HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » fiorentina » Serie A
Cerca
Sondaggio TMW
Il Napoli esonera Ancelotti e punta su Gattuso. Decisione giusta?
  Giusto cambiare, e Gattuso è la scelta giusta
  Giusto cambiarlo, ma Ancelotti non andava sostituito con Gattuso
  Sbagliata: bisognava andare avanti con Ancelotti

La Lazio dopo 30 anni trionfa a San Siro: Correa affonda il Milan

03.11.2019 22:40 di Andrea Losapio    articolo letto 8853 volte
La Lazio dopo 30 anni trionfa a San Siro: Correa affonda il Milan
© foto di www.imagephotoagency.it
Immobile e Correa stendono un Milan discreto per quarantacinque minuti. Biancocelesti vincenti dopo 30 anni a San Siro e che raggiungono il gruppo a 21 con Atalanta e Cagliari

LE FORMAZIONI - Pioli cambia due undicesimi rispetto alla sfida contro la SPAL: la prima notizia è Calabria, con Duarte che prende il posto di Musacchio al centro della difesa. Poi Krunic a metà campo che prende il posto di Kessie. Con l'infortunio di Suso, conferma per Castillejo. La Lazio invece schiera il solito 3-5-2, con Bastos e Radu a completare la difesa oltre ad Acerbi, Lazzari e Lulic hanno la meglio della concorrenza sulle fasce.

PARTENZA SPRINT - L'inizio è divertente, perché le due squadre si affrontano con discreto ritmo e voglia di determinare sulla gara. Così Calhanoglu mette un cross pericoloso che viene sbrogliato concedendo angolo, mentre Immobile - novanta metri più in là - si presenta davanti a Donnarumma che, però, gli disinnesca il diagonale. Poi Strakosha sbaglia un rinvio, in maniera abbastanza maldestra, dando il la al tentativo di Piatek, deviato da Acerbi. Ancora Calhanoglu e Bastos provano a spostare il risultato.

BOTTA E RISPOSTA - A riuscirci, manco a dirlo, è Immobile, tredicesimo gol in campionato. Il suo colpo di testa, dopo una volata di Lazzari sulla destra, beffa Donnarumma: colpevole Duarte, che perde il contatto visivo con il suo avversario e viene anticipato. Pallone dall'altra parte, Hernandez scucchiaia un pallone lezioso, Piatek lo sfiora, Bastos si frappone nella traiettoria e spiazza Strakosha: in tre minuti è 1-1. Da segnalare anche una traversa di Immobile sullo 0-0. Castillejo si infortuna ed entra Rebic, Correa sul finire di tempo si fa murare il possibile 2-1.

POCHE ENERGIE - La Lazio cerca di mantenere bassi i ritmi, perché si vede la difficoltà dell'impegno infrasettimanale, nonostante un giorno in più di recupero rispetto al Milan. I rossoneri perdono un po' le distanze, restando più lunghi del solito. Donnarumma rischia in un paio di circostanze causa uscite difettose, ma poi - come spesso accade - a fare la differenza è la velocità di Correa e di Luis Alberto. Il brasiliano regala un no look al compagno di reparto che, davanti al portiere per la terza volta, stavolta lo fa secco a otto dalla fine. Il risultato non cambia più.

MILAN-LAZIO 1-2
Marcatori: Immobile 25', aut. Bastos 28', Correa 82'.

Milan (4-3-3)
Donnarumma; Calabria, Duarte, Romagnoli, Hernandez; Paquetà (dal 54' Leao), Bennacer, Krunic (dall'86' Bonaventura); Castillejo (dal 34' Rebic), Piatek, Calhanoglu.

Lazio (3-5-2)
Strakosha; Bastos, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic (dal 62' Parolo), Leiva, Luis Alberto, Lulic; Immobile (dal 63' Caicedo (dall'82' Cataldi)), Correa.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Fiorentina

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510