HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi tra le italiane passerà il girone di Champions League?
  Tutte
  Juventus, Inter e Roma
  Juventus, Inter e Napoli
  Juventus, Napoli e Roma
  Inter, Napoli e Roma
  Juventus e Roma
  Juventus e Inter
  Juventus e Napoli
  Inter e Roma
  Inter e Napoli
  Roma e Napoli
  Solo la Juventus
  Solo la Roma
  Solo l'Inter
  Solo il Napoli
  Nessuna

La Giovane Italia
Probabili formazioni

Le probabili formazioni di Pro Vercelli-Venezia - Out Raicevic, Suciu dal 1'

01.05.2018 06:28 di Antonino Sergi   articolo letto 1215 volte
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com

Da qui passa il futuro. Soprattutto per la Pro Vercelli verrebbe da dire, il fanalino di coda del campionato ha la grande possibilità davanti ai propri sostenitori di rialzare la testa e sperare in una salvezza che qualche settimana fa appariva molto complicata. La squadra di Gianluca Grassadonia infatti ha ottenuto tre punti di platino al Piola contro la corazzata Parma, adesso i punti che li separano dalla zona playout sono soltanto tre. I piemontesi possono approfittare di un turno che vede la Ternana impegnata al Tardini e l'Ascoli nello scontro diretto contro l'Entella. Non sarà facile comunque avere la meglio sul Venezia, squadra ostica quella di Filippo Inzaghi che con le tre ultime vittorie consecutive si è portato soltanto a tre punti dalla zona promozione diretta. Un traguardo incredibile per i lagunari che soltanto lo scorso anno ha vinto il campionato di Lega Pro. Esaltante l'ultima vittoria al Penzo contro il Palermo, un 3-0 senza storia che ha regalato al pubblico la possibilità di sognare in questo finale di stagione. Partita sicuramente più complicata per la Pro Vercelli che ha un solo risultato, la può affrontare con più tranquillità il Venezia stando attento però a non abbassare di troppo la guardia. All'andata la sfida terminò con il risultato di Cernuto e Firenze, quest'ultimo passato a gennaio proprio al Venezia.

COME ARRIVA LA PRO VERCELLI - Sono quattro le assenze per mister Grassadonia che non avrà a disposizione gli infortunati Bertosa, Kanoute e Altobelli ai quali si è aggiunto anche lo squalificato Raicevic. L'ex tecnico della Paganese probabilmente opterà per la conferma del 4-3-3 con Reginaldo di punta affiancato da Gatto e Bifulco, il primo autore dell'assist vincete per Castiglia contro il Parma. Resta in dubbio la presenza in mezzo al campo di Vives, l'esperto centrocampista potrebbe essere risparmiato in vista delle prossime sfide. In caso sarà titolare Paghera al fianco di Castiglia e Germano. Stringe i denti Mammarella con Ghiglione sulla corsia opposta.

COME ARRIVA IL VENEZIA - "Tardi per il secondo posto". Filippo Inzaghi nasconde il suo ottimismo e la sua speranza alla vigilia di questa importante sfida. Il tecnico dei lagunari non si discosta dal suo 3-5-2 ed in attacco schiera Litteri con Marsura, scalpita Zigoni mentre non sarà della partita lo spagnolo Geijo. A centrocampo le conferme più importanti sono quelle per Stulac e Suciu, entrambi in gol contro il Palermo. Sugli esterni invece ci saranno l'ex Latina Bruscagin e Del Grosso. Difesa a tre davanti ad Audero composta da Andelkovic, Domizzi e Modolo.

LE PROBABILI FORMAZIONI

PRO VERCELLI (4-3-3): Pigliacelli; Ghiglione, Bergamelli, Gozzi, Mammarella; Germano, Paghera, Castiglia; Gatto, Reginaldo, Bifulco. A disposizione: Gilardi, Marcone, Berra, Alcibiade, Konate, Jidayi, Vives, Alex, Ivan, Da Silva, Pugliese, Morra, Rovini. Allenatore: Gianluca Grassadonia.

VENEZIA (3-5-2): Audero; Andelkovic, Domizzi, Modolo; Bruscagin, Falzerano, Stulac, Suciu, Del Grosso; Litteri, Marsura. A disposizione: Russo, Gori, Frey, Cernuto, Garofalo, Zampano, Bentivoglio, Soligo, Fabiano, Firenze, Zigoni. Allenatore: Filippo Inzaghi.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Il livello della Serie A è in crescita, ma lo Scudetto è un'altra storia. In B e in C il caos va avanti e c'è un colpevole: non si può riformare il calcio cambiando le norme in corsa Il gioco corale della Sampdoria orchestrato da Marco Giampaolo. La nuova Fiorentina, giovane, ricca di talento e con un tridente offensivo già forte, ma potenzialmente devastante. Il calcio rapido e verticale del Sassuolo di Roberto De Zerbi, e la personalità del leader del Cagliari...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy