VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Chi è attualmente il numero nove più forte del mondo?
  Harry Kane
  Mauro Icardi
  Gonzalo Higuain
  Robert Lewandowski
  Romelu Lukaku
  Luis Suarez
  Edinson Cavani
  Alvaro Morata
  Edin Dzeko

Editoriale

Un gennaio... tutto per giugno. Juve, Roma, Inter, Milan e Lazio hanno fatto quattro acquisti. L'imbarazzante annata del Napoli nel calciomercato, contratto di quaranta pagine in venti minuti. Commissioni, gran brutta abitudine

Nato a Bergamo il 23-06-1984, giornalista per TuttoMercatoWeb dal 2008 e caporedattore dal 2009, ha diretto TuttoMondiali e TuttoEuropei. Ha collaborato con Odeon TV, SportItalia e Radio Sportiva. Dal 2012 lavora per il Corriere della Sera
04.02.2018 00:00 di Andrea Losapio  Twitter:    articolo letto 21529 volte
© foto di Lorenzo Di Benedetto

Mercoledì sera è successo un fatto curioso. Nel gruppo di Whatsapp si ascoltava un refrain a ogni notizia di una squadra di Serie A. "È saltato Politano, se ne può parlare a giugno". "Niente Pastore, vediamo in estate". "Pinamonti non va al Sassuolo, possibile fra sei mesi". Non vediamo l'ora di essere in infradito ad ascoltare quello che dev'essere il mercato del rimbalzo. Nei giorni di crisi bitcoin, tutti si aspettavano una crescita e, almeno in parte, c'è stata. Così bisognerà attendere la prossima sessione per qualche botto. Serve un mercato più corto? No. Però continuare a discutere di occasioni durante i mesi precedenti, di fatto, non aiutano poi a chiudere le trattative perché tutti attendono i saldi.

La Juventus non ha comprato nessuno, così come il Milan. La Lazio ha preso Caceres, ma sarebbe onesto dire che è arrivato dopo l'operazione estiva. La Roma ha dovuto vendere Emerson Palmieri e cambiarlo con Jonathan Silva: infortunato per infortunato, Monchi avrà voluto fare cassa. L'Inter ha sfruttato le contrattazioni per eliminare Joao Mario, inserendo Rafinha, mentre in difesa ha puntellato con Lisandro Lopez. Incredibile che un mercato di riparazione porti solo quattro giocatori alle big. Certo, la Juventus ha praticamente definito l'acquisto di Emre Can per giugno. Già un grande colpo, insomma.

Così il mercato migliore, almeno sulla carta, lo ha fatto il Sassuolo. Pur perdendo Cannavaro, importante, ha preso Babacar, Lemos e riscattato Lirola, mantenendo sia Berardi che Politano in rosa. Ecco, per amor di chiarezza, il Napoli può comunque vincere il campionato, anche senza Politano. Come la Juventus poteva vincere la Champions l'anno scorso, pur prendendo Rincon al posto di Witsel. Le riserve fanno la differenza, avere qualcuno di livello che possa spostare una gara equilibrata è fondamentale. Ecco, se Milik dovesse tornare ai livelli di Euro2016, allora sarebbe l'acquisto - è una definizione che fa ribrezzo, ma non ha davvero quasi mai giocato - più azzeccato del Napoli dell'ultima stagione. Perché è incredibile che una squadra che vuole vincere lo Scudetto non abbia alternative, debba sperare nei soliti titolari e nel solito gioco. La Juventus non avrà Cuadrado, Bernardeschi e Douglas Costa Giocherà con Dybala, Mandzukic e Higuain. Se dovessero mancare Milik, Mertens e Insigne, chi giocherebbe? La differenza è tutta qui, come la finale di Champions League contro il Real Madrid: quando uno può spedire in tribuna James Rodriguez vuol dire che ha costruito una rosa di primissimo livello. Se in un mercato perdi lui, Danilo, Pepe, Fabio Coentrao e Morata, prendendo solo giovani... arrivi molto lontano dal Barça.

Il panegirico per dire: il Napoli può vincere, ma è molto più probabile che non succeda, soprattutto in un campionato con 38 partite e avversarie che non perdono colpi: se la Juventus non avesse continuità, allora gli azzurri potrebbero fare come il Leicester di anni fa. Perché la dimensione economica di una vittoria sarebbe più o meno quella. Poi certo, Younes firma e ora i legali dell'Ajax vogliono far annullare il contratto per giugno, per Politano arriva l'accordo alle 22, scrivono un contratto di 40 pagine in 20 minuti (e bisognerebbe pure leggerlo) e pretendono di chiuderlo. Su Verdi il Napoli non ha grossi colpi, ma Politano rischiava di costare più di Lucas Moura. Che senso ha?

Infine una cosa che, sicuramente, in molti addetti ai lavori potrebbero contestare. Le commissioni per i procuratori sarebbero da abolire, mentre i giocatori dovrebbero, senza alcuna possibilità, dare il 10% del proprio stipendio all'agente. Cosa significa questo? Che, per dirne uno, Raiola non potrebbe prendere quasi 30 milioni per il trasferimento di Pogba. E metterebbe fine a questa transumanza di talenti, pagati una mostruosità ma che a ogni sessione cambiano maglia, con il tempo di dimostrare che si riduce infinitamente. Poi ci sarebbero le procure pagate, i cadeaux ai giovani, i tentativi di inserirsi solo per avere quei centinaia di migliaia di euro in più. Ma nel nostro calcio, che non sa nemmeno trovare un presidente per la FIGC, tutto questo non succederà mai. Certo, servirebbe anche l'uniformità della FIFA, ma un organismo che permette al Deportivo Maldonado di continuare ad agire come se nessuno sapesse di certo non ne ha alcuna intenzione.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve: il segreto delle "non-lacrime" di Allegri. Milan: l'allarme cinese... e occhio a maggio! Inter: è ora di giocare al gioco del silenzio. Napoli: il diritto di Sarri a fare come crede 20.02 - Ciao. Quando arriva il momento di compilare questo editoriale faccio un giro sui siti per cercare ispirazione ed evitare di scrivere cose come “prima o poi bisogna affrontarle tutte” o “lo scudetto si decide a primavera” o “la politica è tutto un magna-magna”. A volte i siti ti danno...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Napoli-Juve, marzo sarà decisivo. Inter, che flop! Sassuolo, il problema era dietro la scrivania. Cuore De Zerbi e Bergamo Gasperini-Sartori sono ai titoli di coda… 19.02 - Se la Juventus non ha lasciato punti a Firenze e nel derby significa che il Napoli, per vincere questo scudetto, dovrà andare oltre la soglia del miracolo. Tuttavia, sembra chiaro che il campionato si deciderà a marzo, in un modo o nell'altro. Allegri e Sarri sono reduci da una pessima...

EditorialeDI: Andrea Losapio

I meriti di Gattuso o i demeriti di Montella? Borussia-Atalanta, che spot per il calcio. Un po' meno il Napoli in Europa League. Rosa lunga alla Juventus, ma se si fanno tutti male... 18.02 - In sala stampa a Dortmund, con i gol di Europa League che scorrevano in sottofondo, alcuni giornalisti tedeschi paragonavano Cutrone a Inzaghi. "Ci somiglia, eh?". Non può essere che lui l'uomo copertina del Milan di Gennaro Gattuso. Lui, invece, assomiglia tanto al Pioli della scorsa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Primavera Cutrone e Primavera Merrill Lynch. Juventus europea, stampelle e pareggio. Napoli provinciale, limiti e sconfitta 17.02 - Dalla Primavera rossonera arriva Patrick Cutrone e alla Primavera come stagione prossima ventura guarda tutto il Milan che sta lavorando per la propria nuova struttura finanziaria pre-Elliott e, possibilmente, post-Elliott. Insomma, pre ottobre 2018. Ci sono grandi novità in vista...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Ecco perché la Juve non ha battuto il Tottenham. Mancano i campioni. Le grandi lontane. Campionato non allenante. Napoli, vai fuori dalla Coppa 16.02 - La Juventus può ancora ribaltare il risultato a Londra, è giusto pensarlo e crederlo. L’impresa è difficile, ma possibile, conosciamo bene il calcio e anche il carattere dei bianconeri. Il pareggio con il Tottenham però è stato liquidato troppo in fretta come un incidente di percorso....

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il calciomercato di oggi, i nomi di ieri. Quanto varrebbero ora i big che ci hanno fatto sognare. Da Ronaldo a Totti, da Maradona a Platini: ecco le loro valutazioni... 15.02 - Quando Totti ha detto (a Sky) che nel mercato di oggi varrebbe almeno 200 milioni di euro è scattato in testa a tutti il solito giochino. Ma quanto varrebbero ora i grandi campioni del passato, Totti compreso? Non è la prima volta che ci si pensa, non è la prima volta che si fa. Proprio...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Inter tra riscatti, governo e sogni… Lazio-de Vrij, dipende da Lotito! Europa League, no alle seconde linee! 14.02 - L’Inter, seppur faticando, è tornata a vincere. Da oggetto misterioso, il giovane Karamoh si è trasformato in “enfant prodige”… Mentre Epic Brozovic ha iniziato una guerra con l’intero popolo San Siro (il croato è destinato a perdere, anche malamente), il 19enne francesino, ex Caen,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il messaggio di Allegri e la firma “segreta”. Inter: una Kara spallata agli autolesionisti (e le voci dalla Cina...). Milan: il fallimento di chi tifa fallimento. Napoli: che musica l'orchestra Sarri, ma occhio al bivio. 13.02 - Ciao, sono reduce da Sanremo. Non c’ero mai stato. A Sanremo c’è l’Altra Sanremo. L’Altra Sanremo non si vede in televisione, altrimenti tutti direbbero “minchia! Altro che Sanremo!”. L’Altra Sanremo è un delirio di cene alle 2 del mattino, feste alle 3 e “festini” fino all’alba. C’è...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Un Napoli così vale il miliardo di euro... Rino, adesso arriva il bello. Inter, gioia e fatica. La favola Chievo mostra le prime crepe 12.02 - Siamo sempre esterofili. Amiamo la Germania per la birra e per gli stadi. Amiamo l'Inghilterra per il pubblico e per i soldi della Premier. Forse amiamo anche la Francia che ha un campionato mediocre, ma il PSG e la Torre Eiffel. Ora, però, una cosa la possiamo dire: in Italia abbiamo...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

In Europa resiste solo la Serie A grazie al miracolo Napoli. Bernardeschi come Dybala: c'è il marchio Allegri. Spalletti e Di Francesco: chi salta a maggio? 11.02 - Ha ragione Maurizio Sarri quando paragona la Juventus al Bayern Monaco. Lo dice la storia, la tradizione vincente e un fatturato che è completamente differente da quello delle altre 19 squadre di Serie A. In attesa del ritorno ad alti livelli delle milanesi, che ormai aspettiamo invano...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.