VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Musacchio, Kessiè, Ricardo Rodriguez e André Silva. Quale nuovo acquisto del Milan vi piace di più?
  Mateo Musacchio
  Franck Yannick Kessié
  Ricardo Rodriguez
  André Silva

TMW Mob
Editoriale

Troppe polemiche, ci si mette anche Mourinho... Spalletti-Totti, uno è di troppo! Milan, Donnarumma resta.

15.03.2017 00:00 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 25369 volte
© foto di Federico De Luca

La primavera è alle porte, speriamo che, con l’arrivo delle belle giornate, le menti più fumantine riescano a rilassarsi… Basta polemiche. Non mi interessa chi ha torto e chi ha ragione, so solo che stiamo esagerando (mi ci metto anche io). Seguiamo ogni partita con occhio clinico, pronti a dibattere su qualsiasi fallo dubbio, cambio amletico o frase, post match, discutibile. Perché? Ci raccontiamo che “… fa parte del nostro DNA”. Sarà ma, onestamente, non credo che sia il modo migliore per vivere il calcio… Per svuotare la mente di tutte le feroci polemiche che attanagliano la nostra amata Serie A, sono andato a vedere una gara di Allievi… Bello, divertente, tonificante, fino a quando un genitore non ha avuto la brillante idea di cominciare ad inveire verso l’arbitro (un ragazzino di credo 18 anni appena compiuti), reo di non aver mostrato un cartellino giallo per un fallo ai danni del suo amato figlio… Vero, “… fa parte del nostro DNA”. Non ce la facciamo proprio, non riusciamo a goderci il menù partita senza ingredienti, per noi vitali, come “mala fede”, “sudditanza”, “complotto” e via dicendo… Ecco perché, anche con stadi ultra moderni (se mai li avremo), saremo sempre un passo indietro al resto dell’Europa calcistica che conta… Mi potreste rispondere: nella Liga sta esplodendo il caso arbitri e in Inghilterra ci sono sempre più casi di “odio” tra allenatori, vedi l’ultimo faccia a faccia Mourinho-Conte. Allora mi sa che stiamo contagiando tutti…
basta riflessioni, passiamo ad altro. Primo pensiero proprio a Mourinho. Che ti succede caro Mou? Una volta era divertente la tua “crociata” contro tutto e tutti, ora sa tanto di battaglia contro un solo demone… Mou sembra schiavo del proprio personaggio. Fa di tutto per rimanere “Lo Special One”… Beh, nessuno resta all’apice per sempre… Bravo Conte a non fare un solo passo indietro, a conferma che certe gerarchie stanno cambiando… Mou è stato il migliore, Conte sarà, o forse lo è già, il migliore…
C’è un’altra questione che mi turba: il rapporto Spalletti-Totti. Ho sempre sottolineato l’incredibile eccellenza, come allenatore, di Spalletti. Non mi convince il suo operato extra campo. Gestire una leggenda non è mai semplice (ripensate al “trattamento Del Piero”) ma ritengo che si stia esagerando con Totti. Il Capitano è amico di Kobe Bryant ma non sono simili. Totti non ha cominciato questa stagione per fare il giro degli stadi, trotterellare per 10’, e salutare le folle. Se Spalletti considera Totti ancora un giocatore vero (come va dicendo), lo deve trattare da tale. La passerella non serve, non fa bene a nessuno dei due e fa venire il mal di schiena (e tanto altro che non si può ammettere). Ci sono solo due opzioni: 1) Totti è ancora un giocatore vero e, allora, va considerato al pari degli altri. 2) Totti non è più un giocatore vero e va mandato in tribuna, evitandogli passerelle e pochi minuti per bagnare la maglietta di gioco… Un fatto è certo: a fine stagione, le strade dei due Signori coinvolte si separeranno, non ho dubbi…
Parliamo anche di buone notizie. Donnarumma resterà al Milan. Fonti personali attendibili mi confermano che ha il cuore troppo rossonero per fare le valigie. Anche nell’eventualità di un Milan “piccolo”, Donnarumma ci sarà. Tutti sereni, Gigio non abbandonerà, almeno non nell’immediato…
Chiudo con la Lazio. Mea culpa. La scorsa estate, dopo il gran rifiuto del mio idolo Bielsa, l’avevo data per spacciata… Abbasso le orecchie e chiedo venia. Simone Inzaghi, insieme alla società, ha compiuto un lavoro eccezionale. Immobile, un altro che avevo bollato come finito, si è dimostrato un campione. Come mi ha spiegato l’amico Rambaudi, “… Immobile è perfetto per il gioco della Lazio, perché Inzaghi ha capito che uno così lo devi lasciar giocare”. Vero, verissimo. Quanti gioielli ha questa Lazio. Keita, Immobile, Milinkovic-Savic e pure Biglia (nonostante non sia più giovanissimo), tanto per citarne qualcuno. Curioso di vedere cosa accadrà in estate. A prescindere dalla conquista di un posto in Champions League o in Europa League, che farà Lotito? Venderà tutti al miglior offerente o li tratterà per una Lazio ancor più forte? Comunque, andrà, ci saranno polemiche, giusto?


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Gigio firma subito ed esci dal tritacarne! Mercato Juventus, adesso tocca alla difesa. Città in rivolta: Borja Valero come Hernanes? Roma e Napoli: Milan e Inter snobbate 24.06 - La visita di Vincenzo Montella a Castellammare di Stabia ha riportato la vicenda nel suo ambito, quello della casa e della famiglia. Il PSG e il Real Madrid sono stati una tentazione, drenata e gestita da Mino Raiola, e possiamo comprenderlo. Ma oggi che anche il presidente del Senato...
Telegram

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, Bonucci non è incedibile. Se vuole può partire. Douglas Costa o Bernardeschi? Iniesta con Cuadrado al Barça. Agnelli rimane presidente. Milan, Donnarumma resta 23.06 - Dalla notte di Cardiff sta nascendo il mercato della Juventus e neppure le liti (presunte o vere), i lunghi coltelli (veri o presunti) dello spogliatoio, potranno far cambiare idea a Marotta e Paratici. Avanti con questo gruppo, anche se i ritocchi saranno pesanti. E se qualcuno pensa...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Gli incastri della Juve, le mosse dell'Inter, le attese del Milan. E tutte le trattative di giornata... 22.06 - La Juventus comincia a muoversi per sostituire Dani Alves. E per farlo deve stare attenta agli incastri. Perché i nomi su cui si è concentrata in queste ore sono Darmian (che per il Manchester non è più incedibile) e Danilo (che però è extracomunitario). E soprattutto i dirigenti...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan-Donnarumma, la soluzione c’è! Roma, le idee (giuste) di Monchi… Juve, ansia Alex Sandro! Ma Ibra? 21.06 - Ogni estate ha il suo tormentone calcistico… Il 2017 lo ricorderemo, a parte per il caldo asfissiante, per le “bizze” legate a Gigio Donnarumma. Neanche i sceneggiatori di Beautiful (soap opera che va in onda, in Italia, dal 1990) potevano creare un intrigo simile… Dal bacio alla...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: c’è un nome per sostituire D.Alves (ma fa a “pugni” con D.Costa…). Milan: attenti alla novità “per forza” su Donnarumma (e Conti…).  Inter: tutto quello che Spalletti ha chiesto dal mercato. Napoli: Raiola ci ha fatto un regalo 20.06 - Per iniziare salutiamo tutti assieme Luigi di Sciacca, filibustiere siciliano incontrato sabato sera a Como. “Ciao, tu scrivi chilometri di robe su tmw. Ti leggo per addormentarmi”. Gli ho offerto un birrone bello fresco perché mi sembrava un complimento. A mente fredda rivorrei...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Raiola non è una minaccia ma una condanna: Tavecchio vigili per il bene dei vivai. Juve, multa Dani Alves. Sabatini prepara i colpi. Serie C, final four "format" da rivedere 19.06 - Quello che in molti non capiscono, dirigenti e tifoserie lontane dai colori rossoneri, che la battaglia sul caso-Donnarumma non riguarda solo il Milan o solo Donnarumma. E' una battaglia di sistema. I tifosi, invece, la racchiudono frettolosamente nel colore sociale e si perdono nel...

EditorialeDI: Marco Conterio

E' il calciomercato più bello del nuovo millennio. Casi shock e trasferimenti record: la top ten dei tormentoni ma siamo solo all'inizio 18.06 - E' un'estate calda, ma questo non è certo una novità. Solo che quest'anno, sotto l'ombrellone, ci stiamo già godendo la più bella e divertente sessione di mercato da anni a questa parte. In ordine sparso: la bomba Cristiano Ronaldo con il Real Madrid. L'avvento dei cinesi del Milan...

EditorialeDI: Mauro Suma

Donnarumma: costi quel che costi. Suning tra ex juventini ed ex milanisti. Da Cardiff a Castellammare 17.06 - Non l'ha ordinato nessuno ai tifosi del Milan di innamorarsi di Donnarumma. Nemmeno ai bambini ai quali, come per Kakà, e torneremo su questa nemesi, è particolarmente difficile spiegare cos'è successo. Ma non è il tempo del pistolotto moralistico: solo analisi e solo dettagli. Era...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Donnarumma, ecco perché va via. Una storia scandalosa. Il Real lo aspetta, ma anche la Juve. Tornerà in Primavera o andrà in tribuna. Piace Neto. Inter, via Perisic. Nel mirino Bernardeschi e Borja Valero. Allegri aspetta Iniesta 16.06 - Donnarumma, una storia scandalosa. Una società investe sul settore giovanile, fa crescere un bambino, lo lancia in serie A, gli offre cinque milioni di ingaggio per cinque anni (una follia) e lui che fa? A diciotto anni dice no, vuole andar via per più soldi e forse più gloria. Una...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter colpo a centrocampo, Juve passi avanti per N'Zonzi (e non solo), Milan il giorno di Donnarumma 15.06 - Si presenta Spalletti e spiega la sua filosofia. E mentre si presenta i suoi direttori lavorano per consegnargli una squadra che possa ricalcare più possibile le sue idee. Ecco perché è partita l'offensiva per Borja Valero. Il giocatore era già in cima alla lista dei desideri di Spalletti...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.