Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / roma / Rassegna Stampa
Il punto sui rinnovi
giovedì 1 dicembre 2022, 14:05Rassegna Stampa
di Redazione Vocegiallorossa
per Vocegiallorossa.it

Il punto sui rinnovi

La Gazzetta dello Sport fa il punto sulla situazione rinnovi in casa Roma, partendo ovviamente da Nicolò Zaniolo.

ZANIOLO - Il calciatore è in scadenza nel 2024 e le parti hanno già iniziato a parlare tra di loro. Zaniolo vorrebbe circa 4 milioni di euro e la certezza di essere centrale nel progetto. Tiago Pinto è in attesa del via libera dei Friedkin che, come sottolinea la rosa, come forma mentis sono abituati a discutere i contratti alla fine della stagione.

SMALLING E MATIC - Entrambi hanno una clausola per il rinnovo al raggiungimento della metà delle presenze stagionali, con la differenza che l'inglese deve, nel caso, accettare l'eventuale rinnovo, come spiegato due settimane fa dalla nostra redazione.

EL SHAARAWY - Il Faraone è in scadenza il prossimo giugno. Gli piacerebbe rimanere ma la Roma non ha dato ancora segnali in tal senso.

BELOTTI - L'ex Toro ha il contratto che si rinnova al raggiungimento di un tot di presenze ma, come sottolinea il quotidiano sportivo, bisogna capire cosa vorrà fare la Roma.

ZALEWSKI - Il contratto del talento giallorosso verrà ritoccato in modo da fargli percepire più degli attuali 500.000 euro. Si parla di una base di circa 1,2 milioni di euro.

SPINAZZOLA - Il calciatore ha il contratto in scadenza nel 2024 e la Roma sta aspettando per vedere se torna ai livelli pre infortunio prima di valutare cosa fare.