HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Come finirà il derby di Milano?
  Vincerà l'Inter
  Finirà in pari
  Vincerà il Milan

La Giovane Italia
Europa

LIVE TMW - Guardiola: "Pressione non spaventa. Gomez? E' un nostro giocatore"

LIVE TMW - Premi F5 per ricaricare la pagina
24.06.2013 13:04 di Marco Conterio  Twitter:    articolo letto 21649 volte
© foto di Hernandez/Alterphotos/Image Sport

Il nuovo Re di Monaco di Baviera si chiama Pep Guardiola. Inizia adesso, ufficialmente, la nuova avventura con i campioni d'Europa per l'allenatore catalano. Herzlich willkommen, Pep, scrive il Bayern Monaco alle sue spalle. 'Benvenuto di cuore Pep'. Lui, completo grigio, cravatta rosso-Bayern, un posto in mezzo alla dirigenza del club, davanti giornalisti anche dal Qatar e dal Giappone. "Perdonatemi per la pronuncia -esordisce in un buon tedesco-, ma vi assicuro che migliorerò presto. Oggi è un regalo, una fortuna, un onore essere qui al Bayern Monaco. Mi sento onorato di esser stato scelto: ci sono grandi giocatori ed il club ha una storia meravigliosa. Non ho avuto difficoltà a scegliere una delle squadre più grandi del mondo: chi ci lavora, dal presidente ai dirigenti, sono grandi persone e mi hanno accolto molto bene".
Parla Rummenigge. "Abbiamo lavorato duro per averlo con noi. Ci avevo parlato già due anni fa, lui ha un legame speciale col Bayern ed è un piacere averlo con noi, è il migliore al mondo".
Tocca al presidente Hoeness. "L'abbiamo incontrato a New York, per più volte; una abbiamo parlato per quattro ore e dopo cinque minuti ho capito che era l'uomo giusto".
Di nuovo Guardiola, sull'anno di stop. "Per me è una situazione strana essere qui. Quello che ho passato a Barcellona è stato bellissimo, adesso inizia una nuova avventura. Credo che questa squadra abbia la possibilità di scrivere la storia ed io sono pronto a dare il massimo".
Hoeness sugli obiettivi. "Fare meglio? Intanto ringrazio Heynckes, ci ha portati in alto, ma ora penso solo a Guardiola e vogliamo continuare su questa strada. E' l'uomo giusto per questo".
Guardiola sui tanti trionfi di Heynckes. "Voglio continuare su questi livelli, vivere la stagione con la mia squadra. Non ho problemi ad arrivare dopo, sono convinto di potercela fare. Al mio primo anno al Barça, avevo una squadra da rifondare, mentre qui arrivo in una che già domina, che è campione di tutto".
Stesso tema anche per Rummenigge. "C'è un po' di pressione dopo una grandissima stagione, ma il Bayern vive questa pressione costantemente, l'ha sempre fatto nella sua storia. Lavorare con un uomo come Guardiola, però, è un privilegio, sono convinto che vivremo un'altra stagione fantastica. Conterà vincere dei titoli e quello più complicato sarà la Bundesliga, mentre il più bello è la Champions League".
Guardiola sull'amichevole del 24 luglio con il Barcellona. "Sarà un giorno speciale per me, perché io sono qui grazie a quel che ho fatto a Barcellona. Sarà una partita che ci permetterà di prepararci alla Supercoppa tedesca ed alla stagione, un test molto importante per noi. Per me sarà bello essere lì".
Guardiola sullo staff. "Verranno con me Domenech, Carles Planchar, Lorenzo Bonaventura, Manel Estiarte".
Sullo stile di gioco. "I giocatori del Barcellona sono diversi da quelli del Bayern: il sistema di gioco è lo stesso, ma sono io che dovrò adattarmi a loro".
Su Mario Gomez. "Il futuro è una domanda per lui: oggi è un giocatore del Bayern, lo tratterò come tale".
Rummenigge su Gomez. "Sarà al primo allenamento della squadra", aggiunge, senza spiegare se se ne andrà o no, anche se poi sottolinea. "Non abbiamo ricevuto un'offerta formale per lui".
Ancora sulle aspettative. "Sono nervoso, ma stiamo parlando del Bayern che ha vinto tutto la scorsa stagione ed è normale che ci siano pressione ed aspettative. Sono felice, la accetto senza problemi. Cosa cambierò? Vorrei portare continuità ad alti livelli".
Sul mercato. "Non conosco l'opinione di Sammer e Rummenigge, ma il livello del Bayern è alto e c'è davvero poco da cambiare".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Europa

Primo piano

...con Perinetti “Milan-Inter? È un derby, arriva troppo presto perché entrambe le squadre sono nuove e con due grandi allenatori che portano una filosofia di calcio completamente diversa e che hanno bisogno di tempo”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex direttore generale del Genoa, Giorgio Perinetti. L’Inter...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510