HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Calciomercato chiuso: quale big s'è mossa meglio?
  Juventus
  Napoli
  Roma
  Inter
  Lazio
  Milan

La Giovane Italia
Nato Oggi...

Rubinho, due presenze e otto trofei con la maglia della Juventus

04.08.2018 05:00 di Lorenzo Di Benedetto  Twitter:    articolo letto 18554 volte
© foto di Federico De Luca

Due presenze e otto trofei. Questo il bottino di Rubens Fernando Moedim, noto a tutti semplicemente come Rubinho, con la maglia della Juventus, in quattro stagioni. Nato calcisticamente nel Corinthians, dopo una breve esperienza al Vitoria Setubal è arrivato in Italia nel 2006, al Genoa, dov'è rimasto per tre stagioni, disputando 101 partite. Successivamente il passaggio al Palermo, e dopo soli sei mesi quello al Livorno. Un anno difficile quello trascorso tra Sicilia e Toscana, con il Torino che, nel 2010, decise di puntare su di lui per il campionato di Serie B. 26 presenze nel club labronico e il ritorno al Palermo, ma dopo quattro mesi senza mai scendere in campo arrivò la chiamata della Juventus. Strana la sua storia in bianconero, visto che l'estremo difensore, giocando soltanto due gare, ha arricchito il suo palmares con quattro Scudetti, due Supercoppe italiane e altrettante Coppe Italia. In Brasile aveva invece vinto due volte il campionato Paulista e una Coppa nazionale. Oggi Rubinho compie 36 anni e dopo l'addio alla Juve e il ritorno al Genoa, adesso veste la maglia dell'Avai.

Sono nati oggi anche Diego Latorre, Domenico Toscano, Luis Antonio Valencia e Saido Berahino.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie

Primo piano

L'umiltà di CR7 e una rosa pazzesca: il buongiorno della Juve. Il bilancio del mercato: la rinascita di Milano. De Laurentiis stecca, Ancelotti no. E' stata l'estate dei grandi agenti e intermediari L'antipasto del campionato, ripartito sotto i riflettori quando forse era lecito aspettarsi una più sensibile e umana commozione da parte delle alte sfere del nostro pallone, è stato quel che ci aspettavamo. Il Chievo che alza le sue Maginot, la Juventus ancora sulle gambe, Cristiano...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy