Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / roma / Cambio Campo
Cambio Campo - Gouka: “In Olanda c’è la sensazione che la Roma sia in vantaggio, ma il Feyenoord proverà come sempre a fare la sua partita”TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 22 febbraio 2024, 19:30Cambio Campo
di Emiliano Tomasini
per Vocegiallorossa.it
fonte Redazione Vocegiallorossa - Emiliano Tomasini

Cambio Campo - Gouka: “In Olanda c’è la sensazione che la Roma sia in vantaggio, ma il Feyenoord proverà come sempre a fare la sua partita”

Torna l'appuntamento con "Cambio Campo", la rubrica di Vocegiallorossa.it nella quale, prima di ogni partita della Roma, vi proponiamo un'intervista a un giornalista che segue la squadra avversaria.

L’ospite di oggi è Mikos Gouka, giornalista di AD Sportwereld, con il quale abbiamo parlato di Roma-Feyenoord.

Come è stato giudicato in Olanda il pareggio dell’andata?
“In Olanda c'è la sensazione che la Roma sia in vantaggio e abbia qualche possibilità in più di passare il turno. Si gioca con l'Olimpico pieno e i giocatori giallorossi hanno tantissima esperienza. La Roma ha le qualità per segnare in qualsiasi momento. Bisogna dire, però, che in questa partita di ritorno il Feyenoord ha a disposizione Geertruida, Timber e Giménez, giocatori che possono fare la differenza. Il pareggio di Rotterdam non è stato negativo ma - come ha detto Slot - è una pessima posizione di partenza per la gara di ritorno”.

Hai trovato differenze tra la Roma di De Rossi e quella di Mourinho?
“La Roma ora gioca più offensivamente di prima. A Rotterdam si vedeva che la squadra sembrava stanca fisicamente nella fase finale, e infatti il Feyenoord ha avuto più occasioni e controllato il gioco nel finale. L'intelligenza e l’attenzione dei tempi di Mourinho è ancora lì, ovviamente. I giocatori sanno cosa fare in ogni situazione di gioco”.

Chi è il giocatore della Roma che ti ha impressionato di più?
“Devo dire che mi ha colpito Bove, ha giocato molto bene a Rotterdam. Secondo me la Roma sentirà molto la sua assenza per il grande lavoro che fa in campo”.

Che partita ti aspetti da parte del Feyenoord?
“Il Feyenoord gioca sempre provando ad attaccare. Dall’arrivo di Arne Slot, la squadra è abituata a fare la propria partita e a non aspettare gli avversari. Anche a Roma, quindi, proveranno a giocare così. Poi però bisogna sempre fare i conti con l’avversario, la forza e l’atteggiamento di chi si ha di fronte determina la partita. La volontà del Feyenoord sarà sicuramente quella di andare all’attacco, poi bisogna vedere se la Roma glielo consentirà”.