VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Mercato stellare per il Milan: i rossoneri sono da Scudetto?
  Sì, a patto che arrivi un grande attaccante
  No, la Juventus resta sempre più forte
  No, ha davanti comunque sempre Roma e Napoli
  Sì, già così è da Scudetto

TMW Mob
Editoriale

Tutto sulla cena di Arcore, il centrocampista del Napoli, Conte e la Nazionale e la pista Luisao per la Juve...sicuri che è ferragosto?

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
14.08.2014 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 53034 volte
© foto di Federico De Luca

Stavolta la cena è durata più del previsto, verso le 23.30... Difficile capire subito quale sia stato l'esito. Ma goi argomenti già li conoscevamo: parlare di Dzemaili, parlare dell'attaccante esterno. E se per il centrocampista del Napoli la strategia sembrava chiara, per l'attaccante (il famoso mancino che piace a Inzaghi) la situazione era già abbastanza complicata.
La prima indicazione che scaturisce dalla cena è che il Milan farà solo un esterno d'attacco, con buona pace, almeno per il momento, di Dzemaili. Anche se è presto per chiudere tutte le porte.
Per l'attaccante invece rimane Cerci il più ricercato ma la pista si fa sempre più impervia: Cairo non molla sul prezzo e i corteggiamenti troppo lunghi e troppo pubblici hanno sempre qualche difficoltà di troppo. Dopo aver certificato che Campbell è diventato nelle grazie di Wenger rimangono in piedi due/tre piste che erano nelle intenzioni rossonere già da qualche mese. La più semplice sarebbe Taarabt, costi contenuti, il ragazzo lo conoscono tutti. Ma non è un attaccante esterno. Gli altri due sono due giocatori praticamente impossibili da prendere: Lavezzi e Douglas Costa. Impossibili perché sono molto cari (sia come cartellino che come ingaggio) ma vivono delle situazioni di disagio che potrebbero aiutare il Milan a scalare la montagna (con qualche appiglio in più). Da una parte il PSG non ha voluto rinnovare il contratto al Pocho: questo non ha fatto altro che innervosirlo e così vuole andare via. Il suo entourage lo proporrà in giro, anche al Milan perché no (ma non solo in Italia, problema sempre i costi). Dall'altra la situazione ucraina non si è ancora tranquillizzata, il brasiliano faceva parte del gruppetto di dissidenti ma poi è rientrato allo Shakhtar.
Non è ancora arrivato invece l'ok di Conte per la Nazionale. Ma solo perché non c'è stato contatto diretto. La Figc però sembra voler accontentare Antonio in tutto e per tutto, soldi compresi, facendosi aiutare dallo sponsor tecnico che farà di Conte un'icona per la sua campagna pubblicitaria. Sì agli stage, sì al supercordinamento. Ora manca solo il suo di si, quello più importante...
Spunta invece un nuovo nome per la difesa della Juventus: è Luisao del Benfica. Brasiliano, 33 anni, la giusta esperienza internazionale e grande carisma. È lui l'alternativa al corteggiatissimo Manolas (Arsenal, soprattutto, e in Italia Roma e Napoli) che ieri non ha giocato contro il Bilbao per un problema muscolare, almeno così filtra da suo entourage. Salgono dunque le quotazioni del brasiliano (che ha già un accordo di massima con la Juve per 3 anni a 3 milioni ma dovrebbe liberarsi gratis) mentre scendono quelle di veder Storari con un altra maglia: fra lui e il Sassuolo non c'è accordo completo e soprattutto la Juventus non ha ancora trovato un sostituto.
Il Napoli ha ceduto Fernandez allo Swansea e giura che non lo sostituirà (visto che è arrivato Koulibaly). Arriverà invece un centrocampista e salgono vertiginosamente le quotazioni di Jonatha De Guzman, in prestito dal Villarreal con diritto di riscatto. Difficile convincere gli spagnoli visto che il Qpr sta trattando per un definitivo, ma il Napoli ha dalla sua la volontà del giocatore. Natuaralmente non è l'unica pnista: c'è sempre Obiang della Samp e Fellaini dello United il quale però ora vive una situazione di stallo. Intanto Kramer incassa il gradimento del Napoli e ringrazia
In attesa di sapere invece le intenzioni di Benatia, Sabatini come al solito lavora anche pe il futuro: sta trattando Carbonero del River, incontrando gli agenti. La Roma potrebbe girarlo a un club amico, visto che il ragazzo è extracomunitario.
La Lazio aspetta il momento giusto per lanciare l'assalto definitivo a Stankovic, l'Inter pensa alle uscite: Laxalt va ad Empoli (dove troverà anche Vecino della Fiorentina). Per Silvestre spunta l'ipotesi Besiktas, mentre si arena la trattativa Campagnaro Samp.
A Palermo segnato il destino di Sorrentino che quindi ora sta parlando con il Chievo per uno scambio con Puggioni, l'Udinese ha ufficializzato Kone (5 anni di contratto, 5 milioni al Bologna) ma senza Nico Lopez nell'operazione.
La Samp aspetta di capire il futuro di Romero e aspetta la decisione di mihajlovic su Tavares. Il Cesena ufficializza Brienza. In serie B la Ternana ufficilizza Eramo e riabbraccia Vitale, il Bologna cede Ibson. Yedlin è un giocatore del Tottenham (bruciata la Roma), l'Atletico Madrid sta trattando Schurrle con il Chelsea, Rocchi ha firmato con l'Haladas in Ungheria. E attenzione all'infortunio di Javi Martinez al Bayern: non è che Guardiola torna sul mercato?


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Cairo dice no, ma Belotti ha l'accordo col Milan. Arriva Kalinic. Troppi dubbi su Montella. Juve: ok Berna, ma il centrocampista? Milinkovic Savic con Matic o Matuidi. Inter in difficoltà 21.07 - Cairo resiste, dice no al corteggiamento del Milan e alla cessione di Belotti, ma alla fine si farà. Servirà tempo, trattative giuste, pazienza, ma Belotti al Milan è nella logica delle cose e del mercato. Nonostante tutto. Una società come il Milan che sta spendendo più dell’impossibile,...
Telegram

EditorialeDI: Luca Marchetti

L'Inter e i giovani di qualità, la Juve e le trattative ad oltranza, la rosa degli attaccanti del Milan. Roma: non solo Defrel 20.07 - Cominciano ad intrecciarsi le strade di Inter e Juve. Non poteva esser altrimenti, non possono rimanere lontane. E allora mentre si definiscono i dettagli per l'operazione di Vecino con la Fiorentina e il suo agente (la Fiorentina dovrebbe far sapere come preferisce che venga pagata...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, problema Bacca… Inter, un terzetto per decollare! Cassano? Ma stiamo scherzando? La bicicletta di Djalminha, l’età di Taribo West 19.07 - Eccomi qui… Sono reduce da una trasferta “calcistica” che mi ha emozionato. Sono stato a Londra, alla O2 Arena, per lo Star Sixes, il torneo delle leggende del calcio. Ben 120 ex giocatori a duellare per dimostrare che la classe non ha età (se non lo sapete, ha vinto la Francia con...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: attenti alle sorprese, anche pericolose! Milan: ecco i soldi per il Gallo. Inter: 3 novità e altrettante "pillole di fiducia". Napoli: la giusta scelta (ma c'è un pericoloso neo...) 18.07 - PREAMBOLO Ciao. Questo dovrebbe essere il 450esimo editoriale da me scritto su Tmw. Ho fatto dei calcoli di massima. Iniziai nel 2008, avevo ancora i capelli, ho saltato quasi mai. Anzi no, una volta fui costretto alla resa a causa di un attacco di acetone perforante. Scaliamo...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Bonucci in due giorni, per Dalbert sono due mesi. Fassone e Mirabelli, scudetto al mercato ma in campo serve tempo. Branchini, c'era una volta il Re del mercato... E c'è ancora! 17.07 - I tifosi del Milan hanno lasciato, lo scorso maggio, San Siro delusi e stanchi dell'ennesimo campionato mediocre del diavolo. Si facevano due domande: "Il prossimo anno ci abboniamo? Ma questi cinesi che razza di cinesi sono?". Sembra passata una vita e, invece, sono solo due mesi....

EditorialeDI: Marco Conterio

Dalla Juventus al Milan, dall'Inter alla Roma e non solo: i retroscena sui colpi che preparano adesso le grandi d'Italia. E' anche il mercato dei procuratori: tutti gli affari già a segno 16.07 - E' una splendida estate. Inattesa. Il Milan s'è preso la copertina ma mica è finita. Già, perché adesso la premiata coppia Fassone-Mirabelli cerca la ciliegina in attacco e non è da escludere che per il centrocampo arrivi pure un altro colpo con Suso possibile partente. E' da Scudetto?...

EditorialeDI: Mauro Suma

Allegri: da Pirlo a Bonucci. Donnarumma: nessuna reciprocità. Napoli: l'esperimento del non mercato 15.07 - Quando c'è una diaspora che scuote le pareti dello stomaco di una tifoseria, Massimiliano Allegri si trova nel mezzo. Andrea Pirlo nel Milan del 2012, Leonardo Bonucci nella Juventus del 2017. Max cozza senza volerlo con i caratteri di alcuni big: loro non si aspettano in un uomo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Bonucci capitano del Milan: tutti i retroscena sul divorzio dell'anno. Episodi inquietanti. Ha vinto Allegri. Epurazione, anche Cuadrado e Mandzukic in partenza. In arrivo Manolas. Viola, caos Kalinic 14.07 - Bonucci al Milan è il divorzio dell’anno e forse anche di più. Non siamo infatti solo davanti a un semplice trasferimento a sorpresa, questa vicenda racconta di una Juventus in ebollizione e trasformazione che sta cercando di porre fine a un evidente strappo di spogliatoio iniziato...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Milan grandi idee (Bonucci), Juve-Schick, Roma e gli attaccanti... 13.07 - L'idea è ambiziosa, esattamente come il Milan del nuovo corso. Finora nessun contatto, neanche ufficioso, fra le società. Ma i rossoneri pensano a Bonucci. Hanno cominciato a sondare il terreno, a parlare con il procuratore del ragazzo (l'altro ieri Lucci era a casa Milan anche per...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Juve, ora un addio eccellente… Milan-Gigio, tutto dimenticato? Roma-Nainggolan, resa dei conti! Inter, quanti sogni. E intanto Roberto Carlos fa 9… 12.07 - Ancora una volta, la Juventus sta mostrando gli artigli. Dopo un inizio di calciomercato soporifero, Marotta e compagni hanno deciso di inserire le marce alte. Douglas Costa è un fenomeno. In un calcio molto tattico come quello italiano, avere uno, come il brasiliano, che salta l’uomo...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.