo in piedi delle scatole cinesi...nel 2016 la situazione potrebbe diventare insostenibile.

Ecco allora spiegata anche l'indiscrezione che circola (seppure smentita) a Milano. Sarebbe in atto un tentativo di dar vita a una cordata di industriali interisti (anche Moratti e Tronchetti) capaci di mettere insieme capitali e poi far valore il famoso diritto di ricompra.

Guarda caso proprio Tronchetti sta pensando di chiudere con la sponsorizzazione Pirelli. Tutto succede per caso o c'è un collegamento? Quelli bravi direbbero...ai poster l'ardua sentenza...

Twitter @EnzoBucchioni

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Mercato: gran fermento Milan. Ritiro misura mediatica: Pioli scivola. Juventus: il Monaco non è il Barcellona 29.04 - Il Milan ha perso contro l'Empoli, molle e male, e lo sa. Ma sgombriamo il campo dalla mozzarella sfatta del sesto posto che nessuno vuole. Il Milan che scende in campo a San Siro otto giorni dopo il derby, ha al primo minuto pronti-via la possibilità tutta piena e tutta aperta di...
Telegram

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Di Maria, De Sciglio, Verratti, Tolisso, Caldara, Spinazzola: tutti i nomi della nuova Juve. Milan su Dzeko. Inter, Simeone si complica 28.04 - Allegri resterà alla Juventus anche se dovesse essere triplete (tifosi della Signoira toccate ferro), non è Mourinho. La sua è un’altra storia. Vi abbiamo già anticipato la settimana scorsa che è stata raggiunta un’intesa di massima per prolungare il contratto fino al 2020 con un...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Ricostruzione Inter,  i rinnovi di Napoli e Milan. La Roma di Monchi 27.04 - Nessuno si sarebbe mai aspettato una situazione in casa Inter così complicata un mese fa. La dirigenza nerazzurra dà piena fiducia a Pioli, considerato in questo momento senza alcuna ipocrisia il migliore. Non il migliore in assoluto. Il migliore in questa situazione. Dichiarare fallito...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Juve, un giallorosso nel mirino… Schick? Non solo offerte italiane! Milan e Inter, non solo acquisti 26.04 - La Juventus è una meraviglia. Lo Scudetto, il sesto di fila, è pratica in via di chiusura. C’è poi una finale di Coppa Italia da giocarsi e una Champions League che fa ben sperare. Una squadra magnifica. Migliorabile? Risposta affermativa ma con interventi accorti… La rosa è super,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il segreto di una macchina perfetta (e una guida sul Monaco). Inter: terremoto in panchina, occhio ai nomi (e alle priorità). Milan: il pessimismo sui cinesi, la mossa sul mercato e 2 appunti a Montella. Napoli: non scherziamo su Sarri 25.04 - Come ogni anno dal lontano 2006 è iniziato il drammatico torneo di calcetto dedicato ai giornalisti: si chiama “Press League”, lo organizza un tizio di nome Luca Mastrorocco che poi è il papà di “Zona Gol” (questa citazione dovrebbe valere almeno due arbitraggi “comodi”: Luca, ci...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter, prima il mercato dei dirigenti poi quello dei calciatori. Milan, tutto come previsto: c’è poco o nulla da salvare. Calori e Liverani, la bacchetta magica nascosta. Foggia-Pisa: mondo capovolto 11 mesi dopo 24.04 - Se volessero farlo apposta non ci riuscirebbero. I calciatori dell’Inter hanno gettato la croce su Pioli togliendo dall’imbarazzo i dirigenti dalla difficile decisione se confermare o meno l’allenatore per la prossima stagione. Con un finale così osceno hanno “esonerato” Pioli ma...

EditorialeDI: Andrea Losapio

La fortuna di Suning passa dai risultati deludenti, la Juve non ne ha bisogno. De Laurentiis pensa a un'innovazione ogni tre minuti, Pallotta e Monchi al prossimo tecnico 23.04 - L'Atalanta è a un passo dall'Europa, l'Inter un bel po' meno. Da una parte ci sono nerazzurri che vincono e convincono - a parte ieri, partita brutta nonostante i cinque gol - dall'altra una squadra che vorrebbe diventare grande senza passare dalla necessaria anticamera. L'Inter attuale...

EditorialeDI: Mauro Suma

In Cina adesso sanno chi è Li Yonghong. Gabigol costa come Dybala. E la Juve pescò il castigamatti 22.04 - Le cinque squadre più conosciute in Cina, le cinque squadre percepite dalle masse cinesi sono Real Madrid, Barcellona, Manchester United, Bayern Monaco e Milan. E' questa la forza che sarà respiro alla nuova proprietà del Milan. E, conoscendo i nostri chicken, respiro non significa...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ora pesca il Monaco. Cento milioni dalla Champions. Allegri rinnova fino al 2020. Isco primo obiettivo. Milan, Morata dice no. Inter, 60 milioni per Berna 21.04 - La vera impresa della Juventus d’Europa credo sia quella di non aver preso neppure un gol dal Barcellona in due partite. Questo dato freddamente numerico racconta di una squadra straordinaria che nella fase difensiva rasenta la perfezione pur giocando con quattro attaccanti di ruolo....

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve fra le top 4, ecco come vuole rimanerci. I progetti di Milan e Inter per tornare fra le grandi. Napoli Insigne: accordo raggiunto 20.04 - I complimenti sono d’obbligo, scontati e sentiti. La Juventus per la seconda volta in tre anni è in semifinale in Champions. E’ il trionfo di una società granitica che difficilmente sbaglia mosse sul mercato e sul campo. E’ il trionfo di Allegri che in 180’ contro il miglior attacco...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.