HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
L'avvocato del diavolo

Caso Novara, sentenza clamorosa e tardiva. Giustizia Sportiva lenta e questa è già una condanna...senza appello

Claudio Pasqualin (Udine, 30 maggio 1944) è un procuratore sportivo e avvocato italiano del Foro di Vicenza, esperto di diritto sportivo. È stato vicepresidente dell'AIC, presidente di AssoProcuratori ed è attualmente presidente di AvvocatiCalcio.
20.04.2015 07:15 di Claudio Pasqualin   articolo letto 33414 volte
© foto di Federico De Luca

Un tempo a coloro che si dimostravano critici nei confronti della Giustizia Sportiva si opponeva il primario requisito della sua rapidità che rispondeva alle esigenze di un mondo che ha necessità di sentenze, appunto, rapide e celeri per assecondare gli incalzanti ritmi agonistici dei calendari. Al giorno d'oggi anche questo requisito è però venuto meno. Lo conferma il recente caso Novara. Con una sentenza clamorosa ma soprattutto tardiva il Tribunale Federale ha infatti sciorinato un verdetto che ha penalizzato il Novara di otto punti per irregolarità amministrative. E ha così sconvolto l'alta classifica che ora sorride al Bassano di mister Asta e patròn Renzo Rosso, il signor Diesel.
Continuamente rinviata al punto che sembrava di essere alle comiche, la sentenza romana ha provocato sensazioni contrastanti a seconda delle latitudini. Sconcerto in Piemonte e felicità dalle parti di quel ponte dove "ci darem la mano ed un bacin d'amor" (il ponte di Bassano, naturalmente!). Questo però è solo il primo grado del giudizio e pertanto i toni sia dei delusi che dei beneficiari sono stati piuttosto bassi, nell'attesa di accendersi a sentenza definitiva. Ma che dire, oggettivamente, di una Giustizia Sportiva che interviene con mesi e mesi di ritardo sulle irregolarità contestate? Qualunque giudizio non può che essere pesantemente negativo. E questa è una valutazione che vale una condanna, questa sì senza appello.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

...con Marchetti “L’Ascoli è forte, ha voglia di riscatto. Sarà una partita difficile, importante. Dare continuità ci proietterebbe in alto, vogliamo fare bene”. Così a TuttoMercatoWeb il dg del Cittadella, Stefano Marchetti, in vista della partita contro l’Ascoli. Mercato: che farete a gennaio? “Questa...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->