HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi è stato il migliore?
  Ciro Immobile
  Mauro Icardi
  Kalidou Koulibaly
  Milan Skriniar
  Allan
  Bryan Cristante
  Sergej Milinkovic-Savic
  Douglas Costa
  Alisson
  Paulo Dybala

Russia 2018

Brasile, Alves: "Sapevo che l'infortunio era brutto. Ho pianto da solo"

13.05.2018 13:13 di Rosa Doro   articolo letto 8013 volte
© foto di Insidefoto/Image Sport

Dopo l'infortunio accusato al ginocchio, Dani Alves ha scritto una lettera a The Players Tribune: "Nello spogliatoio i medici del Psg mi hanno detto che avremmo dovuto aspettare il giorno successivo per i risultati, ma io già sapevo in cuor mio che era tutto finito. Sono arrivati tutti festeggiando la vittoria in Coppa di Francia e non ho voluto mostrare nessuna emozione negativa ai compagni di squadra. Se conosci Dani Alves, saprai che sono un tipo felice. Allora sorridevo e mi godevo il momento. Ma tutti hanno potuto vedere nei miei occhi che qualcosa non andava bene: ho pianto solo una volta ed è stato quando ero da solo. Lasciate che vi dica una cosa: voglio che nessuno pianga per me, che nessuno senta pena per me. Ho vissuto i miei sogni, Dani Alves non va al Mondiale in Russia, ma sono felice. Stavolta vedrò il Mondiale in una tv più grande rispetto a quella che avevo da ragazzo. Ma non mi considero un veterano. Come potete volete, ho lo spirito di un 13enne. Non si sa se quando si avvicinerà il Mondiale del 2022 starò ancora lottando per un posto in squadra. Il mio corpo avrà 39 anni, il mio spirito ne avrà compiuto 17. Se vinciamo il Mondiale, non mi metterò a urlare. Per la prima volta, lo prometto, resterò zitto. Non ci saranno parole di Dani Alves. Non dirò niente. Piangerò soltanto".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Europa

Primo piano

...con Sorrentino Una stagione faticosa, difficile. Ma alla fine ciò che conta è il risultato. E anche quest’anno il Chievo Verona ha portato a casa la salvezza. Uno dei protagonisti della permanenza del Chievo in Serie A è stato ancora una volta Stefano Sorrentino. Una certezza tra i pali. Esperienza...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy