HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
Nato Oggi...

Andriy Shevchenko, Pallone d'Oro simbolo di un'era rossonera

29.09.2018 05:00 di Lorenzo Di Benedetto  Twitter:    articolo letto 5837 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Considerato a ragione uno dei più forti giocatori ucraini di tutti i tempi, Andriy Shevchenko è cresciuto e si è consacrato con la maglia della Dinamo Kiev. Dopo tutta la trafila nelle giovanili, nel '94 arrivò l'esordio in prima squadra. In 5 anni disputò 117 partite segnando 60 gol, in pratica uno ogni due gare. Da lì, nel '99, l'intuizione rossonera e l'arrivo a Milano per un corrispettivo di circa 50 miliardi di lire. Il 29 agosto, nel suo esordio in campionato col Milan, segnò la prima di una lunghissima serie di reti che lo porteranno ad essere ricordato come uno dei più forti attaccanti passati da San Siro in epoca recente. Con 23 reti in campionato si laureò capocannoniere all'esordio italiano, impresa riuscita solo a un certo Platini. Nel 2003, nonostante una stagione partita male a causa di un infortunio, portò il Milan alla vittoria della Champions League con il famoso rigore nella finale contro la Juventus. La stagione successiva fu di nuovo ricca di successi e nel 2004, dopo averlo sfiorato in più di un'occasione, ecco la vittoria del Pallone d'Oro. Sheva lasciò il Milan il 31 maggio del 2006 per trasferirsi a Londra, nel Chelsea. L'esperienza con i Blues però non fu fortunata come le precedenti, con l'ucraino che rimase a Stamford Bridge per due stagioni prima di tornare, in prestito, proprio al Milan. A fine anno però il Milan non riscattò il suo cartellino e il giocatore rientrò al Chelsea prima di far ritorno, per chiudere la carriera, alla Dinamo Kiev. Anche per l'Ucraina Shevchenko rappresenta una vera e propria istituzione dall'alto dei 48 gol nelle 111 partite giocate. Oggi Shevchanko è l'allenatore della Nazionale del suo paese. In carriera, oltre al già citato Pallone d'Oro, ha vinto 5 campionati ucraini, 3 Coppe d'Ucraina, una Coppa Italia, uno Scudetto, una Supercoppa italiana, una Coppa d'Inghilterra, una Coppa di Lega inglese, un Community Shield, una Supercoppa d'Ucraina, una Champions League e una Supercoppa UEFA. Oggi Andriy Shevchenko compie 42 anni.
Sono nati oggi anche Silvio Piola, Alessio Sestu, Per Mertesacker, Andrea Rispoli, Jehven Konoplyanka, Andrea Poli, Adem Ljajic, Marcello Trotta e Carlos Salcedo.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Marotta: "Rinnovo Icardi, ci riproviamo. In passato offerta non congrua" Beppe Marotta, amministratore delegato dell'Inter, ai microfoni di Sky: "Società nuova ma che ha alle spalle una storia,con un management di grande spessore che mi ha agevolato l'inserimento". Sulle parole di Nedved: "Penso che l'episodio ormai non meriti più attenzione, argomento...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->