HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi è la favorita per la Champions 2018/2019?
  Barcellona
  Juventus
  Manchester United
  Liverpool
  Manchester City
  Ajax
  Porto
  Tottenham

La Giovane Italia
Editoriale

Sarri, quattro milioni dal Napoli per restare. Via la clausola, contratto lungo alla Ferguson. In arrivo Keita, Torreira, Grimaldo e Leno. Milan, Elliott ottimista. I compratori ci sono

16.03.2018 07:37 di Enzo Bucchioni   articolo letto 38297 volte
© foto di Federico De Luca

Lo scudetto è ancora possibile, a dieci gare dalla fine del campionato quattro punti di svantaggio sono recuperabili anche a questa mostruosa Juve, c’è lo scontro diretto e il Napoli ci crede. Nel frattempo, però, De Laurentiis sta gettando le basi per il futuro che in sintesi sono queste: chiavi della società a Sarri con completa responsabilità tecnica, ringiovanimento e rafforzamento della rosa, attenzione al settore giovanile.
Tutto parte, naturalmente, dal contratto dell’allenatore. 
La proposta irrinunciabile è stata fatta in questi giorni e Sarri ci sta pensando. L’allenatore del Napoli attualmente guadagna molto meno dei suoi colleghi delle squadre top, circa 1,4 milioni netti, e sul contratto ha una clausola rescissoria da otto milioni. Il presidente ha proposto di stracciare i vecchi accordi e di firmare un nuovo tipo di intesa. 
La proposta, articolata, vorrebbe far diventare Sarri il responsabile tecnico del Napoli per i prossimi dieci anni con un contratto sul tipo di quello che Ferguson aveva con il Manchester, rinnovabile anno dopo anno.
De Laurentiis è contento di Sarri per molte ragioni, per il gioco che il Napoli esprime che diverte la tifoseria, ma è anche applaudito in tutta Europa, per la qualità che esprime, ma anche per la capacità comunque di essere competitivo ad alto livello. Inoltre il merito di Sarri è anche quello di valorizzare i giocatori che hanno fatto lievitare tantissimo il livello economico della rosa.
Per tutte queste ed altre ragioni, De Laurentiis ha offerto addirittura un contratto decennale, a quattro milioni di euro netti l’anno. Quaranta milioni netti, un investimento lungo e oneroso.
Sarri si è sentito inorgoglito da tanta fiducia e ha trovato basi importanti per portare avanti il suo lavoro e le sue idee. Il suo ruolo diventerebbe più ampio, anche le squadre del settore giovanile dovranno rispondere a lui, soprattutto la Primavera che infatti è stata affidata a Loris Beoni, aretino, amico di Sarri e allenatore con le stesse idee calcistiche. Naturalmente nel nuovo accordo non ci saranno clausole rescissorie di alcun tipo. 
In sostanza Sarri sta pensando seriamente a questa opportunità di diventare napoletano a vita. Manca ancora nero su bianco, se la firma ci sarà sarà solo a fine stagione, andranno studiati altri dettagli, ma le possibilità sono molte. Come sappiamo è già stato fissato il ritiro ancora a Dimaro e questo per volontà di Sarri, per dare continuità. Un altro tassello per pensare che si andrà avanti assieme.
Paradossalmente potrebbe spostare qualcosa la vittoria dello scudetto. A quel punto Sarri potrebbe anche considerare il lavoro a Napoli già completato, ma non è detto, è soltanto una ipotesi remota.
Oltre al rapporto con l’allenatore, sono state gettate le basi anche per il Napoli del futuro. Sarri ha chiesto giocatori tecnici, ovvio, per innalzare ancora di più il livello qualitativo della squadra. 
Una operazione già impostata con Mendes è il passaggio di Ghoulam al Manchester United con l’arrivo a Napoli dell’ex Lazio Keita Balde. Praticamente fatto anche l’acquisto di Grimaldo del Benfica destinato a prendere il posto di Ghoulam. Dell’addio di Reina per il Milan i lettori di questo giornale online ricorderanno che abbiamo parlato qualche mese fa. Tutto fatto, ma per il Napoli Reina non è mai stato un problema. Il divorzio consensuale è stato consumato l’estate scorsa. Il portiere destinato a prenderne il posto è Leno e non Perin. Anche qui la scelta è di Sarri che vuole un portiere bravissimo anche con i piedi, capace di far partire l’azione. Leno lo sa fare alla grande, Perin molto meno. Fra i nomi in entrata anche quello di Torreira che piace molto, c’è da chiudere con la Sampdoria. Il centrocampista prenderebbe il posto di Diawara anche lui destinato alla Premier League. Altre operazioni da fare, trovare un sostituto per Maggio e valutare la posizione di Albiol.
Ma il nome sul quale Sarri ha puntato tutti gli obiettivi è Felipe Anderson. La Lazio è disponibile alla trattativa, il lavoro è iniziato. Sappiamo benissimo che non è mai facile trattare con Lotito, ma il Napoli farà di tutto per trovare un’intesa e una soluzione.
C’è poi De Laurentiis che proverà un’altra volta a convincere il suo amico Diego Della Valle a vendergli Chiesa. Nella sua formazione del Napoli del futuro de Laurentiis vede Chiesa come nuovo Callejon che ha già superato i trent’anni. Anche questa è un’operazione complicata, la Fiorentina vorrebbe trattenere il ragazzo almeno per un’altra stagione, ha rinnovato da poco.
Comunque le linee sono state tracciate con largo anticipo per la serenità di tutti e per evitare assalti di fine stagione alla clausola rescissoria di Sarri.
Sta già pensando al futuro anche il Milan che, come già ampiamente scritto da mesi, farà partite Donnarumma verso il Psg. Ma se non cambieranno procuratore saranno venduti anche Bonaventura e Abate. Mirabelli non vuole più avere a che fare con Raiola.
Nel frattempo, però, sono più importanti le scadenze economiche. Mister Li ha intanto versato io tre milioni che mancavano per completare l’aumento di capitale. Ora tutta l’attenzione è concentrata verso il debito con il fondo Elliott. Sappiamo che entro ottobre vanno restituiti quasi 400 milioni e che Merrill Lynch sta cercando di rifinanziare il debito. Come abbiamo sempre sostenuto, negli ambienti finanziari non c’è preoccupazione e non devono preoccuparsi neppure i tifosi del Milan. Se le operazioni che Li Yonghong ha in essere non dovessero andare in porto, comunque dietro le quinte ci sono già potenziali compratori che spaziano da sceicchi a magnati russi. Il Milan è un brand che fa gola, caso mai i problemi sarebbero per Mister Li che se non dovesse riuscire a rimborsare Elliott perderebbe il Milan e quello che ha già investito. Per quanto riguarda il fair play finanziario, ‪il 20 aprile‬ all’Uefa ci sarà l’audizione per il Settlement Agreement e il fondo Elliott potrebbe affiancare Fassone per garantire la solidità del Milan.   


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

2024, l'anno della svolta: le coppe si sostituiranno ai campionati e viceversa. Agnelli e l'ECA a capo di un progetto che rivoluzionerà il calcio per sempre 24.03 - European Club Association. E' il nome dell'associazione che sta lavorando per cambiare per sempre il mondo per calcio. Forse non tutti ci hanno fatto caso, ma questa settimana tanti top club europei (alcuni anche italiani come Napoli e Milan) hanno fatto sapere tramite i loro profili...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Inter, Politano sarà riscattato, c’è anche l’idea Bergwjin. Roma, per la panchina il favorito è Sarri. Senza Champions Under e Manolas potrebbero partire. Napoli, riflettori accesi su Lazzari, ma piace anche Lazaro dell’Hertha Berlino 23.03 - La sosta ci riporta inevitabilmente a parlare di mercato. Le grandi manovre stanno cominciando. L’Inter ha in mente di fare molte operazioni. È chiaro che tanto dipenderà anche dalle uscite. In attacco Politano verrà sicuramente riscattato dal Sassuolo. Perisic potrebbe invece partire....

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

La Juve prova il grande colpo: Salah in cambio di Dybala. Paratici ha in mano Chiesa e Zaniolo. Una cena col romanista. Marotta punta Andrè Gomes. Icardi accordo per l’addio. Veretout al Napoli 22.03 - In Inghilterra svelano una nuova, clamorosa pista del mercato della Juventus: i bianconeri hanno offerto Dybala al Liverpool per avere Salah. L’indiscrezione è forte, ma anche consistente e ci conferma che l’estate prossima la Juventus farà grandi cose, soprattutto ha in cantiere...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Icardi-Inter: telenovela finita? E un altro cambio in panchina: le difficoltà di un progetto 21.03 - Potremmo essere arrivati alla fine. Sicuramente alla fine delle cure. Icardi scende dal lettino delle cure fisioterapiche al ginocchio (day35) e dovrebbe essere guarito. Si allenerà con il gruppo, salvo sorprese. Si allenerà in realtà con quello che rimane del gruppo visto che molti...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Dybala ha detto no all’Inter! Ecco i dettagli. La Juventus può perderlo, ma ecco le squadre in Premier per Paulo. Real Madrid insiste per Icardi, e venerdì è lcardi-day: quello che succederà, da cui dipende il futuro 20.03 - Essere interista non è mai normale, come recita lo stesso inno nerazzurro. E così può capitare che al giovedì ti umilino in casa in Europa League, e poi alla domenica tu giochi uno dei derby più gagliardi degli ultimi anni e in una delle condizioni più difficili. Allo stesso modo,...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve vs. Uefa: la decisone su Ronaldo (e quella già presa a prescindere). Inter: i 5 segreti di una battaglia vinta col cuore (e l'incontro pre-derby di Icardi). Milan: su Gattuso il solito banco degli imputati (con un’incredibile compagnia) 19.03 - Complimenti per la trasmissione. La differenza tra la pausa per la nazionale e la pausa per la nazionale dopo una vittoria è che ti rompi le balle lo stesso, ma con una bella faccia di tolla stampata sul volto. Il qui scrivente c’ha la faccia di tolla, perché temeva di essere suonato...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Le scuse ad Allegri e le scuse di Spalletti: trova la differenza. Napoli, la strada per essere grande si fa in salita. Bologna, Sinisa ha smontato la testa. Gravina-Brunelli-De Siervo, asse contro Di Maio che vuole far perdere al calcio 2 miliardi 18.03 - La Toscana non è uguale in tutte le sue città. Firenze non è Livorno, Siena non è Pisa e Forte dei Marmi non è Grosseto. Ognuna di queste ha le sue bellezze. Anche i toscani sono diversi tra di loro. Ci sono quelli simpatici che fanno ridere e quelli che vogliono fare i simpatici...

Editoriale DI: Marco Conterio

Il Mondo capovolto: la Juve clamorosamente tra le grandi favorite Champions. Ajax, talenti e delusioni cocenti. Messi o Cristiano Ronaldo? Lo scontro possibile e il derby di oggi. Tutto di un altro pianeta 17.03 - Adesso che il cerchio si stringe, su Tuttomercatoweb.com abbiamo aperto il sondaggio che di per se ha poco d'originale, tanto di banale ma che ha il gran dubbio della risposta finale. "Chi è la favorita per la Champions 2018/2019?". Otto opzioni, di fatto i lettori ne stanno votando,...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Napoli: Insigne, Koulibaly e Allan restano. Per il centrocampo c’è Fornals, in attacco Lozano prima scelta. Per il futuro di Allegri bisogna aspettare ancora, Conte e Deschamps nomi da monitorare. Il Real ripensa a Milinkovic Savic 16.03 - I motori si stanno scaldando. La Primavera in arrivo sta accendendo il mercato. Il Napoli è sempre molto attivo. Ancelotti e la società sono convinti di poter crescere ancora e per questo l’obiettivo è tenere tutti i big. Non c’è alcuna volontà di prendere in considerazione offerte...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Inter fuori dall’Europa paga caro il caso-Icardi. Un capitano vero avrebbe giocato. Zhang furioso lo vuole sul mercato. Derby ad alto rischio. Spalletti via, Conte ha chiesto tempo. Il caso Mourinho. 15.03 - L’Europa League era uno degli obiettivi stagionali, ora per non fallire completamente la stagione, all’Inter non resta che la caccia alla Champions, con il Derby alle porte, in un momento complicatissimo. Questa situazione drammatica è il frutto amaro del caso Icardi che da oltre...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510