HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A: quale di questi attaccanti vi ha deluso di più?
  Giovanni Simeone
  Edin Dzeko
  Arkadiusz Milik
  Patrik Schick
  Marko Pjaca
  Paulo Dybala
  Duvan Zapata
  Keita Balde Diao
  Simone Zaza

La Giovane Italia
La Giovane Italia

RMC SPORT - Pea: "Calcio italiano difficile per i giovani. Squadre B utili"

03.11.2018 14:19 di Sebastian Donzella   articolo letto 3530 volte
© foto di Jacopo Duranti/TuttoLegaPro.com

Fulvio Pea, ex tecnico tra le altre della Primavera di Samp e Inter e delle prime squadre di Sassuolo, Monza e Cremonese, attuale responsabile del settore giovanile del Livorno, è intervenuto ai microfoni de La Giovane Italia, su RMC Sport, intervistato da Paolo Ghisoni e Dario Ronzulli. Questa la sua analisi sul suo ruolo in amaranto: "Da mister a dirigente? L'importante è fare calcio. E poi mi piace cambiare: ho trasformato un hobby in un lavoro, è un privilegio che mi è capitato in questi ultimi 31 anni. Essere direttore tecnico di un settore giovanile ti permette di lavorare insieme ad allenatori ambiziosi, dando consigli utili ai giovani calciatori che hanno voglia di emergere. È un momento piacevole della mia vita professionale che mi entusiasma molto: ad oggi, è stata una scelta molto positiva". "Puoi trovare tutti i talenti U19 sull'Almanacco "La Giovane Italia" - (CLICCA QUI PER I DETTAGLI).

Sui giovani italiani tra seconde squadre e poco utilizzo in Serie B: "Il calcio italiano è molto difficile perché molto più tattico di altri campionati. Si pretende sempre e solo il risultato e non si riesce magari a dare valore alle prestazioni. E quindi per i giovani è un pochino più difficile trovar spazio. E soprattutto per chi vorrebbe farli giocare, diventa difficile utilizzarli con maggior frequenza. Ma sono convinto che il nostro calcio ha parecchi giovani bravi: hanno semplicemente bisogno di maturare. All'estero le seconde squadre aiutano a completare la formazione di un atleta: a noi questo sta un po' mancando anche se la Juve sta tentando di aprire una strada in questa direzione, aiutando i giovani a maturare vicino casa, un aspetto importante per la crescita dei giocatori. I ragazzi che hanno fatto bene nell'Under 19 e adesso sono approdati in Serie B, avranno la possibilità di mettersi in mostra a breve. L'età media dell'atleta che si afferma è di 23-24 anni, quando vi è la maturità non solo fisica ma anche mentale. Bisogna avere la forza di aspettare questi giovani, perché i calciatori bravi in Italia ci sono".

Spazio poi alla Youth League, che Pea segue da vicino nelle vesti di commento tecnico: "Il livello è molto alto e interessante, soprattutto da parte delle squadre inglesi. La vera sorpresa è la capacità di ogni singolo giocatore britannico di trovare con semplicità la soluzione migliore: riescono a trovarla con tranquillità anche quando sono sotto pressione. C'è alla base un grosso lavoro fatto dagli istruttori, che lavorano singolarmente o di reparto, prima ancora che dagli allenatori".

Sulle prime mosse di Gabriele Gravina, nuovo presidente della FIGC : "Mi piacerebbe che i nostri bambini facessero più attività fisica a scuola, come già avviene da tempo all'estero. Con un programma scuola-sport personalizzato per i piccoli calciatori, soprattutto per migliorare nelle parti di tecnica e tattica che sono le più carenti. E poi spero prosegua l'esperienza delle squadre B, è un elemento che può aiutarci a far crescere i nostri giovani".

Chiusura con un consiglio a tutti gli atleti: "Il lavoro ripaga sempre. Se uno ci mette tanto di proprio, il risultato alla fine lo porta a casa. È una cosa scontata ma tanti ragazzi la dimenticano nel loro percorso quotidiano".



TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie B

Primo piano

TMW - Milan, idea Gasperini per la prossima stagione Un contatto informale per sondare la disponibilità. Il Milan studia la situazione per la panchina del futuro e sta valutando diversi profili. Tra questi l’allenatore dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, con cui ci sarebbero già degli approcci informali. Gasperini nome valido per il...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy