VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Dove giocherà Schick la prossima stagione?
  Resterà alla Sampdoria per il primo vero anno da titolare
  E' pronto per il grande salto: andrà alla Juventus
  All'Inter come prima grande alternativa a Icardi
  Andrà al Milan per il dopo Bacca
  In Premier League

TMW Mob
L'avvocato del diavolo

Serie A, riposo a Natale... ma perché? Atleti troppo tutelati, il calcio è spettacolo... e per le feste si giochi

Claudio Pasqualin (Udine, 30 maggio 1944) è un procuratore sportivo e avvocato italiano del Foro di Vicenza, esperto di diritto sportivo. È stato vicepresidente dell'AIC, presidente di AssoProcuratori ed è attualmente presidente di AvvocatiCalcio.
28.12.2015 08.42 di Claudio Pasqualin   articolo letto 40823 volte
Fonte: Testo raccolto da Alessio Alaimo
© foto di Federico De Luca

Sono stato Segretario Generale dell'Associazione Italiana Calciatore per quasi un decennio tra gli anni settanta e ottanta. Credo perciò di aver dato in qualche modo il mio contributo alla crescita della categoria dei calciatori. Crescita sia culturale che sul piano dei diritti. Presidente era Sergio Campana e membri del Consiglio Direttivo Gianni Rivera e Sandro Mazzola. Alcuni atteggiamenti odierni dell'AIC mi lasciano però perplesso: l'opposizione ad una drastica riduzione dell'area professionistica, attualmente affollata da una pletora di società cronicamente incapaci di reggere un autentico professionismo e spesso sull'orlo del fallimento, mi sembra infatti suggerita da un ragionamento di veterosindacalismo che attiene al mantenimento a tutti i costi del cosiddetto posto di lavoro, più che alla tutela dall'economicità dell'intero sistema calcio. Ma in questi giorni di festa si fa sempre più palese e manifesto l'errore di pretendere la sosta invernale in coincidenza con Natale e Santo Stefano. Mentre l'Inghilterra e anche la nostra lungimirante Serie B danno spettacolo, i nostri calciatori di Serie A (quasi tutti stranieri e quindi poco sindacalizzati) vanno al mare al caldo ( Carabi, Maldive o Brasile) oppure St.Moritz e Cortina o se ne restano al calduccio di casa. Ma non sarebbe meglio se riposassero per qualche giorno a gennaio dopo le feste? Mai come in questi giorni i tifosi hanno il tempo di dedicarsi ai loro hobby e alle loro passioni e probabilmente riempirebbero gli stadi, come avviene in Inghilterra, più di quanto faranno a gennaio. Varrebbe almeno la pena di provarci e di fare un tentativo. I cinema e i teatri sono pieni. E il calcio, cos'è se non uno spettacolo? Io non ho mai saputo di attori che rinunciano al Palcoscenico per riposare nei giorni della festa. Anzi. Avviene proprio il contrario: gli uomini di spettacolo sperano ardentemente di andare in cartellone i giorni di festa, così da santificare la festa stessa. Festa che è di milioni di tifosi e cioè dei fruitori di uno spettacolo che dovrebbe essere recitato da non più di cinquecento professionisti che però, proprio in quei giorni (e non poco dopo) pensano di dover riposare. La maggioranza dei 500 viene peraltro da altri paesi, più o meno esotici, e appartiene a diverse fedi religiose. In ciò tutelati in modo ultroneo (cioè che si spinge probabilmente oltre le stesse intenzioni degli atleti) dall'Associazione Italiana Calciatori e sottolineo italiana. Oltreché dei calciatori, le responsabilità sono però anche dei dirigenti (pavidi e mai decisionisti) i quali abitualmente traccheggiano per amor di "pace sindacale", ben sapendo invece, che il loro prodotto, quel prodotto calcio dalla cui vendita dipende tutto (anche gli stipendi: basterebbe farlo presente) fatturerebbe molto di più in questi giorni che in tutto il resto dell'anno. Britannia docet...

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie L'avvocato del diavolo
Altre notizie
Telegram
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
1 maggio 1988, il Milan batte 3-2 il Napoli, lo supera in classifica e si avvia verso lo scudetto Il primo maggio 1988 il Milan vince 3-2 contro il Napoli al San Paolo e mette un'ipoteca sullo scudetto. Alla vigilia i rossoneri inseguivano...
TMW RADIO - I Collovoti: "Icardi l'eccezione, Zapata da brividi" Top Babacar: stava prendendo qualche critica per non essere il degno sostituto di Kalinic e che non fosse da Fiorentina,...
TMW RADIO - Scanner: "Gli agenti dei calciatori, una figura discussa" In questa puntata di Scanner andata in onda su TMWRadio, l'avvocato Giulio Dini ha parlato degli agenti dei calciatori...
Juventus portabandiera e la leggenda del calcio spettacolo: Allegri ha creato un gruppo super, per un gioco semplice È' innegabile che se dobbiamo parlare di una squadra italiana che rappresenti al meglio in Europa la nostra bandiera in questo momento...
L'altra metà di ...Leonardo Perez Federica, la compagna di Leonardo Perez, attaccante dell'Ascoli, è intevenuta ai microfoni di TMWRadio nella rubrica...
Fantacalcio, RESOCONTO E TABELLINI 34^ GIORNATA Tutti i bonus e malus della 34^ giornata di Serie A       ATALANTA 2 - 2 JUVENTUS GOL (+3): Conti, Dani Alves, Freuler AUTOGOL (-2):...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 01 maggio 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi lunedì 01 maggio 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.