HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » milan » Editoriale
Cerca
Sondaggio TMW
Corsa Scudetto: chi s'è rinforzato di più in difesa?
  L'Inter con l'esperienza di Diego Godin
  La Juventus con l'acquisto di De Ligt
  Il Napoli affiancando Manolas a Koulibaly

Inter: dopo Lazaro, pronto Lukaku. Milan scambio in vista con il PSG, Juve e DeLigt sempre avanti, Napoli arriva Manolas. Le grandi si muovono, il mercato impazza

27.06.2019 17:30 di Luca Marchetti    articolo letto 88980 volte
Inter: dopo Lazaro, pronto Lukaku. Milan scambio in vista con il PSG, Juve e DeLigt sempre avanti, Napoli arriva Manolas. Le grandi si muovono, il mercato impazza
© foto di Federico De Luca
In ordine di tempo è Milan a “muoversi” per ultima. Ma questo non significa che sia in ritardo. Si sta muovendo,per cercare di colmare i propri gap, in mezzo a conti da far tornare e opportunità da poter cogliere. Posto che per Theo Hernandes (di proprietà del Real) si fa sul serio, soprattutto dpo l’incontro con Paolo Maldini a Ibiza, il lavoro più grande nei prossimi giorni sarà con l’ex responsabile dell’area tecnica Leonardo. In vista infatti c’è un ritorno di fiamma molto prepontente del Psg per Donnarumma. La valutazione del portiere della Nazionale è almeno 50 milioni di euro, Leo lo conosce molto bene e forse questo migliora anche la trattativa. Si sta ragionando però su uno scambio: Areola a Milano (con almeno 30 milioni di euro in più) e Donnarumma a Parigi. Questa la prima base parigina. Quei 30 milioni che magari possono proprio servire per Torreira. L’offerta ancora non è partita, lo farà nei prossimi giorni (strutturata peraltro con un prestito e obbligo di riscatto per un totale di 35): ma questo non significa che si chiuderà, anzi, visto che l’Arsenal non sembra intenzionato a privarsene.
Discorso diverso invece per un’altra inglese in casa Inter. Nelle prossime ore presenterà la prima offerta ufficiale al Manchester United da 70 milioni di euro tra prestito (che potrebbe essere biennale) e obbligo di riscatto. Qui però i segnali che arrivano dall’Inghilterra sono diversi perché pare ci sia una prima vera apertura dei Red Devils a queste condizioni. La trattativa dunque entrerà presto nel vivo, magari all’inizio della prossima settimana. Nel frattempo l’Inter definisce l’arrivo di Valentino Lazaro: accordo trovato con l’Herta Berlino per 22 milioni più bonus. Nel pomeriggio c’è stato un nuovo incontro con Federico Pastorello, intermediario dell’operazione, e si è trovata l’intesa. Sebbene non siano state ancora fissate le visite mediche (devono ancora essere sistemati alcuni dettagli) l’operazione non è a rischio. Conte avrà il suo esterno destro. In uscita si comincia a muovere qualcosa per Dalbert: il Lione ha offerto 18 milioni di euro, l’Inter ne vuole almeno 2 in più... insomma non c’è molta distanza. Nel frattempo si sta sbloccando anche la trattativa con lo Standard Liegi per Vanheusden: domani potrebbe arrivare l’ok definitivo per 12/13 milioni (magari con opzione per riacquisto dell’Inter). La necessità di fare 46 milioni totali di plusvalenze entro sabato sta portando l’Inter a valutare anche altre possibili cessioni. Oggi nuovo incontro col Genoa, che punta Andrea Pinamonti per un’operazione a titolo definitivo. Operazione sulla quale l’Inter sta riflettendo molto: inserendo la recompra non varrebbe (subito) come plusvalenza, ma non vorrebbe neanche perdere il “controllo” sul ragazzo (che comunque sarebbe stato mandato in prestito a giocare). Insomma c’è da ragionare.
Nel frattempo sempre nel pomeriggio era arrivato in sede l’agente di Borja Valero, altro possibile partente. In realta per il momento non sembra muoversi, nonostante il prossimo arrivo di Sensi (che si dovrebbe chiudere nelle prossime ore con Gravillon nella trattativa). Slitta invece l’operazione Dzeko perché bisogna riflettere sulle contropartite.
La Juventus nel frattempo ha praticamente raggiunto un accordo con De Ligt a 12 milioni di euro (bonus compresi) per 5 anni, con clausola rescissoria che dovrebbe essere da 150 milioni a salire al termine di ogni stagione. È proprio questo particolare che sta facendo la differenza nel la “sfida” di mercato con il PSG (le clausole sono vietate in Ligue1) e i tempi stretti hanno favorito la Juve. Da adesso in poi, con l’asse giocatore Juve, inizia la trattativa con l’Ajax (avvisato della novità) che può essere lunga e con insidie visto che gli olandesi partono da una richiesta di 75 milioni, la cifra che garantiva il Psg.
Nel frattempo la Juventus si è incontrata anche con la Roma per provare a fare delle operazioni, senz riuscirci. La più gustosa sarebbe stata Zaniolo-Higuain, ma l’argentino non avendo dato l’ok al trasferimento neanche è iniziata. Poi si è provato a capire Luca Pellegrini in scambio o con Spinazzola o con Perin, ma anche in questo caso nessun accordo. Le parti si sono lasciate con la possibilità di fare operazioni a livello giovanile, interessanti sia dal punto di vista tecnico che economico. Capitolo Raniot: la Juve mantiene un atteggiamento prudente, il giocatore avrebbe preso la decisione di diventare un nuovo giocatore bianconero ma ha già fatto sapere che prima del 1 luglio non firmerà il contratto: i bianconeri attendono.
A Napoli forse non dovranno aspettare tanto per abbracciare Kostas Manolas. Il Napoli infatti pagherà i 36 milioni della clausola rescissoria. 34 andranno alla ROMA (che realizza una plusvalenza da 30 milioni) due al giocatore. Per Manolas contratto da 4,5 milioni a stagione. Nella stessa operazione Diawara andrà invece alla Roma: valutazione finale sui 18 milioni più 2 bonus, quindi 20 se raggiungerà determinati obiettivi. Diawara è conosciuto benissimo da Fonseca, che lo ha visto da vicino nelle sfide tra Napoli e Shakthar in Champions League lo scorso anno. Nel frattepmo accordo raggiunto anche con Fabian Ruiz per il rinnovo fino al 2024, con aumento di ingaggio importante e l’eliminazione della clausola rescissoria presente nel contratto, che poteva essere attaccabile da club come il Real che lo stava già cercando. La firma arriverà a fine Europeo Under 21.
A Roma si continua a lavorare sulle uscite: il Marsiglia ha chiesto Schick, ma la società al momento non è convinta di cederlo, anche perché continua la trattativa fra l’entourage di El Shaarawy e lo Shanghai Shenhua. Se arriveranno le garanzie economiche per il giocatore, allora partirà la trattativa anche con la Roma.
La Lazio invece è sempre più vicina a Manuel Lazzari: appuntamento nel fine settimana per trovare l’accordo con la Spal. Nell’operazione potrebbe rientrare anche Murgia. Nel frattempo la Spal ha già trovato il sostituto: è D’Alessandro (lo voleva anche il Verona) che arriverà nei prossimi giorni, ideale sostituto per rimpiazzare un titolare come Lazzari.
Il Bologna ha chiuso Denswil dal Bruges, difensore, per 6,3 milioni e ha raggiunto anche l’accordo con il Sint Truden per Tomiyasu (7 milioni). Bigon, Di Vaio e Sabatini hanno sistemato la difesa (visto che arriverà anche Bani). Nel frattempo Avenatti è stato ceduto allo Standard Liegi (4 milioni più bonus). Il Genoa ha provato a prendere Gerson dalla Roma, ma la trattativa ha subito una frenata, passi in avanti invece per lo scambio con il Sassuolo (Cassata Russo) e in chiusura anche l’affare Barreca (prestito con diritto di riscatto). Al Sassuolo piace Okereke dello Spezia

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Milan

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510