HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Fitwalking for AIL
SONDAGGIO
Chi tra le italiane passerà il girone di Champions League?
  Tutte
  Juventus, Inter e Roma
  Juventus, Inter e Napoli
  Juventus, Napoli e Roma
  Inter, Napoli e Roma
  Juventus e Roma
  Juventus e Inter
  Juventus e Napoli
  Inter e Roma
  Inter e Napoli
  Roma e Napoli
  Solo la Juventus
  Solo la Roma
  Solo l'Inter
  Solo il Napoli
  Nessuna

La Giovane Italia
Serie A

Buffon-day: il 2006, dalla retrocessione in B al trionfo iridato in Germania

17.05.2018 09:45 di Michele Pavese  Twitter:    articolo letto 6582 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Il sogno realizzato, il punto più alto che un calciatore possa raggiungere, il successo più bello. Gianluigi Buffon, nel 2006, è stato uno dei protagonisti della straordinaria cavalcata della Nazionale azzurra nel Mondiale in Germania. Un trionfo arrivato dopo l'incredibile caos scatenato dalla vicenda Calciopoli, che aveva spedito la sua Juventus in Serie B.

Con un futuro ancora tutto da scrivere, il portiere - così come altri compagni di avventura - riuscì a concentrarsi sul campo e a trascinare la squadra di Marcello Lippi fino all'ultimo atto. Nella mente e negli occhi di tutti restano le parate decisive, entrambe nei supplementari, contro la Germania (sul sinistro violento di Podolski) e la Francia (sulla zuccata di Zidane). In quel torneo l'Italia subì solo due reti: un autogol di Zaccardo e un calcio di rigore di Zizou. Buffon, insieme ai compagni della difesa, a Gattuso e a Pirlo, fu un trascinatore straordinario tanto che, ancora oggi, nell'albo d'oro del Pallone d'Oro si fa fatica a leggere il nome di Fabio Cannavaro senza pensare anche al numero 1 dei numeri uno.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

LIVE TMW - Bologna, Inzaghi: "Domani sfideremo la squadra più forte d'Europa" 12.20 - Conclusa la conferenza stampa di Filippo Inzaghi. 12.18 - Cosa non ti è piaciuto nella sfida di domenica con la Roma? "Nel primo tempo abbiamo concesso qualcosa sui calci piazzati, ma la Roma lì è molto più forte. Lavoreremo perché anche la Juve è superiore in quello: dovremo...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy