HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi sarà il capocannoniere della Serie A 2018/19?
  Cristiano Ronaldo
  Gonzalo Higuain
  Mauro Icardi
  Ciro Immobile
  Edin Dzeko
  Dries Mertens
  Paulo Dybala
  Gregoire Defrel
  Arkadiusz Milik
  Duvan Zapata
  Krzysztof Piatek
  Mario Mandzukic
  Leonardo Pavoletti
  Altro

La Giovane Italia
Probabili formazioni

Le probabili formazioni di Germania-Svezia - Pochi dubbi per i due ct

Calcio d'inizio ore 20. Diretta testuale, pagelle e voce dei protagonisti su TMW!
23.06.2018 06:56 di Dennis Magrì  Twitter:    articolo letto 2907 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Dopo il clamoroso tonfo nella gara inaugurale contro il Messico, la Germania a testa bassa dovrà reagire ed evitare un tracollo simile a quello dell’Argentina. Per la nazionale allenata da Joachim Low, però, l’appuntamento di questa sera non sarà dei più agevoli: a Sochi, all’Olimpico Fist, l'avversaria di turno sarà la Svezia.
Gli scandinavi, che non hanno deluso le attese nel match contro la Corea del Sud (1-0, gol di Granqvist dal dischetto), hanno dimostrato di essere compatti ed ordinati, ma soprattutto forti nei duelli aerei: la chiave del match, dunque, potrebbe essere proprio sulle palle inattive.
Al momento gli svedesi, alla pari del Messico, sono in testa al girone F dopo i primi novanta minuti giocati: una vittoria contro i campioni del mondo in carica, spalancherebbe la porta degli ottavi di finale a Forsberg e compagni.

COME ARRIVA LA GERMANIA - Rispetto alla sfida di sei giorni fa, Low potrebbe cambiare qualcosina nello scacchiere tattico. In difesa, ad esempio, giocherà Hector e non Plattenhardt sulla sinistra, con Kimmich, Hummels e Boateng a completare la linea a quattro nel solito 4-2-3-1. Accanto all’inamovibile Kroos, Brandt e Khedira si giocano una maglia da titolare in mediana. In attacco, infine, alle spalle di Mario Gomez (in pole su Werner) agirà il terzetto composto da Muller, Ozil e Draxler.

COME ARRIVA LA SVEZIA - Il commissario tecnico Andersson sembra intenzionato a confermare lo schieramento tattico che contro la Corea del Sud ha fatto una buona impressione. Solito 4-4-2, con Claesson e Forsberg esterni di centrocampo ed il duo Ekdal-Larsson in mezzo, anche perché Rohden non è al meglio. In attacco Berg sarà affiancato da Toivonen. In difesa, infine, avanti ad Olsen agiranno Lustig, Granqvist, Jansson ed Augustinsson.

LE PROBABILI FORMAZIONI

GERMANIA (4-2-3-1): Neuer; Kimmich, Hummels, Boateng, Hector; Brandt, Kroos; Muller, Ozil, Draxler; Gomez. A disposizione: Ter Stegen, Trapp, Plattenhardt, Ginter, Rudiger, Sule, Khedira, Goretzka, Rudy, Gundogan, Reus, Werner. Allenatore Joachim Low.

SVEZIA (4-4-2): Olsen; Lustig, Granqvist, Jansson, Augustinsson; Claesson, Larsson, Ekdal, Forsberg; Berg, Toivonen. A disposizione: Nordfeldt, Johnsson, Krafth, Olsson, Helander, Svensson, Hiljemark, Rohden, Thelin, Durmaz, Guidetti. Allenatore: Jan Andersson.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Russia 2018

Primo piano

L'ansia e le lacrime: Cristiano Ronaldo è diventato umano L’ansia per il primo gol in Serie A, confessata dopo la vittoria sul Sassuolo. Le lacrime per l’espulsione all’esordio in Champions League, suo terreno di caccia preferito. Due indizi non fanno ancora una prova, ma indicano una direzione: Cristiano Ronaldo è diventato umano. A dispetto...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy