HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » napoli » Copertina
Cerca
Sondaggio TMW
Italiane, chi va avanti in Champions League?
  Passerà solo la Juventus
  Juventus e Napoli
  Juventus, Napoli e Inter
  Juventus e Inter
  Juventus, Napoli e Atalanta
  Juventus, Atalanta e Inter
  Juventus, Atalanta, Napoli e Inter

Ancelotti in conferenza: "Salisburgo forte, ma avevamo le idee chiare sul piano tattico! Luperto è il simbolo di questa vittoria. Su Insigne..."

Carlo Ancelotti arriva visibilmente soddisfatto in conferenza stampa dopo il 3-2 sul Salisburgo alla Red Bull Arena.
23.10.2019 23:38 di Antonio Gaito    per tuttonapoli.net   articolo letto 278 volte
Ancelotti in conferenza: "Salisburgo forte, ma avevamo le idee chiare sul piano tattico! Luperto è il simbolo di questa vittoria. Su Insigne..."

Carlo Ancelotti arriva visibilmente soddisfatto in conferenza stampa dopo il 3-2 sul Salisburgo alla Red Bull Arena.

Ha indovinato tutte le scelte.
"Volevamo giocare in modo più verticale. Sapevamo di dover difendere bene, i due attaccanti rapidi poteva dare un vantaggio nel contropiede e così è stato. Hanno lavorato molto bene, con idee chiare su quello che dovevano fare".

Cosa significa quell'abbraccio di Insigne?
"Gli avevo detto che avrebbe giocato, che non sapevo quanto avrebbe giocato, ma che sapevo avrebbe deciso la partita".

Il Napoli non vinceva in Champions da 3 anni, il Salisburgo non perdeva da 19 partite. Quanto è soddisfatto?
"Sono molto contento per il Napoli, sono contento di questa partita. Ci mette in vantaggio nella qualificazione del gruppo che è l'obiettivo. Sapevamo e lo sappiamo anche ora quanto è forte questa squadra. Ora dobbiamo affrontarli in casa, abbiamo preso un piccolo vantaggio ma le difficoltà di questa partita c'erano tutte e devo dire che la squadra ha interpretato bene tutte le situazioni".

Rispetto a come è andata, cosa la gara ha confermato e cosa l'ha sorpresa?
"La partita è andata come avevamo previsto. Abbiamo cercato di difendere più bassi, forse nella prima parte del secondo tempo abbiamo allentato un po' troppo la pressione, invece poi è andata meglio. Non ci sono state sorprese, sapevamo che ci sarebbe stato da soffrire per 90 minuti".

È la partita della svolta per il suo Napoli?
"È chiaro che questo tipo di partite danno consapevolezza circa quello che si può fare. Succede quando fai le cose fatte bene, è la vittoria di quei giocatori che hanno giocato meno nell'ultimo periodo. Uno su tutti: Luperto. Ha dimostrato grande sicurezza e grande applicazione, è il simbolo di questa vittoria. Poi premio il lavoro di tutti, però quando un giocatore che gioca così poco si fa trovare così pronto è un messaggio per tutti".

Questa squadra può avere quel quid in più grazie al carattere?
"Io credo che noi dobbiamo mostrare le qualità che abbiamo. Secondo me questa è una squadra di qualità, di carattere e personalità. Se devo definire la mia squadra, direi di qualità, più che di carattere".

Qual è la posizione ideale di Insigne?
"In queste ultime due partite ha giocato centrosinistra, in fase difensiva magari in coppia con un altro attaccante. Non avere un terzino sinistro che spinge ci porta ad avere lui più dentro il campo, è cambiato solo quello, oltre al fatto che magari l'anno scorso giocava più sul centrodestra. La differenza sta tutta nella testa, non nella strategia: è la testa a contare nel calcio, non la strategia".

Ha visto progressi da parte di Lozano?
"Io se devo fare riferimento alla partita di oggi a me è piaciuto molto. I due attaccanti hanno eseguito perfettamente il compito assegnato, poi che non abbia fatto gol è un dettaglio. Ha fatto i movimenti giusti, sullo stesso livello di Mertens: poi Mertens ha fatto gol, però il lavoro l'hanno fatto entrambi ottimamente. Quindi per me può giocare attaccante centrale, senza discussioni".

Aveva detto che sarebbe stato un confronto tra due squadre di altissima qualità. Ha avuto conferme?
"Sono due squadre che vogliono giocare a calcio, forse noi stasera l'abbiamo fatto in maniera meno spregiudicata. Loro restano una squadra molto molto offensiva".

Ancora il gol di Insigne: rappresenta le emozioni della gara?
"Certamente sì, era una partita importante a cui tenevamo molto".

Luperto simbolo della vittoria. Di Lorenzo che ha giocato di nuovo adattato a sinistra?
"Sta confermando. Ne stanno parlando un po' di tutti: è arrivato in Nazionale, non devo fare altro che ribadirgli i complimenti che gli stanno facendo tutti in questo momento".

Al di là del risultato. Cosa le è piaciuto di più e cosa di meno?
"Mi è piaciuto che la squadra sia stata bene in partita nelle varie situazioni. Abbiamo sofferto, abbiamo difeso bene, qualche palla persa ma la partita è stata ottima sennò qui non si vince".

Sottolineiamo l'abbraccio a Insigne?
"L'ho già detto. Ho detto che gli avevo predetto che avrebbe fatto gol, ogni tanto ci azzecco anche io".

Data la reazione sul 2-2, questa vittoria può considerarsi la più importante della sua gestione?
"Beh, in Champions in trasferta non avevamo mai raccolto i tre punti. È una vittoria importante, spero che serva per rasserenare gli animi, all'esterno. Perché all'interno l'abbiamo detto: c'è stata qualche scaramuccia. Ma se le scaramucce servono a mettere energia, come per Insigne, ne facciamo una ogni giorno".

Pensa di recuperare qualcuno tra Maksimovic, Mario Rui e Manolas?
"Manolas e Mario Rui credo di si".


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Napoli

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510