Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / roma / Social
Totti ricorda il suo esordio: "Sembra ieri. Mi trovai in campo e così iniziò la mia lunga ed infinita storia d’amore con la Roma. I tifosi sono sempre il mio primo e ultimo pensiero"TUTTO mercato WEB
© foto di Insidefoto/Image Sport
martedì 28 marzo 2023, 19:00Social
di Andrea Gonini
per Vocegiallorossa.it

Totti ricorda il suo esordio: "Sembra ieri. Mi trovai in campo e così iniziò la mia lunga ed infinita storia d’amore con la Roma. I tifosi sono sempre il mio primo e ultimo pensiero"

A 30 anni dal suo esordio contro il Brescia, Francesco Totti ha rilasciato un lungo ed emozionante messaggio all'interno del suo profilo Instagram:

«30 anni…ma davvero?
Oggi è un giorno speciale.
Alle 17.43 di 30 anni fa: il mio esordio in serie A con la maglia della Roma, quella maglia che non avrei lasciato mai più nella vita.
Sembra ieri, 28 marzo 1993, Brescia-Roma: il Mister Boskov all’87esimo si gira verso di me e mi dice “ehi tu, scaldati”.
Pensai che stesse parlando con Roberto Muzzi che era accanto a me, in panchina. Poi un dubbio… ma “dice a me?”.
Era per me.
Era tanta emozione per un ragazzino di appena 16 anni con un solo sogno nella testa. Mi trovai in campo e così iniziò la mia lunga ed infinita storia d’amore con la Roma.
Dopo 30 anni l’emozione è rimasta quella, anzi se ci ripenso sento più forte quel brivido.
Negli anni si sono aggiunte tante cose, elencarle è troppo lungo ma voglio dire grazie: ai giocatori, ai mister, ai presidenti, ai dirigenti che hanno trasformato quei pochissimi minuti giocati con la mia squadra del cuore, la Roma, in mesi, anni …gli anni più belli della mia vita.
Grazie a tutti per questi 30 anni, sono volati ed io con loro.
E poi grazie a voi tifosi. Non mi sono scordato di voi. Anzi siete il mio primo ed ultimo pensiero, sempre.
Proprio oggi davanti all’affetto di tantissima gente, mi sento un po’ come 30 anni fa: felice per tanta attenzione e tanto amore, come se tutto questo, semplicemente, non fosse per me.
30 anni… ma davvero?
Grazie ancora e per sempre.
Francesco».