VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Musacchio, Kessiè, Ricardo Rodriguez e André Silva. Quale nuovo acquisto del Milan vi piace di più?
  Mateo Musacchio
  Franck Yannick Kessié
  Ricardo Rodriguez
  André Silva

TMW Mob
Editoriale

Seedorf-Tassotti, prime incomprensioni. Galliani, 3 mesi al gong. La Juve non ha rivali, il capolavoro di Marotta. Branca, con i soldi che hai speso all'Inter Monti avrebbe salvato l'Italia

Nato ad Avellino il 30 Settembre 1983. Vive e lavora a Milano dal 2005. Ha diretto la Redazione di Sportitalia fino allo scorso novembre. Ha curato e condotto i Gran Galà del Calcio Aic 2011 e 2012. Mail: mcriscitiello@micri.it Twitter: MCriscitiell
24.02.2014 00:00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 41674 volte
Seedorf-Tassotti, prime incomprensioni. Galliani, 3 mesi al gong. La Juve non ha rivali, il capolavoro di Marotta. Branca, con i soldi che hai speso all'Inter Monti avrebbe salvato l'Italia

Prove di resurrezione al Milan. Le vittorie in extremis con Verona e Bologna, il buon primo tempo con l'Atletico Madrid e il facile successo di ieri a Genova fanno ben sperare il Milan che resta in corsa per l'Europa League. Si vede la cura Seedorf? Macchè. La squadra non ha cambiato passo a tal punto da pensare ad un cambio repentino della stagione ma ha conquistato delle vittorie che almeno consentono ai rossoneri di restare sulla scia europea. Lo avrebbe fatto anche Allegri, tra alti e bassi. A Milanello, però, c'è un problema. O, almeno, rischia di diventarlo. Seedorf e Tassotti non si amano. L'olandese sta, poco alla volta, togliendo potere all'ex terzino che con Ancelotti ed Allegri si è sempre occupato dall'aspetto tattico. Allegri, a Cagliari, aveva come vice l'ex portiere Marco Landucci; al Milan, Landucci c'era ma si limitava alla preparazione dei portieri. Tassotti ha sempre avuto il suo spazio ma con Seedorf sta venendo meno. Il Mister senza patentino ha voluto un preparatore tattico ad hoc per il suo progetto: Maurizio Seno, 50enne, arriva da Coverciano. Tassotti a fine stagione potrebbe dire addio, dopo tantissimi anni, al Milan. A queste condizioni non ci sta. Per anni ha rifiutato di fare il primo in altre piazze per restare a Milano, non solo per questioni lavorative ma anche per scelte familiari. Si è precluso una carriera che, sicuramente, gli avrebbe regalato gioie maggiori ma da quando Seedorf è sbarcato a Milanello con la cartellina del sapere qualcosa è cambiato. Nel frattempo, anche ai vertici, continuano i giochi di potere. Il gong per Adriano Galliani si avvicina. Come detto prima di Natale, in Primavera, dovrà decidere se restare alla guida del club, per l'aspetto tecnico, o abbandonare il Milan e provare nuove avventure. Lui ha il dna rossonero ma la presenza di Barbara Berlusconi si fa sempre più ingombrante e Galliani si è fatto un paio di calcoli: senza investire sarà sempre più complicato andare avanti e il cambio generazionale lo penalizza nel riassetto societario. Qualcuno ha anche voltato già le spalle a Galliani che, però, prepara un blitz in Lega Calcio. La sua esperienza potrebbe essere importate per il rilancio di un sistema che ormai non si tiene più in piedi da solo e viene sorretto unicamente da Infront Italy che, ogni anno, consente che lo spettacolo continui. Barbara Berlusconi procede con il suo disegno per il futuro. Paolo Maldini resta in stand by, per la carica di Direttore Generale resistono i nomi di Uva ed Albertini anche se l'ex centrocampista rossonero sembrerebbe sempre più allettato da una carriera nella politica del pallone, dove oggi è chiuso da Abete ma domani potrebbe prendere in mano le redini della Federazione. Albertini, con tutto il rispetto per Uva, sarebbe perfetto per il Milan. Sogliano, per la poltrona di Direttore Sportivo, resta in assoluta pole position.
La Juve, parlando di campionato, si aggiudica un altro derby anche se al Toro va concesso l'onore delle armi. Una buona partita disputata contro la Regina d'Italia e un rigore che poteva-doveva essere fischiato. La Juventus si avvia verso la conquista dello scudetto, punta all'Europa League e studia un grandissimo ritorno in Champions League. Conte ha confezionato un giocattolo perfetto, Marotta lo ha costruito seguendo le istruzioni del bilancio. Il Direttore Generale della Juventus, finora, non si è preso i giusti meriti. Una parte della stampa non lo ama e, volutamente, non evidenzia il lavoro svolto finora ma se questa Juventus viaggia a mille è grazie alle intuizioni in sede di calciomercato. Dai campioni, Tevez su tutti, ai parametri zero Pirlo-Pogba e Llorente. Le ultime sessioni di mercato di Marotta sono da portare da esempio a Coverciano. Lezioni private a chi da grande vuole fare il mestiere di Direttore Sportivo. Non guardate gli improvvisati, quasi tutti, che oggi propone il campionato italiano ma prendete appunti dalle mosse di Marotta. A proposito di esempi da seguire, non seguite mai quello di Marco Branca. Se volete diventare ricchi lavorando in una società di calcio, allora, seguite il piano di lavoro di Branca ma se volete fare gli interessi del vostro Presidente non guardate al modello Inter. Moratti è stato costretto a cedere per le follie di mercato. Soldi spesi male, calciatori che non rendono per l'ingaggio che hanno e fiumi di soldi finiti nelle tasche dei procuratori. Minusvalenze assicurate e poco profitto tratto da un settore giovanile che doveva essere il fiore all'occhiello del club. Se Branca non avesse buttato tutti questi soldi, forse, oggi Moratti sarebbe ancora alla guida dell'Inter. Forse non esisterebbe un Thohir e forse Mario Monti avrebbe salvato i conti del nostro Paese.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Gli incastri della Juve, le mosse dell'Inter, le attese del Milan. E tutte le trattative di giornata... 22.06 - La Juventus comincia a muoversi per sostituire Dani Alves. E per farlo deve stare attenta agli incastri. Perché i nomi su cui si è concentrata in queste ore sono Darmian (che per il Manchester non è più incedibile) e Danilo (che però è extracomunitario). E soprattutto i dirigenti...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan-Donnarumma, la soluzione c’è! Roma, le idee (giuste) di Monchi… Juve, ansia Alex Sandro! Ma Ibra? 21.06 - Ogni estate ha il suo tormentone calcistico… Il 2017 lo ricorderemo, a parte per il caldo asfissiante, per le “bizze” legate a Gigio Donnarumma. Neanche i sceneggiatori di Beautiful (soap opera che va in onda, in Italia, dal 1990) potevano creare un intrigo simile… Dal bacio alla...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: c’è un nome per sostituire D.Alves (ma fa a “pugni” con D.Costa…). Milan: attenti alla novità “per forza” su Donnarumma (e Conti…).  Inter: tutto quello che Spalletti ha chiesto dal mercato. Napoli: Raiola ci ha fatto un regalo 20.06 - Per iniziare salutiamo tutti assieme Luigi di Sciacca, filibustiere siciliano incontrato sabato sera a Como. “Ciao, tu scrivi chilometri di robe su tmw. Ti leggo per addormentarmi”. Gli ho offerto un birrone bello fresco perché mi sembrava un complimento. A mente fredda rivorrei...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Raiola non è una minaccia ma una condanna: Tavecchio vigili per il bene dei vivai. Juve, multa Dani Alves. Sabatini prepara i colpi. Serie C, final four "format" da rivedere 19.06 - Quello che in molti non capiscono, dirigenti e tifoserie lontane dai colori rossoneri, che la battaglia sul caso-Donnarumma non riguarda solo il Milan o solo Donnarumma. E' una battaglia di sistema. I tifosi, invece, la racchiudono frettolosamente nel colore sociale e si perdono nel...

EditorialeDI: Marco Conterio

E' il calciomercato più bello del nuovo millennio. Casi shock e trasferimenti record: la top ten dei tormentoni ma siamo solo all'inizio 18.06 - E' un'estate calda, ma questo non è certo una novità. Solo che quest'anno, sotto l'ombrellone, ci stiamo già godendo la più bella e divertente sessione di mercato da anni a questa parte. In ordine sparso: la bomba Cristiano Ronaldo con il Real Madrid. L'avvento dei cinesi del Milan...

EditorialeDI: Mauro Suma

Donnarumma: costi quel che costi. Suning tra ex juventini ed ex milanisti. Da Cardiff a Castellammare 17.06 - Non l'ha ordinato nessuno ai tifosi del Milan di innamorarsi di Donnarumma. Nemmeno ai bambini ai quali, come per Kakà, e torneremo su questa nemesi, è particolarmente difficile spiegare cos'è successo. Ma non è il tempo del pistolotto moralistico: solo analisi e solo dettagli. Era...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Donnarumma, ecco perché va via. Una storia scandalosa. Il Real lo aspetta, ma anche la Juve. Tornerà in Primavera o andrà in tribuna. Piace Neto. Inter, via Perisic. Nel mirino Bernardeschi e Borja Valero. Allegri aspetta Iniesta 16.06 - Donnarumma, una storia scandalosa. Una società investe sul settore giovanile, fa crescere un bambino, lo lancia in serie A, gli offre cinque milioni di ingaggio per cinque anni (una follia) e lui che fa? A diciotto anni dice no, vuole andar via per più soldi e forse più gloria. Una...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter colpo a centrocampo, Juve passi avanti per N'Zonzi (e non solo), Milan il giorno di Donnarumma 15.06 - Si presenta Spalletti e spiega la sua filosofia. E mentre si presenta i suoi direttori lavorano per consegnargli una squadra che possa ricalcare più possibile le sue idee. Ecco perché è partita l'offensiva per Borja Valero. Il giocatore era già in cima alla lista dei desideri di Spalletti...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan regina del mercato ma il prezzo lo fa la Juve… Chelsea-Insigne, mai nella vita! Inter, Perisic partirà. Ania, l’amica che tutti sognano… 14.06 - Ormai il caldo si è impossessato delle nostre giornate. Le temperature sono sempre più hot, così come il mercato. Si parla di milioni come se fossero noccioline… Sontuoso quanto sta facendo il Milan. Zittiti tutti coloro che dubitavano della solidità della nuova proprietà cinese....

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve e il mercato segreto: 2 colpi fatti, N’Zonzi a un passo e… una sorpresa. Milan: la scelta di Donnarumma e i prossimi colpi del “Diavolo che non esiste”. Inter: novità su Lucas e in difesa non c’è solo Rudiger! E il Napoli... 13.06 - Ciao. Se state leggendo qui vi interessa il mercato del calcio, al limite la mia salute mentale. Ma forse più il mercato. Oggi facciamo un ripasso sulle formule lessicali utilizzate da tutti noi che discutiamo di acquisti e cessioni. Se non vi imbattete almeno una volta al giorno...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.