Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Dagli inviati
PEPE, Castrovilli la mezzala del futuro. Sottil è super
giovedì 30 marzo 2023, 13:26Dagli inviati
di Redazione FV
per Firenzeviola.it
fonte dall'inviata Luciana Magistrato

PEPE, Castrovilli la mezzala del futuro. Sottil è super

C'è anche l'ex giocatore Simone Pepe a Coverciano per la Digital Cup. E ai media presenti tra cui Firenzeviola.it ha parlato così della Fiorentina: "Con l'Inter sarà una partita difficile ma la Fiorentina viene da un bellissimo momento. È una squadra ben strutturata e sta dando continuità a quanto fatto l'anno scorso. L'allenatore è bravo, la squadra è forte: un bel passo avanti. Sicuramente la partita di San Siro si carica da sola, la squadra di Italiano potrà giocarsi la partita avendo poco da perdere".

La stagione della Juventus?
"I 15 punti li aveva guadagnati sul campo, poi faranno tutte le valutazioni. Conosco l'ambiente e so che la Juve non si lascia abbattere da queste cose, poi si vedrà se i punti saranno restituiti".

Castrovilli e Sottil?
"Sono sicuramente due giocatori forti. Castrovilli ha pagato l'infortunio ma prima di quello io ero il primo a dire che mi piaceva. Può essere la mezzala del futuro, è un giocatore completo. Sottil è l'esterno che serve a tutte le squadre perché ha forza nelle gambe e dribbling".

Lukaku e l'Inter?
"Non sta vivendo un momento straordinario ma a volte giocare in nazionale aiuta. Ma la Fiorentina deve stare attenta non solo a Lukaku".

Chi le piace di più della Fiorentina?
"Il collettivo. È quello che fa la differenza, abbinata alle qualità dei singoli".

E Italiano?
"Secondo me è un grande allenatore, mi piace molto come gioca la Fiorentina. Normale che sia accostato a grandi squadre, deve essere una cosa soddisfacente anche per la Fiorentina".