HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi sarà il capocannoniere del Mondiale?
  Cristiano Ronaldo
  Lionel Messi
  Neymar
  Romelu Lukaku
  Harry Kane
  Antoine Griezmann
  Denis Cheryshev
  Sergio Aguero
  Gabriel Jesus
  Diego Costa
  Timo Werner
  Dries Mertens
  Luis Suarez
  Kylian Mbappé
  Artem Dzyuba
  Edinson Cavani
  Falcao
  Mario Mandzukic
  Thomas Muller
  Altro

La scheda di Carlo Nesti

Nesti: "Avellino e la solidarietà - L'avanzata del Sassuolo"

04.11.2015 18:23 di Carlo Nesti   articolo letto 11820 volte

Avellino: quando c'è diffidenza anche verso la solidarietà

"E' successo che la squadra di calcio dell'Avellino - dice Carlo Nesti, al Direttore della Radio Vaticana Italia Luca Collodi, nella rubrica "Non solo sport" del lunedì, alle 12,35 - abbia presentato la maglia benefica, per la partita contro l'Ascoli, con la scritta "Benevento", una rivale storica del club irpino. Benevento, infatti, è stata colpita dall'alluvione, e sia i tifosi, sia il club dell'Avellino, in questo caso, sono andati ben oltre i motivi che separano le 2 città. Il principale quotidiano sportivo del nostro paese ha sottolineato che è come se il Pisa, per una volta, indossasse una divisa con la scritta "Livorno", o l'Atalanta una divisa con la scritta "Brescia": ipotesi, nell'Italia ancora dei Comuni, dei campanili e delle contrade, da fantascienza. E' successo, poi, che questa scritta sia diventata "Alzati Sannio", con il logo della Caritas. A quel punto, c'è chi ha visto nell'inatteso cambiamento un segnale di resa, verso quei tifosi dell'Avellino più estremisti, che si sono scatenati sul Web, e non hanno apprezzato il nome "Benevento" sulle maglie dei giocatori. Ora, che la sindrome del sospetto, e il culto della dietrologia siano ben radicati nel nostro paese, è arcinoto, e spesso utile, per scoprire ciò che, di brutto, si vorrebbe nascondere. Ma la diffidenza verso la solidarietà, espressa, comunque, con una scritta dedicata da Avellino a Benevento, in una forma più generale, e con il logo incontestabile della Caritas, mi sembra, francamente, esagerata. E' giusto lanciare un appello: in questi tempi agitati, cerchiamo sempre, fra noi, quello che ci unisce, e non quello che ci divide".

Fra le provinciali, tocca al Sassuolo sedersi al tavolo delle grandi.

"Il Sassuolo fa parte del ristretto gruppo di squadre, non appartenenti a città capoluogo di provincia, che comprende anche Carpi, Casale, Cesena, Empoli, Lecco, Legnano e Pro Patria, capaci di raggiungere la Serie A a girone unico. Direi che rappresenta il compromesso ideale fra una grande proprietà, e le risorse del territorio. Sassuolo, infatti, con i suoi quasi 41 mila abitanti, a 16 chilometri da Modena, è il "cuore" dell'Unione dei Comuni del Distretto Ceramico, che ha conosciuto una fortissima espansione nel dopoguerra. Il patron è Giorgio Squinzi, amministratore unico di Mapei, leader mondiale di adesivi, sigillanti, e prodotti chimici per l'edilizia, e presidente della Confindustria. La squadra è nata nel 1920, e Squinzi ha cominciato ad appoggiarla nel 1983, entrando e uscendo dalla porta, a seconda dei periodi. L'artefice della promozione in Serie A, nel 2013, è l'allenatore Eusebio Di Francesco, e la sua storia personale passa anche attraverso i positivi esami di coscienza di Squinzi. Lo aveva esonerato, infatti, nel gennaio 2014, salvo riaffidargli l'incarico a marzo, per la serie: sbagliare è umano, e sbagliando, si impara. Sicuramente, è stato molto importante per il Sassuolo godere dei contatti ad alto livello del patron, e, in particolare, della sinergia con la Juventus (vedi Berardi e Zaza). Insomma: il Sassuolo non è un miracolo, ma una realtà, frutto della programmazione, e, attenzione, senza mai spese folli, come potrebbe far pensare la presenza di Mapei".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie B

Primo piano

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e ufficialità del 24 giugno L’AGENTE DI MERET: “NAPOLI CLUB PIÙ CONVINTO, È LA SOLUZIONE IDEALE”. INTER-MALCOM, OSTACOLO FAIR PLAY FINANZIARIO. SAMPDORIA, L’AGENTE DI CRAGNO SPINGE IL PORTIERE IN BLUCERCHIATO. TORINO, BRUNO PERES CI RIPENSA - “Il Napoli è il club più convinto, è la soluzione ideale”. Così l’agente...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy