Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / potenza / Primo Piano
Potenza, sarà Luca Pandolfi il "nemico pubblico" numero uno da monitorare domani con attenzione
sabato 26 novembre 2022, 19:06Primo Piano
di Redazione 1 TuttoPotenza
per Tuttopotenza.com

Potenza, sarà Luca Pandolfi il "nemico pubblico" numero uno da monitorare domani con attenzione

L'attaccante Luca Pandolfi ad oggi con la maglia della Juve Stabia ha segnato una sola rete ma a nostro avviso domani sarà lui il "nemico pubblico" numero uno che la difesa di mister Raffaele dovrà monitorare con molta attenzione. Dopo un’ottima prima metà di campionato con la Turris in Serie C, con 6 gol e tante prestazioni di livello, Pandolfi è finito nel mirino di diversi club di B. A spuntarla è stato il Brescia, che ha ingaggio' tre anni fa il calciatore in prestito con diritto di riscatto. Poco dopo la firma sul contratto però, tra i lombardi e la Turris, è nata una querelle. La società campana avrebbe, secondo l’accusa delle Rondinelle, ceduto Pandolfi sapendo che quest’ultimo era infortunato.

I vari ricorsi del Brescia però sono stati tutti respinti, il calciatore non è stato riscattato e questa estate è partito in ritiro con la Turris. Con i corallini però qualche screzio, sebbene poi rientrato, con l’attaccante impiegato anche alla prima di campionato. Ma la cessione era nell’aria. A cercarlo Pisa, Frosinone, Pordenone, Ascoli, ma anche Bari e Catanzaro. Alla fine l’ha spuntata il Cosenza e Pandolfi si è presentato per giocare in Serie B per restarci ma le cose non sono andate bene dato il ragazzo in Calabria ha refertato in cadetteria solo 17 partite non tutte giocate da titolare e senza andare mai in rete.

Cresciuto nell’Alto vicentino, dopo un breve passaggio al Melfi, Pandolfi trova continuità prima al Portici e poi soprattutto al Castrovillari, dove realizza 12 gol in 31 presenze nell’annata 2018/2019. A lanciarlo a Castrovillari è stato l'attuale ds del Potenza Varrà che in estate per questo ha sondato l'entourage del giocatore per capire se era possibile portarlo in rosso-blù. Il campionato successivo lo vede prima ad Alessandria e, da gennaio, ad Arezzo, ma causa lockdown con gli amaranto giocherà appena quattro gare. Ecco quindi la Turris che gli permette di consacrarsi. Il resto è storia già raccontata. Adesso Pandolfi cerca il definitivo salto di qualità con la maglia della Juve Stabia.