Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Supercoppa Italiana, Berlusconi e Mantovani "picciotti onorari"

Supercoppa Italiana, Berlusconi e Mantovani "picciotti onorari"TUTTOmercatoWEB.com
sabato 8 agosto 2009, 00:00Editoriale
di Franco Rossi

La Supercoppa Italiana che si gioca a Pechino tra Inter e Lazio è nata nella primavera del 1989 in un ristorante calabrese di Milano.

Quella sera c'era una riunione del Cerchio Blu, il club formato da otto tifosi della Sampdoria, più il socio onorario Mantovani.

Sette giornalisti, Antonio Ferrari, Franco Rossi, Nicola Forcignanò, Enzo D'Orsi, Marco Ansaldo, Francesco Cevasco, Franco Esposito e un simpatico calabrese, Giacomo Di Martino, ex juventino convertitosi ai colori blucerchiati per l'amicizia che lo legava a tutti i soci.

Paolo Mantovani, presidente della Samp era socio senza diritto di voto e in seguito lo sarebbero diventati anche Francesca Mantovani (l'iscrizione fu un nostro regalo di nozze), Vialli e Mancini.

Quella sera alla cena c'erano tutti i componenti il club e al momento del dolce, Enzo D'Orsi, che all'epoca scriveva, come me, sul Corriere dello Sport , lanciò l'idea.

La Samp qualche mese prima aveva vinto la Coppa Italia e D'Orsi chiese a Mantovani di sfidare la vincente dello scudetto per assegnare una Coppa speciale, come in Inghilterra (all'epoca si chiamava Charity Shield, adesso Community Shield).

Qualche settimana dopo il Cerchio Blu invitò a cena anche Nizzola, presidente della Lega Calcio che aderì all'iniziativa di Enzo D'Orsi.

Domandai a Nizzola dove sarebbero finti i soldi dell'incasso e dei diritti tv di quella partita, ma rispose Paolo Mantovani: "I soldi andranno al Giarre".

A chi?

"Ho letto sui giornali che c'è una società siciliana, il Giarre in serie C, che rischia il fallimento. Aiutiamola".

La Samp aveva vinto la Coppa Italia e il Milan aveva vinto lo scudetto l'anno prima: Mantovani ne parlò con Berlusconi che aderì con entusiasmo.

La prima edizione la vinse il Milan e l'incasso andò, come accordi presi tra i due presidenti, al Giarre.

Il sindaco di Giarre disse di voler dare la cittadinanza onoraria a Mantovani e Berlusconi e scrissi per il Corriere dello Sport un articolo che si intitolava: "Berlusconi e Mantovani, "picciotti" onorari."