Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Dagli inviati
NARDELLA: "FRANCHI IN POLE PER EURO '32. STADIO SARÀ ALL'ALTEZZA DELLE AMBIZIONI DI COMMISSO"
venerdì 23 febbraio 2024, 10:05Dagli inviati
di Redazione FV
per Firenzeviola.it
fonte dagli inviati N. Santi e L. Magistrato

NARDELLA: "FRANCHI IN POLE PER EURO '32. STADIO SARÀ ALL'ALTEZZA DELLE AMBIZIONI DI COMMISSO"

Prima dell'inizio del sopralluogo sui lavori dell'Artemio Franchi, il sindaco di Firenze Dario Nardella si è fermato con i media presenti tra cui Firenzeviola.it per spiegare la situazione. Queste le sue parole cariche di soddisfazione: "Siamo molto contenti perché le cose stanno andando come ci eravamo impegnati a fare. Questi lavori di demolizione prenderanno quasi tutto marzo e sono la prima parte di un percorso che poi ci porterà ai lavori in Curva Fiesole a cominciare dal prossimo campionato. Siamo ormai entrati nel progetto di trasformazione del Franchi e siamo contenti che la FIGC ci abbia fatto capire che Firenze è in pole position per gli Europei del 2032 perché il nostro progetto è molto avanti rispetto agli altri.

Siamo altrettanto contenti e soddisfatti di poter far giocare la Fiorentina qui in contemporanea ai lavori. Riteniamo che il progetto finale sia davvero molto bello: avremo uno stadio all'avanguardia come ha chiesto anche il presidente Commisso nella lettera di stamani. Una lettera di grande passione che guarda sempre con attenzione a Firenze e alla Fiorentina, come noi. Vogliamo consegnare uno stadio all'altezza delle ambizioni della società.

C'è un lavoro serio da fare ma abbiamo dimostrato che con la tenacia si ottiene tutto, questi lavori sono molto importanti anche per l'immagine della città perché sarà un cantiere modello che rispetterà tutti i principi di tutela della sicurezza e di trasparenza. Lo dico perché la tragedia di Via Mariti è ancora una ferita aperta. Noi non abbiamo previsto appalti a cascata e garantiamo agli operai condizioni giuste. Ieri Gravina ha apprezzato molto l'attenzione per i temi ambientali. È uno stadio pensato per azzerare i consumi energetici grazie ai pannelli solari sul tetto, ma anche con un sistema di raccolta delle acque piovane. Ma sarà anche uno stadio comodissimo, il progetto vedrà tanti sky box, ristoranti, il museo del calcio e tante altre cose, ispirato al modello del Real Madrid. Questo stadio non ospiterà solo le partite di calcio ma anche eventi, concerti e tanto altro".

E sul Padovani?
"Confermata la tabella di marcia, siamo nella fase di aggiudicazione dei lavori e il via è previsto entro giugno così come la fine dei lavori è prevista nella prima parte dell'anno prossimo, comunque assolutamente in tempo per quello che sarà il campionato 2025/26. È un progetto che nasce per il rugby e abbiamo un accordo con la Federazione Italiana Rugby, dopodiche abbiamo previsto la possibilità di ampliarlo fino a 18mila posti con interventi aggiuntivi per i quali siamo al lavoro per trovare le risorse che troveremo attraverso un progetto di pubblicità sul cantiere e siamo già in contatto con alcune società esperte di pubblicità outdoor".

Come reperirete i 55 milioni per il Franchi?
"L'interlocuzione con il Governo va avanti e non si è mai fermata. Un'opera pubblica così importante verrà sicuramente finita, queste risorse in un modo o nell'altro saranno trovate".

Conferma che la Fiesole sarà chiusa il prossimo anno?
"Abbiamo cambiato l'ordine dei lavori per non chiudere lo stadio, quindi inizieremo con i lavori interni della Fiesole perché questo ci permetterà di far giocare qui la Fiorentina. Ma cambia solo l'ordine, la capienza resterà di 22mila posti perché chiuderemo per settori e questo penso sia molto importante per tutti".

Aveva invitato anche la Fiorentina?
"Avevamo invitati tutti, anche la Soprintendenza. Con la Fiorentina ci incontreremo anche per quanto riguarda il rinnovo della Convenzione. Oggi la società aveva da fare al Viola Park, non ci sono assolutamente problemi. Torneremo qui con la Soprintendente Ranaldi e con la Fiorentina".

Ecco alcune foto dal sopralluogo: